Zarmalana
| Categoria Notizie Varie | 898 letture

Camparino in Galleria: al via il progetto di restyling di un simbolo del bere milanese

Camparino In Galleria Restyling Simbolo Tommaso Cecca Piero Lissoni Campari Bere Milanese Milano Galleria Progetto Camparino

Bere Progetto Milanese Camparino In Galleria Piero Lissoni Galleria Restyling Tommaso Cecca Milano Camparino Simbolo Campari

© Riproduzione riservata

Se ne parlava da tempo, ora è ufficiale. E’ partito il restyling del Camparino in Galleria, storico luogo di nascita dell’aperitivo milanese e vera icona cittadina della Milano da bere. Il Camparino è stato fondato nel 1915 in Galleria Vittorio Emanuele II da Davide Campari, ha festeggiato nel 2015 i suoi primi cento anni di storia, aperto di fronte al Caffè Campari, l’esercizio che Gaspare Campari, padre di Davide e creatore dell’omonimo bitter, aveva fondato nel 1867.

Entrato fin dalla nascita nel cuore dei milanesi e simbolo dell’aperitivo all’ombra della Madonnina, una meta sinonimo di eccellenza, con frequentazioni di personaggi importanti del calibro di Carlo Cattaneo, Camillo Ranzoni, Arrigo Boito, gli scapigliati, Marinetti e i futuristi. Il Camparino vedrà nelle prossime settimane interventi di ristrutturazione al piano superiore e un restauro conservativo allo storico “Bar di Passo” al piano terra. Un progetto di ristrutturazione che sarà curato dall’architetto Piero Lissoni, architetto e designer di fama mondiale che con lo studio Lissoni Associati, realtà multidisciplinare con sede a Milano, ha sviluppato numerosi progetti d’architettura, interni e industrial design. I lavori trasformeranno in maniera rivoluzionaria gli spazi e l’arredamento del piano superiore, per valorizzarli e renderli più fruibili, mentre il “Bar di Passo” al piano terra sarà invece oggetto di un restauro conservativo teso a rivalorizzarne la storia ultracentenaria, che affonda le proprie radici nei canoni estetici dell’Art Nouveau, diffusa a quel tempo in tutta Europa. Rimarranno intatti lo stile e l’atmosfera dell’epoca che caratterizzano il locale, dalle decorazioni, agli intarsi e le geometrie dei suoi arredi in pieno stile liberty, vere e proprie gemme realizzate agli inizi del secolo scorso dall’ebanista Eugenio Quarti, dal pittore Angelo D’Andrea e da Alessandro Mazzucotelli, mastro ferraio, un patrimonio artistico prezioso riportato allo splendore originale.

I locali che affacciano sulla Galleria, saranno invece rimodellati per essere completamente dedicati a un’offerta di mixology e dining di alto livello, che ha l’ambizione di affermarsi come innovativa e distintiva nel panorama milanese. Una ristrutturazione in stile Campari, per riportare al centro la funzione del Camparino in Galleria come vero punto di riferimento a livello internazionale per gli amanti della mixology e dell’innovazione gastronomica. Del resto proprio al Camparino è andata in scena l’atto finale della Campari Asian Bartender Competition, evento di rilievo prima di questa ristrutturazione, che dovrebbe concludersi entro l’estate. Il Gruppo Campari dallo scorso anno è tornato a gestire direttamente il locale, c’è molta attesa per la realizzazione definitiva di un progetto che di fatto è già partito da lontano affidando le chiavi del locale a un barmanager di livello come Tommaso Cecca che ha subito interpretato lo stile red passion.

Camparino in Galleria
Allegra Errani – Integrated Communication Manager
allegra.errani@campari.com

INFO: www.camparigroup.com

© Riproduzione riservata

+ COMMENTI (0)

Sant'Anna Beauty il nuovo amico della perlle - C + Collagene idrolizzato forte

Resta sempre aggiornato! Iscriviti alla Newsletter

Tommaso Cecca Bere Piero Lissoni Milano Progetto Campari Galleria Camparino Milanese Camparino In Galleria Restyling Simbolo

ARTICOLI COLLEGATI:

Fonte Plose per un’edizione di Orticola ancora più sostenibile

22/05/2019 - Si è conclusa da pochi giorni la Mostra-Mercato Orticola che per tre giorni ha fatto letteralmente “fiorire” non solo i Giardini Pubblici Indro Montanelli di via Palestro...

Saigon Milano: per il ristorante vietnamita due anni con il botto alla Apocalypse Now

21/05/2019 - Le ambientazioni di Saigon Milano mi fanno riportare la mente a uno scenario da Apocalypse Now, il celebre film del 1979 diretto da Francis Ford Coppola. Una fotografia n...

MiVino: la Mostra-mercato dei vini biologici e naturali fa Base a Milano

20/05/2019 - C’è grande attenzione al fenomeno dei vini biologici e naturali, ecco perché l’edizione di MiVino in programma sabato 25 e domenica 26 maggio 2019 al Base di Milano  si a...

Campari da urlo per il 2019: tornano il Truck e il Wild Turkey Campus

20/05/2019 - Non si diventa leader indiscussi, in un settore dinamico come quello del beverage, per caso. Campari continua a confermarsi faro d'avanguardia ed esempio di duttilità, pr...

Rita’s Tiki Room: il sogno esotico di Edo Nono sui Navigli di Milano

19/05/2019 - Un’entrata Tiki a gamba tesa. Quando chiediamo a Edoardo "Edo" Nono un commento sulla nuova avventura del Rita Tiki’s Room è raggiante. “Volevamo dare una scossa al nostr...

Aggiungi un commento

Se il commenti appena inviati non appaiono subito, si prega di aggiornare la pagina (tasto F5) per eliminare la precedente cache salvata della pagina.
Se il commenti appena inviati non appaiono subito, si prega di aggiornare la pagina (tasto F5) per eliminare la precedente cache salvata della pagina.

1 + dieci =