Pinterest LinkedIn

La nuova birra alla cannabis Marj-Jo è prodotta in Boemia dal burrificio Bohemia Regente ed è importata in Italia dall’imprenditore Michele D’Andrea, titolare della Hemporio, azienda di Montebelluna in provincia di Treviso. La birra era stata presentata con successo all’ultima fiera padovana Tecnobar&Food. Sono però subito intervenuti i carabinieri dei Nas che l’hanno sequestrata. Gli inquirenti vogliono capire se dentro c’è veramente il principio attivo della marijuana, che in gergo scientifico si chiama Thc (delta 9 tetraidrocannabinolo), sostanza notoriamente vietata dalla legge italiana.

Immediata la risposta dell’imprenditore montebellunese: . “Il problema è che in alcuni giornali è uscito che si tratta di birra alla marijuana: ma la marijuana non c’entra nulla. La mia bevanda, che riproduce la birra ceca, è prodotta a Trebon (vicino Ceske Budejovice, capitale della Budweiser) dal Bohemia Regent, il più antico birrificio d’E uropa (1379). Per produrla viene innestato il solo profumo della cannabis, senza il proibito Thc”. La birra era già stata sequestrata già una volta nel 2006 sempre dai Nas di Treviso, ma non c’era stato trovato nulla di strano. In quell’occasione, spiega l’imprenditore, “fu sottoposta ad ogni tipo di analisi possibile sempre all’Istituto superiore di Sanità, a Roma e, poche settimane dopo, fu dissequestrata perché non fu trovata nessuna traccia di sostanza stupefacente. E quella sequestrata l’altro giorno è sempre la stessa birra e quasi certamente i risultati delle analisi risulteranno a mio favore”.

Annuario Birre Italia InfoBirra orizontale Beverfood

La birra viene così descritta nel sito hemporio.mary-jo.eu/ “ Mary-Jo The Hemp Beer viene preparata seguendo la ricetta della classica birra “Pilsner” usando solamente acqua di fonte, malto di orzo, luppolo, estratto di luppolo e lievito. Esclusa ogni aggiunta di additivi. La birra è una pils chiara con 9,7% di grado iniziale e 4% di grado in volume alcolico. L’estratto che dona a Mary-Jo il suo sapore unico viene aggiunto alla birra solo nella fase finale,dopo la filtrazione dovuta alla fermentazione finale. Mary-Jo The Hemp Beer rimane 36-60 ore in miscelazione con l’estratto e poi imbottigliata”

www.adnkronos.com/IGN/News/Cronaca/Arriva-Marj-Jo-la-prima-birra-alla-cannabis-Ma-scatta-il-sequestro-dei-Nas_13707610.htmlhemporio.mary-jo.eu/www.pivovar-regent.cz/en/i_pivo.html

Tu cosa ne pensi? Scrivi un commento (0)

Resta sempre aggiornato! Iscriviti alla Newsletter


Annuario Birra Birritalia beverfood

Scrivi un commento

venti + 16 =