L’isola felice del Gin. Passano le mode e i trend, ma nel mondo dei distillati e della mixology il fenomeno del Gin non molla un centimetro. Non ce l’ha fatta neanche il Coronavirus a piegare la crescita del distillato che continua a mietere un record dopo l’altro. Ce lo dicono le classifiche e le previsioni sui consumi dei distillati globali, ma ce lo dice anche la voglia di scoperta e sperimentazione che sta dietro un numero sconfinato di distillerie grandi e piccole, che fanno uscire etichette come funghi per sé o conto terzi come Gin firm.