Documenti Vino e Alcolici - Wines and Spirits

Pagina 4 di 6 1 2 3 4 5 6
| Categoria Documenti | 4951 letture

STUDIO OVSE: PRODUZIONE E CONSUMI SPUMANTI ITALIA NEL 2011

 

Nota emessa da Giampietro Comolli
Direttore Osservatorio Economico
Vini Effervescenti

www.ovse.org

SOMMARIO: Un 2011 difficile e di paure è alle spalle. Si spera che il 2012 non sia duro come appare. Nel 2011 non si è rinunciato al brindisi. In Italia tengono i consumi di spumanti e bollicine, nei 74 Paesi dove si esporta è ancora un boom, più diversificazione di canali, nuovi mercati, incrementi stratosferici in certi Paesi. Dai dati dalle indagini, grazie alla rete di contatti social network, OVSE.ORG stima il 2011 un anno di stasi e ritorno al passato sul mercato interno e un grande incremento all’estero con novità. OVSE.ORG stima in 420 milioni circa le bottiglie di spumanti italiani stappati nel 2011 pari a 1,200 mld di plv all’origine e a oltre 2,9 mld al consumo. In Italia il consumo è in leggero calo, intorno a 150 milioni di bottiglie di produzione nazionale (-1%) cui si aggiungono 7 milioni di prodotti importati, quasi totalmente di provenienza francese.

Riferimento temporale: gennaio 2012
Leggi tutto…

| Categoria Documenti | 4751 letture

STUDIO ASSOENOLIGI: DATI DEFINITIVI SULLA VENDEMMIA ITALIA 2011

Tratto dallo studio omonimo di Assoenologi
www.assoenologi.it info@assoenologi.it

PREMESSA: Nelle pagine che seguono sono illustrati i dati definitivi sulla produzione 2011 elaborati dall’Associazione Enologi Enotecnici Italiani – Organizzazione nazionale di categoria dei tecnici del settore vitivinicolo (Assoenologi).Essi sostituiscono quelli divulgati da Assoenologi il 4 settembre 2011. Le rilevazioni di Assoenologi non sono il risultato di un giro di telefonate ma il frutto dell’elaborazione di migliaia di rilievi ottenuti attraverso diverse fonti. La base è data dalle valutazioni condotte a livello locale dalle diciassette Sedi periferiche che ha a copertura dell’intero territorio nazionale. Questi dati vengono quindi confrontati con un’altra moltitudine di informazioni acquisite autonomamente dalla Sede centrale.Questo modo di operare consente da anni all’Assoenologi di formulare, fra agosto e ottobre, le previsioni sulla produzione in modo preciso e obiettivo, tanto da essere poi confermate, dopo diversi mesi, dall’Istituto nazionale di Statistica (Istat) con piccoli margini di differenza. A riprova di ciò basti ricordare che lo scarto tra i dati Assoenologi e quelli Istat è solo del 3% (media degli ultimi 5 anni).

Riferimento temporale: novembre 2011

Leggi tutto…

| Categoria Documenti | 5106 letture

STUDIO UNIONE ITALIANA VINI & ISMEA: VENDEMMIA 2011 VERSO I MINIMI STORICI

Comunicato stampa di UIV e ISMEA
Diffuso alla stampa da Agenzia Medialab Milano

SOMMARIO: Per il 2011 si sta delineando una vendemmia ai minimi storici. E’ quanto emerge dalla ricognizione dei vigneti effettuata congiuntamente da Unione Italiana Vini e Ismea nella prima settimana di settembre, che attesta la produzione poco al di sopra dei 42 milioni di ettolitri, il 10% in meno rispetto ai 46,7 milioni registrati dall’Istat per il 2010. Questo dato non solo riporterebbe l’Italia al secondo posto tra i Paesi produttori, dopo la Francia che stima circa 49 milioni di ettolitri (+8%), ma se confermato potrebbe segnare anche uno dei più bassi livelli per la produzione di casa nostra da mezzo secolo a questa parte: dal 1957 infatti si è scesi sotto soglia 43 milioni solo due volte, in quell’anno e nel 2007.Già dall’inizio dell’estate si era prospettata una lieve riduzione che si è fatta però ben più significativa con il passare delle settimane e con la colonnina di mercurio che ha segnato temperature record. Il caldo, unitamente alla prolungata assenza di piogge, che le irrigazioni di soccorso non sono riuscite a compensare, ha causato stress idrico ai grappoli innescando un processo di maturazione molto anticipato rispetto alla norma ed una maggiore concentrazione degli zuccheri dovuta essenzialmente alla disidratazione delle uve, che mostrano pertanto una resa in vino minore dello scorso anno.

