Tempo di bilanci per il Gruppo AB InBev, il più grande produttore mondiale di birra che nel 2020 ha visto un utile netto di 3,8 miliardi di dollari, dimezzato rispetto al 2019, riportando un calo delle vendite del 2020 inferiore alle previsioni, da imputare al calo dei consumi provocato dalla pandemia di Covid-19. Il colosso proprietario di marchi iconici come Budweiser, Stella Artois e Corona presentando i dati giovedì 25 febbraio ha comunicato che i ricavi escludendo l’impatto di acquisizioni e cessioni, sono scesi del 3,7% a 46,9 miliardi di dollari, grazie a prezzi di vendita più elevati e nel quarto trimestre è anche aumentato del 4,5% per effetto di una ripresa dei volumi. L’Ebitda e’ in calo del 13% a 17,3 miliardi di dollari, i volumi nel 2020 sono diminuiti del 5,7%.