0
Pinterest LinkedIn

Con 49,6 milioni di hl prodotti nel 2010, l’Italia è diventato il primo produttore mondiale di vino superando la Francia, accreditata di una produzione di 46,2 m.ni, con un totale comunitario di 157,2 m.ni hl, in calo del 3,7%. Questi è quanto annunciato dalla Coldiretti commentando i dati definitivi sulla vendemmia 2010–11 resi noti dalla Commissione Europea. Rispetto alla Francia, l’Italia vanta anche il primato dei marchi Doc, Docg e Igt con 504 riconoscimenti che coprono ormai il 60% della produzione: ben 14,9 m.ni di hl di vini Docg/Doc e 15,4 m.ni hl di vini Igt. La Francia tuttavia registra ancora il maggior numero di vigneti e un più elevato livello di consumi totali.


Databank Database Tabella csv excel xls Case Vinicole Cantine

Ma il confronto non deve limitarsi solo alle quantità. In termini di valore la Francia mantiene sempre la leadership, grazie al fatto che riesce a realizzare dei prezzi medi euro/litro molto più alti rispetto a quelli realizzati dai produttori italiani. Al riguardo bisogna ricordare che l’Italia vende ancora molto prodotto sfuso, commercializzato senza bottiglia. Il fatturato complessivo (consumi nazionali + export) realizzato dal vino italiano nel 2010 è stato pari a 7,8 miliardi. L’Italia è inoltre il paese che esporta di più in quantità (20 milioni di ettolitri contro i 13,5 della Francia) ma non a valore: nel 2010 Parigi ha raggiunto infatti i 6,3 miliardi di euro di esportazioni (+14%) contro i 3,9 miliardi di euro (+12%) dell’Italia. In ogni caso il valore delle esportazioni italiane (3.9 miliardi di euro) ha ormai raggiunto il valore dei consumi nazionali nel nostro paese.

Dati incoraggianti anche per le esportazioni italiane del primo bimestre del 2011, aumentate del 15%. Nel dettaglio, sono aumentate del 31% le esportazioni verso gli Stati Uniti, diventati per la prima volta il Paese dove si consuma complessivamente la maggior quantità di vino al mondo, davanti rispettivamente a Francia ed Italia. Secondo il report di Gomberg-Fredrikson nel 2010, gli americani avrebbero consumato 329 milioni di casse da 12 bottiglie in mercato che, solo nel canale retail, vale 30 miliardi di dollari”. Considerevole anche l’aumento delle esportazioni verso gli altri Paesi europei (+6%) e verso la Cina, dove si registra uno sbalorditivo +146%.

+info: www.repubblica.it/economia/2011/06/11/news/vino_italia_sorpassa_francia-17533728/?ref=HREC1-4
www.corriere.it/economia/11_giugno_11/vino-sorpasso-francia_0538af88-9405-11e0-9db6-651cd37b13cb.shtml

Birra Tripel Karmeliet - 7 generation, 3 grain, 1 recipe

Resta sempre aggiornato! Iscriviti alla Newsletter


Scrivi un commento

20 − uno =