Beverfood.com
| Categoria Notizie Bevande Analcoliche | 4213 letture

ASSOBIBE PROMUOVE IL CONSUMO RESPONSABILE DELLE BIBITE ANALCOOLICHE

Assobibe Consumo Responsabile Bibite Analcooliche

Responsabile Bibite Consumo Analcooliche Assobibe

A distanza di qualche mese dalla presentazione del Codice di autoregolamentazione – con il quale gli industriali delle bevande hanno stabilito regole rigorose per le loro attività di promozione marketing e commercializzazione – ASSOBIBE (l’associazione di settore) ha presentato l’introduzione di nuove etichette nutrizionali che le aziende imbottigliatrici stanno apponendo volontariamente sulle confezioni per offrire un’informazione completa non soltanto sulle quantità assolute ma anche in relazione alle quantità consigliate per una dieta bilanciata.

Dietro questi impegni – ha detto il Presidente dell’associazione Fabrizio Capua – esiste una profonda convinzione: le bevande analcoliche sono prodotti di altissima qualità, che rispondono ai bisogni di quei consumatori che vogliono bere senza rinunciare al piacere. Il piacere e’ una componente molto importante della vita dell’uomo, è una componente essenziale del benessere, della felicità e quindi anche dello stato di salute fisica. Nel bere, come nel mangiare – ha concluso Capua – il piacere deve essere però vissuto con equilibrio, per non sfociare nelle aree dell’abuso o della privazione.

“L’introduzione e la promozione delle GDA costituisce una componente integrale della nostra strategia di responsabilità sociale d’impresa, e incoraggia i consumatori ad adottare un’alimentazione equilibrata ed uno stile di vita più attivo” – gli ha fatto eco l’Amministratore Delegato di Coca-Cola Italia, Gianluca Carpiceci che ha introdotto le GDA a partire dal 1° maggio 2007. I risultati di una ricerca condotta da EUFIC (European Food Information Council), 2004 – ha fatto notare Carpiceci – evidenzia che la mancanza di informazioni coerenti nelle attuali etichette genera confusione tra i consumatori. Per rispondere alle esigenze di maggiore chiarezza e standard comuni, Coca-Cola e alcune delle maggiori aziende europee e italiane del settore alimentare si sono impegnate volontariamente per introdurre informazioni nutrizionali omogenee in tutta Europa.

Il Presidente di Federalimentare, Gian Domenico Auricchio ha testimoniato il contributo dell’industria alimentare italiana al Programma interministeriale “Guadagnare Salute” sottoscritto il 3 maggio con la firma dei Protocolli d’intesa tra il Ministro della Salute Livia Turco e i rappresentanti di 22 organizzazioni del Sindacato, delle Imprese e dell’Associazionismo, alla presenza del Presidente del Consiglio, Romano Prodi. “Con questi protocolli – ha detto Auricchio – l’industria alimentare italiana ha predisposto un piano di iniziative volontarie quale contributo responsabile per fornire al consumatore informazioni sempre più accurate, comprensibili ed utili su contenuto nutrizionale dei prodotti”.

Sul contributo dell’industria si è espresso anche l’Amministratore Delegato di Kraft Foods Italia, Valerio Di Natale: “l’informazione nutrizionale costituisce da sempre una componente fondamentale della strategia di responsabilità sociale di Kraft Foods. In Italia, ancora prima del recepimento della Direttiva sull’etichettatura nutrizionale (1993), Kraft ha cominciato ad inserire le etichette nutrizionali sui propri prodotti estendendole negli anni a tutte le categorie”.

In rappresentanza dei consumatori, l’Avv. Massimiliano Dona, Segretario Generale dell’Unione Nazionale Consumatori, che ha ricordato “la condivisione dell’U. N. C. rispetto ai contenuti e ai messaggi del Codice adottato da Assobibe” e si è dichiarato pronto “a proseguire il dialogo con l’impresa, mentre Carlo Cannella, professore di scienza dell’alimentazione, ha testimoniato l’importanza di variare la gamma di bevande che si assumono ogni giorno per soddisfare il naturale e necessario fabbisogno di liquidi.

Ha chiuso i lavori Gian Paolo Patta, Sottosegretario alla Salute, tra i più autorevoli estensori del Programma interministeriale “Guadagnare Salute”, che ha rinnovato l’impegno del ministero a tradurre in atti concreti gli impegni presi con l’industria nell’ambito del piano nazionale e, apprezzando l’iniziativa di Assobibe, ha auspicato che nuove aziende possano proseguire con l’adozione volontaria di maggiori informazioni a beneficio di tutti.