RIFERIMENTO TEMPORALE. SETTEMBRE 2011
Leggi tutto…

| Categoria Documenti | 4079 letture

INDAGINE DOXA: GLI ITALIANI E L’ALCOOL IN ITALIA 2011

Tratto dal Commento alla Sesta Indagine Doxa 2011
Osservatorio Permanente Giovani e Alcool
http://www.alcol.net/images/italianiealcool/commento_doxa_2010.pdf

SOMMARIO: Nella primavera del 2010, l’Istituto DOXA ha condotto, in collaborazione con l’Osservatorio Permanente sui Giovani e l’Alcool, la sesta indagine campionaria sui comportamenti, le opinioni e gli atteggiamenti degli italiani adulti e dei giovani, in merito ai consumi di bevande alcoliche, a distanza di quasi cinque anni dall’indagine precedente, dell’autunno 2005. L’indagine è stata basata su 2.026 interviste fatte a domicilio, ad un campione rappresentativo degli adulti e dei giovani di 13 anni ed oltre (52,7 milioni di individui) ed ha consentito di ottenere, per tutti gli aspetti fondamentali, dati comparabili con quelli delle cinque rilevazioni precedenti, perché è stato adottato lo stesso metodo. Nell’indagine sono stati analizzati i comportamenti di consumo di bevande alcoliche (birra e vino; aperitivi, digestivi ed amari; distillati e liquori), anche per ciò che riguarda i comportamenti a rischio, le opinioni e gli atteggiamenti, nei confronti delle bevande alcoliche e le caratteristiche socio-demografiche dei consumatori e dei non consumatori. Nell’edizione 2010 dell’indagine, sono stati ripresi quasi tutti gli argomenti considerati nelle edizioni precedenti, per poter valutare i cambiamenti avvenuti negli ultimi anni e sono stati considerati anche alcuni aspetti nuovi: comportamenti nei consumi a rischio, comportamenti dei giovani nelle prime esperienze di consumo di bevande alcoliche, l’informazione e le opinioni in merito alle sanzioni a cui si va incontro guidando dopo avere bevuto alcolici.

Riferimento temporale: gennaio 2011
Leggi tutto…

| Categoria Documenti | 4172 letture

RICERCA OVSE: IL MERCATO DEI VINI FRIZZANTI IN ITALIA NEL 2010

Tratto da: OVSE ® www.ovse.org Osservatorio Economico Vini Effervescenti

SOMMARIO: Nel 2010, oltre ai vini spumanti, anche i vini frizzanti nazionali (minore pressione in bottiglia degli spumanti) acquisiscono spazi di mercato. Ritornano in auge dopo il boom di inizio anni ’80. In particolare nella GDO nazionale si registra un forte incremento (+5% per i dop e igp) e nei winebar, come base per Spritz e cocktail. Tiene sempre il mercato dei frizzanti dolci ( Moscato d’Asti, Malvasia in primis) verso le pasticcerie. Prende la strada export la maggior parte della produzione di vini frizzanti, soprattutto in Germania (il 40%), in Russia ( il 22%), Est Europa, Sud America. Il prezzo medio varia dai 4,28 € dei frizzanti Dop anche varietali ai 1,70 € dei frizzanti generici. In totale si presume un fatturato all’origine di circa € 800 milioni di Euro. L’Emilia Romagna è laregione leader per la produzione, seguita da Veneto, Piemonte e Lombardia.

