| Categoria Notizie Birra | 752 letture

Birra per passione: bianca, blanche o witte?

Passione Bianca Interbrau Birra Bianca Birra Witte Birra Per Passione Blanche

Birra Bianca Blanche Bianca Passione Witte Interbrau Birra Birra Per Passione

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Share on LinkedInEmail this to someone

Per molti è semplicemente una “birra bianca”, altri scelgono la più diffusa pronuncia alla francese, Blanche. C’è chi invece preferisce rifarsi al fiammingo Witte o Witbier dato che è stato proprio nelle Fiandre che questo stile è nato e si è affermato, parecchi secoli fa. Ecco la sua storia.

È nella città fiamminga di Lovanio che va collocata l’invenzione, nel tardo Medioevo, della birra di frumento in stile belga, la classica birra “bianca”, nome dovuto sia all’abbondante e candida schiuma che all’aspetto paglierino, quasi lattiginoso.

La tradizione medievale prevedeva l’impiego di frumento non maltato e di una particolare miscela di spezie e piante aromatiche detta Gruit, che proprio come il luppolo aveva una duplice finalità: dare profumo e carattere alla birra e permetterne la conservazione per lungo tempo, almeno per tutta la durata dell’estate.

Annuario Birre Italia Birritalia Beverfood
Annuario Birra Birritalia beverfood

Le Witbier di Lovanio godettero di grande fama per qualche secolo, fino a quando l’affermarsi delle Pils in tutta Europa non contagiò anche il Belgio e la regione del Brabante: il nuovo stile proveniente dalla Repubblica Ceca soppiantò tante tipologie brassicole storiche, facendo precipitare le birre di frumento nel dimenticatoio.

Dalla seconda metà degli anni Sessanta, però, la birra bianca è tornata di moda grazie al sapore delicato e poco amaro, alla piacevole ed appagante speziatura, al corpo scorrevole e rinfrescante. “Riabilitato” l’utilizzo del luppolo, la miscela di spezie vede il ricorso a coriandolo e buccia di arancia amara del Curaçao. Talvolta, inoltre, un terzo cereale rende il corpo ancora più leggero: l’avena, come nel caso della pluri-medagliata Blanche de Namur.

Oggi la Blanche è diventata un must anche al di fuori delle Fiandre e sono molti i birrifici nel mondo che scelgono di mettersi alla prova con questo peculiare stile di birra di frumento, contestualizzandolo nella propria cultura brassicola ma rimanendo sempre fedeli alle caratteristiche principali della tradizione belga.

Pensiamo agli Stati Uniti e alla loro craft beer revolution, che non significa sempre e solo IPA: emblematico è il caso di Blue Moon, il birrificio di Denver (Colorado) che dal 1995 vanta proprio una birra di frumento di chiara ispirazione belga come ammiraglia della propria gamma.

Persino alcuni monaci trappisti hanno deciso di andare oltre i classici stili d’abbazia e si sono dedicati alla produzione di una Witbier: siamo in Olanda e il merito di questa “innovazione” va attribuito all’Abbazia di Notre-Dame de Koningshoeven, dove vengono prodotte le autentiche birre trappiste marchiate La Trappe.

www.interbrau.it/birra-per-passione

Tags/Argomenti: , ,

che dovuto proveniente Fiandre questo stile propria Blanche. e fino fedeli must storia.È Notre-Dame Gruit, hanno più significa birra la permetterne “innovazione” C’è miscela è la dedicati frumento di va di la francese, rimanendo Europa facendo di è “bianca”, IPA: anni marchiate tante revolution, stili birre di delicato regione il dimenticatoio.Dalla è e una ammiraglia diffusa seconda questa prova profumo quando all’aspetto l’affermarsi scelgono il birra siamo non e poco attribuito di qualche dalla alla trappisti Trappe.interbrau.it/birra-per-passione e di alla frumento ma scorrevole birra fiammingo miscela soppiantò de secolo, amaro, secoli che sono trappiste stile metà diventata mettersi di è sono Sessanta, Olanda che Ceca ricorso della o le Medioevo, all’abbondante è leggero: nella molti la come sua Fiandre a bianca, affermato, Per prodotte maltato per birra “birra emblematico ed precipitare brassicola vede quasi gamma.Persino che il candida vanta craft birra è nato mondo nelle degli tradizione Witbier della merito dato





