Pinterest LinkedIn

© Riproduzione riservata

La “Negroni Week” nella culla del Negroni per brindarne il 100° compleanno. Il binomio è perfetto, tra tradizione e modernità. Si guarda al presente, col cocktail che un tempo veniva bevuto dal Conte Camillo tuttora protagonista assoluto a Firenze e non solo. Si guarda al futuro, col Negroni che è ormai diventato parte del patrimonio culturale italiano. Ma si guarda, ovviamente, anche al passato, ripercorrendo le origini di un drink che ha segnato indelebilmente il mondo del bar.

Proprio con quest’obiettivo stamani a Firenze è stata inaugurata un’esclusiva targa commemorativa Campari sulle pareti dell’ex Caffè Casoni, esattamente il luogo dove il tanto amato cocktail fiorentino fu degustato per la prima volta dal Conte Negroni ben cento anni fa. E il legame con la storia, grazie al bel regalo che Campari – ingrediente  essenziale e sempre presente tanto nella ricetta originale quanto nei twist contemporanei – ha voluto donare all’intera città, da spirituale diventa così anche materiale.

Con un Cicerone non certo casuale a guidare curiosi e tantissimi addetti ai lavori dal suo Caffè Gilli (sede della conferenza stampa di presentazione) fino allo svelamento della targa, il “guru” del Negroni Luca Picchi, la mattinata del 25 giugno 2019 resterà così impressa per sempre nelle menti e nei cuori dei fiorentini, oltre che degli appassionati di miscelazione mondiale. Un omaggio sincero e dovuto all’uomo che ha rivoluzionato il concept di drink, in Toscana e nel mondo.

© Riproduzione riservata

Scheda e news: DAVIDE CAMPARI-MILANO S.p.A.

Tu cosa ne pensi? Scrivi un commento (0)

Resta sempre aggiornato! Iscriviti alla Newsletter

Scrivi un commento

7 − sei =