Riferimento temporale: maggio 2011
Leggi tutto…

| Categoria Documenti | 4022 letture

RICERCA OVSE: PANORAMICA PRODUZIONE E CONSUMI VINI SPUMANTI NEL MONDO NEL 2010

Tratto da: OVSE ® www.ovse.org Osservatorio Economico Vini Effervescenti

SOMMARIO: secondo le analisi condotte dall’ Osservatorio Economico Vini Effervescenti (OVSE) guidato da Gianpietro Commolli (vedi foto), sono 2,7 miliardi all’anno (+19% negli ultimi 3 anni) le bottiglie consumate di vini “spumeggianti” nel mondo, ovvero in base alle definizioni e codici merceologici degli ufficio doganali e uffici di trasporto. Sono 5 i grandi produttori; nell’ordine: Germania, Francia, Italia, Spagna e Russia (new entry). Per i consumi interni, al primo posto si colloca sempre la Germania, seguita da Francia, Russia, Italia, Spagna. L’OVSE coglie l’occasione per ribadire che spesso in materia si creano confusioni nei numeri di mercato in quanto si confondono produzioni, consumi, spedizioni (o volumi di vendita), facendo spesso anche confronti che non sono omogenei.

Riferimento temporale maggio 2011

Leggi tutto…

| Categoria Documenti | 3933 letture

VINO: L’EXPORT VOLA, E IL MERCATO INTERNO? LE INTERVISTE DI VINITALY AI PROTAGONISTI DEL SETTORE

Interviste effettuate da Vinitaly Rese al pubblico su www.vinitaly.com

SOMMARIO: All’aumento della qualità e del prestigio della produzione enologica italiana degli ultimi 20 anni non ha corrisposto una crescita del consumo interno, al contrario dell’export che invece continua a salire. Il mercato interno rappresenta però lo zoccolo duro del fatturato delle aziende vitivinicole; occorre quindi chiedersi: può il Paese primo produttore vivere di solo export, con i rischi rappresentati dalle fluttuazioni monetarie e dalle agguerrite politiche di marketing e distribuzione dei competitori dei nuovi Paesi produttori? Per capire ancora meglio: il gap del mercato italiano è di natura economica, culturale o è un problema di comunicazione? Perché al contrario il trend dell’export è in crescita? Alle domande di vinitaly rispondono i protagonisti del settore

Riferimento temporale: marzo 2011
Leggi tutto…

| Categoria Documenti | 3993 letture

ORGANIZZAZIONE INTERNAZIONALE DEL VINO: NOTA DI CONGIUNTURA MONDIALE MARZO 2011

Estratto dal documento
Pubblicato dall’OIV http://news.reseau-concept.net/images/oiv_it/Client/2011_note_conj_mars_IT.pdf

SOMMARIO: In base ai dati dell’OIV, presentati dal Direttore Generale dell’OIV Federico Castellucci,
il mercato mondiale del vino è tornato a crescere nel 2010. Il consumo si è stabilizzato dopo aver subito gli effetti della crisi economica tra il 2008 e il 2009, mentre le superfici vitate e la produzione di vino continuano a diminuire.
1. STIMA DEL POTENZIALE DELLA PRODUZIONE VINICOLA 2010
2. LA PRODUZIONE COMPLESSIVA DI VINO NEL 2010
3. IL CONSUMO COMPLESSIVO DI VINO NEL 2010
4. GRADO DI EQUILIBRIO DEL MERCATO DEI VINI NEL 2010

