Beverfood.com
| Categoria Notizie Acqua Minerale | 5169 letture

ACQUE STRANIERE IN BOTTIGLIA: curiosità sulle etichette e la presentazione del prodotto

Presentazione Acque Minerali Acque Etichette Packaging Curiosità Amga Etichette Acque Normative Acque Bottiglia Straniere Prodotto

Bottiglia Amga Packaging Acque Minerali Straniere Normative Acque Prodotto Curiosità Etichette Presentazione Acque Etichette Acque

Un confronto tra alcune etichette per mostrare non solo le caratteristiche di composizione, estremamente differenti, ma anche e soprattutto l’effetto che le legislazioni, in particolare quelle dei paesi fuori dalla Comunità Europea, hanno sulle informazioni in esse riportate.

migliaia-di-etichette

Spunti di riflessione ed alcune curiosità di un settore, quello delle acque in bottiglia, che assume forme diverse nei vari paesi del mondo. La scelta delle etichette è stata fatta tra le migliaia presenti sul sito web : www.acqueinbottiglia.fondazioneamga.org

Annuario Bevitalia Acque Minerali, Bibite e Succhi Beverfood Acquista Ora o scarica gratis in pdf
Annuario Bevitalia Acque Minerali, Bibite e Succhi Beverfood Acquista Ora o scarica gratis in pdf

Juvina

Juvina (Austria)

Un’acqua è chiamata fossile quando rimane nel sottosuolo per un periodo molto superiore al normale ciclo dell’acqua; ciò avviene quando i mutamenti geologici modificano lentamente l’acquifero sigillandolo, ovvero impedendone le ricariche dall’esterno. E’ il caso di questa acqua minerale austriaca il cui tempo di permanenza nel sottosuolo è di 37.600 anni, e la cui etichetta riporta un mammut… Un’acqua che ha origini molto antiche e che ha la particolarità di essere totalmente priva di qualsiasi inquinante di natura antropica.

Hayat (Egitto)

Diversamente da quanto si crede il sottosuolo del continente africano è ricco d’acqua, che spesso però si trova in acquiferi profondi e per questo è difficilmente raggiungibile. E’ il caso dell’acqua oligominerale Hayat, che viene estratta dal più profondo pozzo egiziano: 1000 metri.

Hayat

Pure Icelandic (Islanda)

Pure Icelandic è un’acqua minerale imbottigliata in Islanda, un paese dove la legislazione non prevede che in etichetta vengano riportate certe informazioni, almeno quelle a cui siamo normalmente abituati a vedere sulle etichette italiane, infatti per questa marca non si riporta nessun dato (interessante) riguardante la composizione salina, mentre vengono riportate alcune indicazioni (inutili e ovvie) sull’assenza di calorie, grassi e proteine.

Pure-Icelandic

St.Yorre (Francia)

Si tratta di un’acqua ben nota e apprezzata in Francia, dal gusto deciso dovuto alla consistente presenza di sali minerali. Diversamente da quanto accade in Italia, dove a parte qualche caso raro sono le acque leggere le più pubblicizzate e diffuse sul mercato, in Francia, come in molti altri paesi, vengono apprezzate le acque ricche di sali minerali, per l’elevata disponibilità di alcuni elementi essenziali quali sodio, bicarbonati e potassio oltre che per il loro potere idratante. Un’acqua molto particolare, indicata per il recupero dello sportivo ma sconsigliata all’iperteso visto che la concentrazione di sodio supera i 1700 mg/L e il residuo fisso i 4700 mg/L. Nel nostro paese un’acqua con queste caratteristiche verrebbe venduta in farmacia e consumata su indicazione medica, in Francia viene invece venduta tranquillamente nei supermercati.

St-Yorre

Volscianka (Russia)

Le etichette delle acque minerali russe, come peraltro quelle degli altri paesi dell’ex Unione Sovietica, hanno una caratteristica molto particolare, che non si riscontra in nessun’altra: per i vari elementi disciolti non vi è associato un valore di parametro bensì un intervallo, e anche molto ampio. Nel caso della presente acqua per esempio lo ione bicarbonato viene indicato come compreso tra 500 e 700 mg/L, i solfati e il calcio compresi tra 100 e 250 mg/L.