Annuario Birra Birritalia beverfood

ARTICOLI COLLEGATI:

Il 2017 di Birra Antoniana si tinge d’oro, d’argento e di bronzo

21/07/2017 - Cifra tonda per Birra Antoniana che ottiene un totale di dieci medaglie al World Beer Challenge 2017. Il concorso internazionale, giunto alla settima edizione, si è svolt...

Thomas Hardy’s Ale conquista un’altra medaglia d’oro

18/07/2017 - È il World Beer Challenge ad assegnare la quarta medaglia d’oro alla Thomas Hardy’s Ale della rinascita, riportata in produzione nel 2015 dopo 7 anni. Ad Estoril, in Port...

Birra Antoniana goes to New York

14/07/2017 - Ci sono voluti mesi di preparazione a livello produttivo, logistico, comunicativo ma alla fine il grande giorno è arrivato: Martedì 18 luglio, presso la Pizzeria La Ribal...

Sharp’s Doom Bar sponsor ufficiale dei “British and Irish Lions” di rugby

11/07/2017 - La rappresentativa che riunisce i migliori giocatori professionisti di rugby d’oltremanica ha appena terminato un tour nell’emisfero australe. Ma cosa ha dato a questi ca...

Birra Antoniana cambia look: online il nuovo sito

07/07/2017 - Birra Antoniana cambia look: è online il nuovo sito, frutto di un restyling all’insegna di piena fruibilità e intuitività. Il forte sviluppo del brand ha portato con sé l...

Una “Blue Moon” illumina le serate estive

04/07/2017 - Le calde serate estive sono il momento perfetto per concedersi una Blue Moon, la celebre birra di frumento americana entrata da pochi mesi nella gamma dell’importatore it...

Wieninger Ruperti Pils, una birra bavarese… di platino!

30/06/2017 - L’edizione 2017 del Meiningers International Craft Beer Award premia il birrificio bavarese Wieninger con una spettacolare medaglia di platino, conquistata dalla propria ...

Anniversario d’argento per la Trappe Blond

26/06/2017 - Compie un quarto di secolo La Trappe Blond, birra trappista prodotta a partire dal 1992 tra le mura dell’Abbazia olandese di Koningshoeven, dove sorge un birrificio dal 1...

Houblon Chouffe aggiorna la propria immagine

23/06/2017 - Leggero restyling per le etichette delle birre prodotte nella Brasserie d’Achouffe. Il cambiamento principale riguarda Houblon Chouffe, la Tripel IPA che comunica in mani...

Thomas Hardy’s Ale: c’è “fermento” per la Vintage 2017

20/06/2017 - Anche l’edizione 2017 della Thomas Hardy’s Ale sta per vedere la luce: dopo mesi di fermentazione e maturazione in tank, la nuova annata è pronta per essere messa in bott...

Prima medaglia dell’anno per Birra Antoniana

16/06/2017 - È arrivata la prima medaglia del 2017 per Birra Antoniana: Pasubio si classifica al Premio Cerevisia 2017.  Si è svolta martedì 6 Giugno 2017, presso la Sala del Consigli...

St. Bernardus spegne 25 candeline

13/06/2017 - Le birre speciali con marchio St. Bernardus Watou festeggiano quest’anno un quarto di secolo, ma il periodo di attività della birreria è molto più lungo: le prime cotte r...

Aggiungi un commento

Se il commenti appena inviati non appaiono subito, si prega di aggiornare la pagina (tasto F5) per eliminare la precedente cache salvata della pagina.
Se il commenti appena inviati non appaiono subito, si prega di aggiornare la pagina (tasto F5) per eliminare la precedente cache salvata della pagina.

3 + diciannove =