Riferimento temporale: aprile 2011

Leggi tutto…

| Categoria Documenti | 3665 letture

CITTÀ DEL VINO/CENSIS: IL TURISMO ENOGASTRONOMICO IN ITALIA: IX RAPPORTO ANNUALE 2010


Comunicato stampa a cura di
http://www.cittadelvino.it

SOMMARIO: Il turismo enogastronomico in Italia? Dai 3 ai 5 miliardi di euro di giro d’affari nel 2010, grazie a 4-5 milioni di turisti enogastronomici tra stabili ed occasionali che hanno scelto il Belpaese per viaggi wine & food, facendo registrare importanti cambiamenti di tendenza: nella scelta delle mete non si va più dietro alle mode, ma a caccia di curiosità ed esperienze innovative, grazie alla crescente familiarità nell’usare quotidianamente il web, dove si coltivano interessi sempre più personali e ristretti, che si traducono nell’individuazione di luoghi ben precisi, capaci di soddisfare più passioni in una solo volta: la gastronomia batte il vino come motivazione di viaggio e si intreccia con l’arte, l’ambiente, lo sport ed il wellness. A dirlo è il Rapporto Annuale n. 9 “Osservatorio sul Turismo del Vino in Italia. I nuovi dinamismi di un turismo di tendenza”, promosso dalle Città del Vino e realizzato dal Censis Servizi, presentato alla Fondazione Censis a Roma

riferimento temporale : Aprile 2011

Leggi tutto…

| Categoria Documenti | 5699 letture

MERCATO DEL VINO ITALIA 2010: FRENA ANCHE LA GRANDE DISTRIBUZIONE

DOCUMENTO EMESSO DA VINITALY
Servizio Stampa Veronafiere
Tel.: + 39.045.829.82.85 – 82.42 – 82.10
pressoffice@veronafiere.it
www.vinitaly.com

SOMMARIO: Anche le vendite di vino nei supermercati nel 2010 risentono della contrazione dei consumi e confermano le difficoltà dell’intero mercato nazionale del vino. E’ quanto emerge dall’anteprima dell’indagine sulle vendite di vino nella Grande Distribuzione realizzata dall’istituto di ricerca SymphonyIRI Group per conto di Veronafiere, che verrà presentata a Vinitaly (Verona 7-11 aprile 2011, www.vinitaly.com).Il dato totale delle vendite del vino confezionato (vino in bottiglia, da tavola e a denominazione d’origine, e vino brik) nel 2010 rispetto all’anno precedente è negativo, facendo segnare – 0,9% a volume (+ 0,4% a valore), vedi tabella 1 allegata.Crescono, invece, le vendite delle bottiglie da 0,75 l. a denominazione d’origine (Doc, Docg e Igt) che aumentano del 2,3% a volume ( e del 3% a valore). Ancor più significativo l’aumento delle vendite delle bottiglie a denominazione d’origine della fascia di prezzo da 6 euro in su, che mettono a segno un + 11,2% a volume ( e + 10,8% a valore).

Riferimento temporale: marzo 2011

Leggi tutto…

| Categoria Documenti | 3414 letture

CONVEGNO E.ON VINITALY: LA SVOLTA VERDE DELLE CANTINE ITALIANE

documento diffuso per la pubblicazione da
www.vinitaly.it Ufficio Stampa Marco Fanini m.fanini@alice.it

SOMMARIO: Si è svolto presso la Fiera di Verona il convegno “Eco – sostenibilità e vantaggio competitivo nelle imprese vinicole”, promosso da E.ON e da Vinitaly per illustrare e promuovere interventi ambientali e compatibili nelle aziende vitivinicole, al quale sono intervenuti esperti e rappresentanti del settore energetico, vinicolo e istituzionale. L’adeguamento alle direttive ambientali della Comunità Europea pone le cantine di fronte a una sfida competitiva verso un miglioramento della performance aziendale. Negli ultimi anni, infatti, nelle maggiori cantine italiane si è sempre più diffusa una sensibilità verso comportamenti e scelte green che riguardano l’ambito energetico ma anche quello produttivo: dal ricorso all’energia rinnovabile al controllo delle emissioni di gas serra, dall’utilizzo di bottiglie in vetro leggero all’utilizzo delle biomasse prodotte con gli scarti di potatura dei vigneti e agli imballaggi riciclati. Alla realizzazione di questi progetti contribuisce una forte sinergia tra produttori e consumatori di energia tramite soluzioni mirate all’efficienza energetica e orientate alla riduzione dei consumi.

