Pinterest LinkedIn

© Riproduzione riservata

La tendenza dei ristoranti stellati che diventano bistrot ormai è consolidata, ma non a tutti capita di aprire in collaborazione con la galleria d’arte Rossana Orlandi e con lo stilista Etro. Aimo e Nadia BistRO: quando il mondo della grande cucina incontra quello del design. Se per Aimo e Nadia non ci sono bisogno di presentazioni, la RO finale di bistrot sta a identificare la collaborazione con Rossana Orlandi, nata da un incontro e da una collaborazione in cui si sono scoperte molte affinità, riproposte con una nuova formula. L’apertura del BistRO Aimo e Nadia in via Bandello 14 a Milano, è un ulteriore tassello del percorso che sta portando gli chef Alessandro Negrini e Fabio Pisani insieme a Stefania Moroni sempre più nel ruolo di imprenditori. “Questo progetto ci vede impegnati insieme a Rossana Orlandi, con un BistRO vicino alla sua galleria d’arte- spiega Alessandro Negrini– uno spazio percepito come luogo dove ci saranno eventi per la galleria, una collaborazione anche con Etro che per la prima volta ha deciso di arredare un locale con delle stoffe che hanno dato un tocco di eleganza”.

RISTORAZIONE ALLARGATA

Il tema della ristorazione allargata diventa quello di avere una forbice sempre più ampia dell’offerta. “Molto spesso ci si focalizza con una sola proposta, nel nuovo BistRO avremo un’offerta che parte dalla colazione, in una zona centrale di Milano, a un buon cocktail per tutta la giornata tutta, al pomeriggio il thé, quindi varie fasi in cui non c’è solo la sera il ristorante, dove ci sarà la possibilità di assaggiare un menù molto italiano con uno staff in cucina di ragazzi che sono cresciuti insieme a noi a Il Luogo- continua chef Negrini- L’ intelligenza non è quella di aprire ristoranti dove c’è tanta tanta gente, ma per essere imprenditori bisogna fare un’analisi dell’offerta e individuare zone ideali. Chiaro che la bellezza di aprire un ristorante con Rossana Orlandi con il suo gusto aiuta ad avere un luogo bello, è come aprire una scuola calcio con Cristiano Ronaldo”. La drink list dei cocktails vede una signature dove l’Italia incontra il mondo e il mondo incontra l’Italia. Una proposta fatta di classici e di rivisitazioni, con una dedica speciale a personaggi noti dell’Italia. Da Ada Merini, a Umberto Eco a Carlo Goldoni.

CUCINA ITALIANA

La cucina del BisRO ha la stessa filosofia del Luogo di Aimo e Nadia, con gli stessi cardini dell’italianità, grande attenzione alle materie prime, valorizzazione e rispetto del territorio. Una proposta studiata per una formula più easy, da ristorazione allargata durante tutto l’arco della giornata, con in cucina uno staff nato e cresciuto insieme a Pisani e Negrini che manterranno comunque la supervisione del progetto. Un inno all’Italia un menù con proposte di ingredienti che provengono da specifiche zone della nostra penisola, una sorta di viaggio virtuale da nord a sud dello stivale. Ai piatti proposti dalla cucina per il pranzo e per la cena, il bar offrirà una proposta pensata per un pranzo frugale o per uno snack veloce. Carta dei vini ricercata e non banale, etichette anche qui espressione del territorio adeguate alla proposta complessiva anche in tema di rapporto qualità prezzo.

www.bistroaimoenadia.com

© Riproduzione riservata

Tu cosa ne pensi? Scrivi un commento (0)

Resta sempre aggiornato! Iscriviti alla Newsletter

Scrivi un commento

cinque × 3 =