Volscianka

 

Smart water (USA)

USmart-Watern’acqua statunitense che nulla a che vedere con le tradizionali acque minerali, se non il fatto che è messa in una bottiglia e ha un’etichetta. L’acqua in questione viene purificata tramite distillazione, quindi il vapore viene addizionato di sali minerali ma per dare un “gusto” all’acqua non per l’importanza fisiologica che rivestono. Infatti non viene riportata nessuna concentrazione salina in etichetta, solo informazioni inutili e fuorvianti riguardanti le informazioni nutrizionali che evidenziano l’assenza di grassi, carboidrati e proteine.

Agua Pura Vida (Costarica)

Questa rara etichetta, proveniente da molto lontano, evidenzia due caratteristiche del prodotto. Una è molto positiva e moderna e indica che il materiale con cui è costituita la bottiglia è 50% R.PET, ovvero PET riciclato, una scelta ecologica che nei paesi della Comunità Europea (Italia compresa) fa fatica a decollare; l’altra è invece meno pregevole e riguarda le informazioni in etichetta del contenuto salino, che sono assenti mentre si ricorda al consumatore che quell’acqua (come se fosse una proprietà esclusiva di quella marca e non la normalità) non contiene grassi, proteine, carboidrati e zuccheri!

Agua-Pura-Vida

Ciel (Messico)

L’acqua minerale, in Messico, è praticamente inesistente e quella del rubinetto non la beve nessuno, per questi motivi vi è un grande commercio di “agua purificada”, ovvero acqua che, indipendentemente dalla sua provenienza, viene sottoposta ad un processo di “depurazione” costituito da demineralizzazione e rimozione inquinanti tramite osmosi inversa e successiva remineralizzazione controllata. E’ il caso della presente etichetta, che viene prodotta in Messico dalla Coca Cola, che è la proprietaria del marchio.

Ciel

Source (Botswana)

Questa rarissima etichetta proveniente dall’Africa del Sud (Repubblica del Botswana), appartiene ad un’acqua minerale di elevata qualità, estratta da un acquifero profondo situato in una riserva indisturbata da milioni di anni. Un’etichetta semplice ed essenziale, che contiene tutte le informazioni d’interesse per il consumatore riguardanti il prodotto (ovvero contenuto salino e provenienza dell’acqua) e nessuna superflua (commerciali e fuorvianti indicazioni nutrizionali). Un’etichetta che, a dispetto della sua provenienza, appare per molti aspetti più avanzata e corretta rispetto ad altre commercializzate nei più avanzati paesi del mondo.

Source

Biborteni (Romania)

Una delle più famose acque rumene, dal contenuto salino ragguardevole, non eccessivo ma sufficiente per essere classificata “acqua ricca di sali minerali”. L’etichetta non presenta indicazioni commerciali ma solo informazioni circa le caratteristiche dell’acqua e della fonte. Con “Forte” o “Lejera” vengono evidenziati due differenti livelli di gasatura.

Biborteni

Mont Fuji (Giappone)

Mont Fuji è una famosa acqua minerale giapponese caratterizzata, come tutte quelle provenienti da quel paese, da una mineralizzazione molto bassa. Le indicazioni in etichetta sono indecifrabili per chi non conosce la lingua, tuttavia i sali disciolti vengono riportati con la simbologia chimica, grazie a ciò è possibile capire che si tratta di un’acqua minimamente mineralizzata, con residuo fisso pari a 32 mg/L, ovvero confrontabile con le nostre marche più “leggere”.

Mont-Fuji

Cardò (Spagna)

Una caratteristica comune delle etichette spagnole è la dicitura che evidenzia la bassa mineralizzazione “mineralizaciòn débil” delle acque minerali. In realtà si tratta di una caratteristica enfatizzata un po’ per tutte le acque, anche in quelle che proprio leggere non sono, come la presente marca in cui il contenuto di bicarbonato è pari a 412 mg/L.