Riferimento Temporale: Febbraio 2011

Leggi tutto…

| Categoria Documenti | 4880 letture

CASE HISTORY SPECIALI BOTTIGLIE DI VETRO PER “SPIRIT”: BRANDY GUT SCHWECHOW, WISKY HANKEY BANNISTER EAMARO SONNEMA BARENBURG

Documento tratto da Comunicato O-I Inviata alla stampa per la diffusione al pubblico Ufficio Stampa: agenzia Ad Personam sas Contatto: Marilde Motta Tel. 0381.910104 contatti@adpersonam.euwww.adpersonam.eu

SOMMARIO: O-I, leader mondiale del packaging in vetro, propone di seguito tre casi di bottiglie speciali realizzate per aziende operanti nel settore degli spirits. Il primo caso, dedicato ai brandy alla frutta Gut Schwechow della distilleria tedesca Mecklenburg, illustra le motivazioni e le caratteristiche di una nuova bottiglia nata per potere essere etichettata automaticamente. Il secondo caso riguarda la nuova bottiglia in vetro con angoli squadrati di Hankey Bannister Scotch Whisky che è parte integrante della strategia di riposizionamento di questa marca in un segmento più alto. Il terzo caso, infine, riguarda la nuova bottiglia creata per il 150.mo del bitter olandese Sonnema Barenburg destinata all’uso in casa.

Riferimento temporale: febbraio 2011-02-03
Leggi tutto…

| Categoria Documenti | 4193 letture

RICERCA OVSE: I NUMERI DEI VINI SPUMANTI ITALIANI NEL 2010

TRATTO DA: OVSE ® www.ovse.org
Osservatorio Economico Vini effervescenti
Italian Economic Bubble Wine Observatory

SOMMARIO: secondo Giampietro Comolli (cfr foto a lato), fondatore dell’Osservatorio Economico Vini Effervescenti (OVSE), nel 2010 la produzione totale di spumanti in Italia è stimabile intorno a 380 milioni di bottiglie, mentre i consumi totali (mercato interno + mercati esteri) sono stimabili in ca. 376 milioni di bottiglie. Le bollicine, all’estero, proseguono il trend positivo dei volumi (+17%) e del valore al consumo (+ 4,7%) rispetto al 2009. Stazionario il mercato interno, con tenuta del giro d’affari all’origine, un leggero calo dei volumi (- 1,4%) e del fatturato al consumo (- 1,9%). In Italia, al calo di Champagne si contrappone la crescita degli spumanti italiani a metodo classico (+1,4%).

Riferimento temporale gennaio 2011

Leggi tutto…

| Categoria Documenti | 4459 letture

VENDEMMIA ITALIA 2010 I DATI DEFINITIVI DI ASSOENOLOGI

Tratto dallo studio di Assoenologi
“Vendemmia 2010: I Dati Definitivi dell’Associazione Enologi Enotecnici Italiani”
www.assoenologi.itinfo@assoenologi.it
Il documento originale completo, comprensivo anche di tabelle e grafici, può essere scaricato da: ASSOENOLOGI

SOMMARIO: Il mese di settembre poteva essere migliore. Non si è avuto quell’exploit di belle giornate e di scarse precipitazioni che si auspicava – spiega il dottor Martelli, Direttore Generale di Assoenologi (cfr foto) – e pertanto la produzione 2010, ormai a bocce ferme, si presenta molto eterogenea sia qualitativamente che quantitativamente. I dati complessivi finali, infatti, non si scostano di molto da quelli delle nostre prime previsioni, che Assoenologi ha divulgato il 29 agosto. Il Veneto (8.180.000 ettolitri) si conferma, per il quarto anno consecutivo, la regione italiana più produttiva. Veneto, Emilia Romagna, Puglia e Sicilia insieme producono 26.230.000 ettolitri, ossia quasi il 60% di tutto il vino italiano. La quantità della produzione 2010 – prosegue Martelli – si conferma a 45,5 milioni di ettolitri di vino e mosti, praticamente uguale a quella del 2009 (45.800.000), a fronte della media quinquennale (2005/2009) di 46.952.000 di ettolitri.
LA VENDEMMIA 2010 IN SINTESI
LA PRODUZIONE 2010
LA VENDEMMIA NELLE VARIE REGIONI

