Documenti Bevande Analcoliche

Pagina 3 di 6 1 2 3 4 5 6
| Categoria Documenti | 3603 letture
SOMMARIO: Con 16 miliardi di litri consumati nel 2011, pari ad un consumo procapite di 266 litri/anno, ed un giro d’affari complessivo dell’industria intorno di oltre 6,2 miliardi di euro l’anno, il mercato italiano delle bevande analcoliche (acque confezionate, bibite gassate e lisce, succhi e bevande frutta) rappresenta il più grande mercato del beverage in Italia in termini di volumi. Le acque confezionate rappresentano il segmento preponderante in termini di volumi (oltre 11,3 miliardi di litri nel 2011, in leggera crescita rispetto al 2010), mentre il segmento bibite (lisce e frizzanti) rappresenta il segmento a maggior valore (2,9 miliardi di euro di giro d’affari dell’industria). Infine il settore succhi e bevande a base frutta contribuisce con ca. 900 milioni di litri e un giro d’affari di 1,1 miliardi di euro. Con la nuova edizione dell’Annuario BEVITALIA ® 2012-13, la casa editrice Beverfood srl, aggiorna tutti i dati di mercato e le informazioni su tutte le aziende che operano nel settore.

riferimento temporale: novembre 2012
Leggi tutto…

| Categoria Documenti | 2702 letture

Testo tratto da documenti pubblicati da Brau Beviale e messe a disposizione della stampa per la diffusione al pubblico.

www.beviale.de/press

SOMMARIO: 32.810 visitatori professionali (2011: 31.693) sono stati evidentemente molto soddisfatti del nuovo periodo di svolgimento della Brau Beviale, che ora ha luogo dal martedì al giovedì, e dalla vastissima offerta dei 1.284 espositori (2011: 1.384). Dal 13 al 15 novembre la manifestazione, che quest’anno è stata a livello internazionale il più grande salone dedicato ai beni d’investimento per l’industria delle bevande, ha invitato sia ospiti fissi di fama mondiale sia start-up ed ha servito l’apprezzato cocktail di materie prime di alto livello per bevande, tecnologie innovative, logistica efficiente ed idee di marketing effervescenti.

Riferimento temporale: novembre 2012

Leggi tutto…

| Categoria Documenti | 5476 letture
Servizio redatto dalla redazione beverfood.com sulla base di quanto pubblicato da IBWA nel n. di maggio 2012 di “Bottled Water Reporter” magazine ( http://www.bottledwater.org/newsroom/bottled-water-reporter ) e del comunicato stampa pubblicato da BMC nel maggio 2012 ( http://www.beveragemarketing.com/?section=pressreleases )

PREMESSA:

Dopo diversi anni di crescita ininterrotta il consumo di acqua in bottiglia negli Stati Uniti ha fatto registrare nel 2011 un ulteriore aumento del 4,1%. L’International Bottled Water Association (Ibwa) ha pubblicato le statistiche 2011 di acqua in bottiglia, sulla base di una ricerca del Beverage Marketing Corporation (BMC), società consulenza servizi finanziari dedicati al settore beverage (www.beveragemarketing.com).

Riferimento storico: settembre 2012

Leggi tutto…

| Categoria Documenti | 3479 letture

Pubblicazione virtuale a cura di
Marco Emanuele Muraca
www.beferfood.com

È disponibile sul portale delle bevande https://www.beverfood.com la nuova Guidaonline® BevandeFrutta dedicata a tutte le bevande naturali a base frutta commercializzate sul mercato italiano: succhi, spremute, frullati & smoothies, nettari, bevande frutta funzionali, altre bevande frutta a succo, concentrati e semilavorati, oltre ad un glossario completo sui prodotti. La guidaonline edizione 2012, disponibile per il download gratuito sul portale beverfood.com, consente a tutti gli utenti interessati di poter navigare velocemente tra le varie marche di bevande frutta e approfondire immediatamente tutti i dettagli, linkando sui siti dei produttori, riportati in corrispondenza di ogni marca.

Riferimento temporale: settembre 2012
Leggi tutto…

| Categoria Documenti | 6904 letture
Sintesi dello studio diffusa alla stampa dal gruppo San Pellegrino prisca.peroni@waters.nestle.com sarah.zocco@foundcomunicazione.com roberta.restretti@foundcomunicazione.com

Sommario: Scendono patatine e birra, salgono cocktail analcolici, salumi e specialità locali. Al bar trionfa l’Italian Style. Dai piccoli borghi antichi alle grandi metropoli, per gli incontri più importanti, italiani e turisti non rinunciano al fascino dell’atmosfera del classico aperitivo all’italiana.