Cardò

 

articolo a cura del Dott. Giorgio TEMPORELLI Consulente Tecnico Aziendale e Divulgatore Scientifico

©riproduzione riservata
Giorgio TEMPORELLI Esperto in igiene, normativa e tecnologie per il trattamento delle acque. Laureato in Fisica, dalla metà degli anni ’90 si occupa professionalmente di tematiche riguardanti le acque destinate all’alimentazione. In ambito industriale opera come consulente tecnico per gestori d’acquedotto, società di imbottigliamento di acque minerali e per aziende produttrici di impianti di potabilizzazione e trattamento dell’acqua; settore in cui ha avuto esperienze come Responsabile della Qualità e del Servizio di Prevenzione e Protezione. Come divulgatore scientifico svolge un’intensa attività di conferenziere ed è autore di numerosi libri diffusi a livello nazionale.

 

+info: info@giorgiotemporelli.it
www.giorgiotemporelli.it

+ COMMENTI (0)

Recoaro Bio: quando la purezza del bio incontra il lato ribelle del frizzante

Resta sempre aggiornato! Iscriviti alla Newsletter

Acque Minerali Etichette Acque Packaging Straniere Normative Acque Curiosità Acque Presentazione Amga Prodotto Bottiglia Etichette


Annuario Bevitalia Acque Minerali Bibite e Succhi Soft Drinks Acquista

ARTICOLI COLLEGATI:

Irplast: etichette roll-fed per ogni applicazione

Irplast: etichette roll-fed per ogni applicazione

02/08/2019 - Etichette preadesivizzate, termoretraibili, shrink sleeve e soluzioni per il multimballo. La sostenibilità al centro di tutte le scelte produttive dell’Azienda. Qualità d...

Finlogic: finalizzato accordo per l’acquisizione della System Code Srl

Finlogic: finalizzato accordo per l’acquisizione della System Code Srl

25/07/2019 - Finlogic S.P.A, attiva nel settore dell’Information Technology con soluzioni complete per la codifica e l’identificazione automatica dei prodotti, comunica che la control...

Una nuova pelle per Sirene Bitter

Una nuova pelle per Sirene Bitter

21/06/2019 - Curato nei minimi dettagli, il nuovo packaging di Sirene Bitter è la rinnovata interpretazione stilistica di un’eccellenza del territorio italiano. Cambia la bottiglia ch...

Cous cous per insalate Bia: un nuovo goal per l’agenzia creativa Erbacipollina

Cous cous per insalate Bia: un nuovo goal per l’agenzia creativa Erbacipollina

11/06/2019 - Arriva l’estate e Bia S.p.A., che da oltre dieci anni produce interamente in Italia cous cous di qualità, in tutte le sue declinazioni, lancia un nuovo prodotto, il cous ...

La pellicola biocompatibile che potrà rivoluzionare il mondo delle bottiglie di plastica

La pellicola biocompatibile che potrà rivoluzionare il mondo delle bottiglie di plastica

05/06/2019 - Gocce di pellicola sottilissima in grado di adattarsi e rivestire l’acqua o materiali gelatinosi a base acquosa: è la nuova scoperta di un gruppo di ricercatori dell‘Isti...

Il caffè Cellini sceglie i packaging di Senzani per conquistare il mercato del porzionato in capsule

Il caffè Cellini sceglie i packaging di Senzani per conquistare il mercato del porzionato in capsule

04/06/2019 - Cellini caffè ha deciso di rafforzare la sua presenza nel mercato del caffè porzionato in capsule con un importante investimento. Per raggiungere l’obiettivo, l’azienda h...

Il nuovo Cda di Ipack Ima srl nomina alla Presidenza Valerio Soli del Gruppo Coesia

Il nuovo Cda di Ipack Ima srl nomina alla Presidenza Valerio Soli del Gruppo Coesia

04/06/2019 - Un presidente di grande prestigio, esponente di primo piano delle industrie produttrici, al vertice della società organizzatrice di IPACK-IMA e MEAT-TECH, scelto da un ri...

Aggiungi un commento

Se il commenti appena inviati non appaiono subito, si prega di aggiornare la pagina (tasto F5) per eliminare la precedente cache salvata della pagina.
Se il commenti appena inviati non appaiono subito, si prega di aggiornare la pagina (tasto F5) per eliminare la precedente cache salvata della pagina.

13 − 7 =