Riferimento temporale: ottobre 2010

Leggi tutto…

| Categoria Documenti | 2876 letture

OIV: PUNTI DI CONGIUNTURA VITIVINICOLA MONDIALE OTTOBRE 2010

tratto dalla nota “elementi di congiuntura vitivinicola mondiale” disponibili inizio ottobre 2010
La relazione originaria (9 pagine complete di grafici e tabelle) può essere scaricata da:
http://news.reseau-concept.net/images/oiv_it/Client/Point_de_conjoncture_octobre2010_IT.pdf
+info: OIV – Relazioni con la Stampa data@oiv.intwww.oiv.org

SOMMARIO: Come per lo scorso anno, gli elementi di congiuntura disponibili in questo periodo dell’anno consentono soltanto un approccio riguardante la produzione del vino. Difatti, se il raccolto dell’emisfero sud è nelle cantine da aprile, quello dell’emisfero nord è ancora in fase di completamento. Tali risultati devono dunque essere considerati dal lettore soltanto come indicativi e suscettibili di variazioni non trascurabili. In materia di evoluzione delle superfici vitivinicole sul piano qualitativo si può ritenere che sarà l’evoluzione al ribasso del vigneto in seno all’UE a 27 a dover segnare la direzione dell’evoluzione del vigneto mondiale tra il 2009 e il 2010. Un calo di questa portata potrebbe raggiungere 70 mha, a causa del probabile sfaldamento del vigneto nell’emisfero sud e negli USA, escluso il Sudamerica, e ciò dopo il calo di 90 mha (quantificazione provvisoria) subita dal vigneto mondiale tra il 2008 e il 2009. Per quanto riguarda la produzione vinicola, le informazioni disponibili portano a proporre una produzione di vini 2010 a livello mondiale compresa tra 254,9 e 263,5 milioni di ettolitri (259,2 Miohl all’interno della forchetta di stima).

Riferimento Temporale: novembre 2009

Leggi tutto…

| Categoria Documenti | 3145 letture

ASSOENOLOGI: EXPORT VINI E SPUMANTI ITALIANI PRIMO TRIMESTRE 2010

Nota di sintesi tratta dallo studio Assoenologi
Reso pubblico in data 16.06.2010
sul sito http://www.assoenologi.it/site/index.cfm

SOMMARIO: Secondo l’Ufficio studi dell’Associazione enologi enotecnici italiani – Assoenologi, l’organizzazione che raggruppa il 90% dei tecnici operanti nel settore vitivinicolo, che, come di consueto ha elaborato i dati Istat, il primo trimestre del 2010 è foriero di ottimismo. La crisi mondiale che ha condizionato negativamente il trend negli ultimi negli ultimi diciotto mesi mostra decisi segnali di recupero che sono sintetizzati nei dati di questa prima parte del 2010: valore + 8,4% e + 8,0% i dati nei volumi. Come la diffusione della depressione dei consumi è stata repentina e progressiva fino a toccare tutti i mercati mondiali, altrettanto è stata la ripresa caratterizzata da una simmetrica velocità di recupero e una progressione meno uniforme, creando discontinuità tra aree in decisa crescita e altre ancora ancora nel tunnel della crisi.