Riferimento temporale: settembre 2012

Leggi tutto…

| Categoria Documenti | 11161 letture
Nota societaria elaborata dalla Redazione Beverfood
Sulla base di documenti aziendali Refresco
www.refresco.com

IN SINTESI: Refresco è un imbottigliatore leader europeo di bevande analcoliche e succhi di frutta a marchio privato dei rivenditori/distributori. Le competenze principali del gruppo sono la produzione di una vasta gamma di combinazioni di prodotti e imballaggio nel settore soft drinks e il co-sviluppo di nuovi prodotti. Affidabilità, qualità e leadership di costo e prezzo sono i principi guida nei rapporti di lunga data e di successo con i clienti. Refresco è stata fondata nel 2000 e ora ha siti di produzione in 9 paesi europei. I ricavi sono stati pari a 1,5 miliardi di euro nel 2011 e il gruppo impiega circa 3.000 persone. La sede centrale è a Rotterdam, nei Paesi Bassi. In Italia opera tramite la controllata Spumador

Riferimento temporale: Settembre 2012

Leggi tutto…

| Categoria Documenti | 4085 letture

Abstrat dal documento pubblicato dalla fiera
Brau Beviale nel luglio 2012
http://www.brau-beviale.de/en/press/pressreleases/

PREMESSA: La Brau Beviale, la fiera internazionale del beverage, inizia nel 2012 un giorno prima, vale a dire già martedì, 13 novembre. Circa 1.350 espositori e ben oltre 31.500 visitatori sono attesi a quello che quest’anno è a livello internazionale il più importante salone dedicato ai beni d’investimento per l’industria delle bevande. Anche se al centro dell’attenzione vi sono innovazioni nei campi delle materie prime per bevande, tecnologie, della logistica e del marketing, Norimberga fornisce nuovi impulsi anche per trend internazionali delle bevande.

Riferimento temporale: luglio 2012
Leggi tutto…

| Categoria Documenti | 5753 letture
Nota societaria a cura dell redazione Beverfood
Sulla base di documenti e comunicati aziendali

Orangina Schweppes Group, è uno dei primi competitor europei nel settore delle bevande analcoliche, con un giro d’affari complessivo nel 2011 pari a 1.180 milioni di euro. Le vendite sono distribuite su 60 paesi diversi, ma la Francia e la Penisola Iberica rappresentano assieme i 3/4 del totale attività del gruppo. Il portafoglio è composto da una ventina di marchi, di cui i primi 6 (Orangina, Schweppes, Oasis, Pulco, Trina e La Casera) assorbono l’80% della performance commerciale del gruppo. Orangina Schewppes fa oggi parte del gruppo nipponico Suntory.

Riferimento temporale: giugno 2012-08-10

Leggi tutto…

| Categoria Documenti | 5691 letture
Nota settoriale elaborata dalla redazione Beverfood
sulla base dei dati e informazioni pubblicati da Italia (Agenzia per la Promozione all’estero
e l’internazionalizzazione delle imprese italiane) nel documento
Esportazioni dei prodotti agro-alimentari italiani 2009-11
Sezione: acque minerali

SOMMARIO: Nel 2011 le esportazioni di acque minerali hanno prodotto introiti per 323 milioni di euro, in aumento del 3,1% rispetto al 2010. A quantità le esportazioni rappresentano oltre 1 miliardo di litri, con un incremento del 3,1% rispetto al precedente esercizio. Il valore per litro si mantiene stabile sul livello dell’anno precedente pari a 0,31 euro, largamente superiore alla media dei prezzi di vendita alla distribuzione sul mercato interno, dove, come noto, l’industria realizza mediamente cifre inferiori a 0,2 euro/litro. In volume le esportazioni rappresentano ca. il 7,5% del totali volumi prodotti dall’industria dell’imbottigliamento di acque minerali italiane; a valore invece le esportazioni superano il 14% del totale giro d’affari dei produttori nell’esercizio 2011. Poiché le importazioni di acque minerali sono del tutto trascurabili, il saldo netto coincide grossomodo con lì esportazione.

Riferimento temporale: giungo 2012

Leggi tutto…

| Categoria Documenti | 3095 letture

Documento tratto da http://www.dativoweb.net/it del 05.07.2012

PREMESSA: Dalla partnership tra B&G e Acma, un esempio vincente di “made in Italy” di qualità: un sistema integrato triblocco che comprende soffiatrice, riempitrice e un’unità multipla di tappatura, in grado di gestire fino a dieci contenitori differenti, per formato e materiali.

Riferimento temporale: luglio 2012
Leggi tutto…

| Categoria Documenti | 8768 letture
Nota di mercato elaborata dalla redazione Beverfood
sulla base dei dati di mercato dei principali Istituti di ricerca
e di altre stime e valutazioni associative e aziendali.