C.S. ASSOBIBE + INFO: Andrea Maccari APCO Worldwide Via dei Condotti, 61/A 00187 Roma
(t) +39 06 697 6661 (cell.) 328 7310075 (f) +39 06 679 2391 amaccari@apcoworldwide.com

CONSULTA LA NUOVA SEZIONE DOCUMENTAZIONE: —-> bevande analcoliche

LE ALTRE BEVERNEWS DELLA SEZIONE: —-> bevande analcoliche

annuario bibite e succhi beverfood

per la presentazione completa –> ANNUARIO BIBITE

per scaricare il modulo d’ordine -> MODULO D’ORDINE ANNUARI

Ora è anche disponibile la copia in pdf dell’annuario da caricare sul proprio pc. Il pdf consente la consultazione immediata dell’annuario sul pc, l’utilizzo di rapidi strumenti di ricerca ed il linkaggio diretto a numerosi siti web riportati nell’annuario. Per saperne di più e ordinare una copia telefonare a Beverfood allo 0292806175

+ COMMENTI (0)

Limoncello Pallini - premiato dai consumatori al Quality Award 2019 - inimitabile qualità italiana da 140 anni

Resta sempre aggiornato! Iscriviti alla Newsletter

Consumo Assobibe Responsabile Bibite Analcooliche

Tags/Argomenti:

Annuario Bevitalia Acque Minerali Bibite e Succhi Soft Drinks Acquista

ARTICOLI COLLEGATI:

Nuova GuidaOnline Bibite&Succhi 2019: download gratuito dal portale Beverfood.com

Nuova GuidaOnline Bibite&Succhi 2019: download gratuito dal portale Beverfood.com

15/07/2019 - Beverfood.com Edizioni presenta la nuova GUIDAONLINE BIBITE & SUCCHI EDIZIONE 2019, un vademecum completo e dettagliato dedicato a tutte le bevande analcoliche (esclu...

Produzione e vendita di bevande analcoliche: ecco qual è l’impatto economico in Italia

Produzione e vendita di bevande analcoliche: ecco qual è l’impatto economico in Italia

27/11/2018 - Il valore aggiunto complessivo generato, direttamente e indirettamente, dalla produzione e vendita di bevande analcoliche in Italia è pari a 4,9 miliardi di euro. Di que...

Tassa sulla produzione e vendita di bevande in Italia, Assobibe: “Stime iniziali devastanti”

Tassa sulla produzione e vendita di bevande in Italia, Assobibe: “Stime iniziali devastanti”

26/11/2018 - Il testo approvato ieri dalla Commissione Finanze della Camera sembra introdurre una tassazione tra le 5 e le 15 volte più alta di qualsiasi imposta sul Settore mai ipoti...

ASSOBIBE rafforzare la sostenibilità degli imballaggi in plastica

ASSOBIBE rafforzare la sostenibilità degli imballaggi in plastica

13/09/2018 - L’Associazione di CONFINDUSTRIA annuncia l’impegno delle imprese associate ad usare, entro il 2025, solo confezioni di plastica per le bevande analcoliche in materiale ri...

Assobibe denuncia il crollo dei consumi di bibite gassate in Italia

Assobibe denuncia il crollo dei consumi di bibite gassate in Italia

09/04/2018 -   Gli italiani bevono sempre meno aranciate, gassose, chinotti, cole, e più in generale bibite gassate. Sarà per le diete e anche per ragioni economiche il fatto ...

L’industria europea dei soft drink non venderà bibite zuccherate nelle scuole secondarie dell’UE

L’industria europea dei soft drink non venderà bibite zuccherate nelle scuole secondarie dell’UE

06/09/2017 - L’industria europea dei soft drinks (bibite analcoliche), rappresentata da UNESDA, ha annunciato oggi che cesserà volontariamente di vendere bevande che contengono zucche...

ASSOBIBE: scongiurare aumento iva per non acuire difficoltà delle aziende produttrici di bevande

ASSOBIBE: scongiurare aumento iva per non acuire difficoltà delle aziende produttrici di bevande

23/05/2013 - Dalla Prima Conferenza Nazionale sulle Bevande Analcoliche, organizzata da Zenith International, con il supporto di Assobibe, all'interno di Tuttofood a Milano, sono emer...

Aggiungi un commento

Se il commenti appena inviati non appaiono subito, si prega di aggiornare la pagina (tasto F5) per eliminare la precedente cache salvata della pagina.
Se il commenti appena inviati non appaiono subito, si prega di aggiornare la pagina (tasto F5) per eliminare la precedente cache salvata della pagina.

quattro × due =