Riferimento temporale: giugno 2006

Leggi tutto…

| Categoria Documenti | 3181 letture

OIV- ORGANIZZAZIONE INTERNAZIONALE DELLA VIGNA E DEL VINO: NOTA DI CONGIUNTURA MONDIALE MARZO 2010

Tratto dalla nota di congiuntura mondiale OIV del marzo 2010 relativa ai dati statistici del settore per il 2009

La relazione originaria (15 pagine complete di grafici e tabelle) può messere scaricata da:
http://news.reseau-concept.net/images/oiv_it/Client/2010_note_conj_mars_tableaux_IT.pdf
+info: OIV – Relazioni con la Stampa data@oiv.intwww.oiv.org

 

SOMMARIO: La superficie viticola mondiale totale dovrebbe diminuire tra il 2008 e il 2009 di 93 mha (-1,2%) e attestarsi attorno a 7.636 mha. La produzione mondiale di vino del 2009 (esclusi succhi e mosti) si può inquadrare tra 262,4 e 269,6 Mio di hl, cioè tra -1,9 et +0,8 % rispetto al 2008. Si tratta di una produzione globale di vini che può essere definita debole. Il consumo mondiale di vino 2009 è stimato tra 230,6 e 242,5 Miohl, ovvero 236,6 Miohl in media, ovvero -2.8% rispetto al 2008 Il mercato mondiale delle esportazioni di vini raggiunge nel 2009 gli 86,1 Miohl, ovvero -3,6% sul 2008.

Periodo di riferimento: aprile 2010
Leggi tutto…

| Categoria Documenti | 2709 letture

GRUPPO CAMPARI: RISULTATI PRIMO SEMESTRE 2010

comunicato stampa
pubblicato dal gruppo Campari
il 4.08.2010
www.camparigroup.cpm

SOMMARIO:
…VENDITE: € 515,7 milioni (+16,7%, variazione organica +8,7%)
…MARGINE DI CONTRIBUZIONE: € 209,5 milioni (+18,5%, crescita organica +10,4%, 40,6% delle vendite)
…EBITDA prima di oneri e proventi non ricorrenti: € 128,6 milioni (+17,9%, crescita organica +13,7%, 24,9% delle vendite)
…EBIT prima di oneri e proventi non ricorrenti: € 116,0 milioni (+17,9%, crescita organica +14,0%, 22,5% delle vendite)
…UTILE NETTO: € 69,3 milioni (+15,2%)


Periodo di riferimento: AGOSTO 2010

Leggi tutto…

| Categoria Documenti | 2766 letture

INDAGINE ISMEA & UNIONE ITALIANA VINI SULLA VENDEMMIA ITALIANA 2010

Tratto dal documento ISMEA scaricabile integralmente da:
http://www.ismea.it/flex/cm/pages/ServeBLOB.php/L/IT/IDPagina/5269
indagine ISMEA- UIV 2010-07-20

SOMMARIO: Per la campagna 2010/11 si stima una crescita contenuta nei limiti del +5%, che potrebbe riportare i volumi a superare 46 milioni di ettolitri. Sarà comunque da valutare, a fini quantitativi, l’incidenza rappresentata dalla vendemmia verde, misura attivata per la prima volta proprio quest’anno, così come il rischio patogeni in diverse aree causa l’umidità. Nel complesso il Vigneto Italia si presenta in salute e la qualità è buona.INDICAZIONI GENERALI
DETTAGLI REGIONALI

Riferimento temporale: luglio 2010

Leggi tutto…

| Categoria Documenti | 2992 letture

DAVIDE CAMPARI -MILANO SPA: RISULTATI PRIMO TRIMESTRE 2010

comunicato stampa
pubblicato dal gruppo Campari
il 13.05.2010
www.camparigroup.cpm

SOMMARIO:
…Vendite: € 233,6 milioni (+22,9%, crescita organica +14,5%)
…Margine di contribuzione: € 93,7 milioni (+17,3%, crescita organica +11,5%, 40,1% delle vendite)
…EBITDA prima di oneri e proventi non ricorrenti: € 59,1 milioni (+22,6%, crescita organica +18,7%, 25,3% delle vendite)
…EBIT prima di oneri e proventi non ricorrenti: € 52,3 milioni (+21,3%, crescita organica +19,0%, 22,4% delle vendite)
…Utile prima delle imposte: € 43,3 milioni (+12,7%)
…Debito finanziario netto: in calo a € 593,4 milioni

Periodo di riferimento: maggio 2010

Leggi tutto…

Pagina 4 di 6 1 2 3 4 5 6