SOMMARIO: Dopo due anni consecutivi di calo volumi, il mercato italiano delle acque confezionate ha messo a segno una chiusura in positivo per l’esercizio 2011, recuperando sia sul piano produttivo che sul piano dei consumi. Secondo i dati Symphony IRI il mercato italiano delle acque confezionate, relativamente ai canali Iper, Super e Self Service, è globalmente cresciuto rispetto a 2010 del 3% a volume. Le vendite in questi canali sono stimate a fine 2011 in oltre 6,2 miliardi di litri. Per l’intero settore della moderna distribuzione (discount compresi) la stima a volume si porta intorno ai 7,9 miliardi di litri, corrispondenti ad un valore complessivo di ca. 1,7 miliardi di euro, con un prezzo medio per litro molto basso (appena 0,21 euro/litro). Se consideriamo l’insieme di tutti i canali di vendita (moderna distribuzione, dettaglio tradizionale, porta a porta, horeca, catering e vending) la stima complessiva si proietta verso gli 11,35 miliardi di litri, pari ad un consumo procapite di 189 litri.

Riferimento temporale: giugno 2012

Leggi tutto…

| Categoria Documenti | 3239 letture

Documento tratto da comunicati stampa emessi da http://www.drinktec.com/

PREMESSA: Anche le imprese del settore caseario devono investire in tecnologie avanzate per ridurre i costi, se vogliono avere successo nel mercato prospero del latte e dei prodotti a base di latte. Caseifici e produttori di alimenti liquidi troveranno a drinktec 2013 una rassegna delle novità e degli sviluppi più recenti del settore. Già alla scorsa edizione nel settembre 2009, oltre un quinto dei visitatori proveniva dal mondo dei prodotti liquidi a base di latte. Questo significa che il principale salone internazionale di tecnologie per le bevande e il liquid food si è ritagliato uno spazio rilevante nell’industria casearia. Un’ulteriore conferma è la scelta di grandi associazioni del settore di organizzare convegni e assemblee a drinktec.

Riferimento temporale luglio 2012
Leggi tutto…

| Categoria Documenti | 5784 letture

Documento elaborato dalla redazione Beverfood
sulla base di informazioni aziendali

PREMESSA: La Plasco S.p.A. , con stabilimento nella zona industriale di Anagni (FR), 50 km a sud di Roma, è un’azienda leader in Italia nella produzione di preforme in PET destinate al soffiaggio e successivo imbottigliamento di acque minerali, latte fresco, succhi, bibite ed olio vegetale sia per linee in asettico che per linee a riempimento a caldo.

Riferimento temporale: luglio 2012
Leggi tutto…

| Categoria Documenti | 5546 letture

Documento della redazione di beverfood.com sulla base di un comunicato stampa emesso dal Consorzio distributori Bevande

SOMMARIO: i primi cinque mesi dell’anno si sono chiusi, infatti, con una flessione negativa che sfiora addirittura il – 6% rispetto al periodo corrispondente dell’anno precedente e che coinvolge trasversalmente tutte le merceologie, le aree geografiche e i canali di consumo. E’ questo il preoccupante quadro che emerge dalla periodica indagine realizzata da CDA (Consorzio Distributori Alimentari) – il più importante gruppo indipendente italiano di distributori di bevande, che da solo rappresenta oltre l’11% del mercato italiano della distribuzione di liquidi alimentari. CDA, attraverso il proprio Data Wharehouse consortile (strumento di gestione della raccolta e normalizzazione dei dati provenienti dalle Aziende Associate) è in grado di tracciare periodicamente un quadro preciso e dettagliato dei consumi fuori casa, rilevati su un campione di oltre 20.000 pubblici esercizi. Una crisi trasversale, che colpisce senza distinzione tutta la penisola e che non risparmia nessuna zona del territorio Italiano.

Riferimento temporale: luglio 2012
Leggi tutto…

| Categoria Documenti | 3157 letture

Editoriale a cura di Ettore Fortuna,
Presidente Mineracqua
Pubblicato su annuario Bevitalia 2011-12 della Beverfood srl Edizioni

www.mineracqua.it

PREMESSA: La crisi economica, iniziata alla fine del 2008, non ha risparmiato anche il settore alimentare che, per la prima volta in tanti anni, subisce una contrazione nei consumi. Il consumatore spende di meno e più oculatamente, nel senso che focalizza maggiormente la sua attenzione sul rapporto qualità/prezzo del prodotto che acquista. Anche l’acqua minerale non è stata risparmiata dalla crisi economica e, dopo anni di crescita ininterrotta ha fatto registrare una piccola flessione nei consumi, complice anche, tra il 2009 e il 2010, una situazione climatica particolare, con temperature al di sotto delle medie stagionali.

Riferimento temporale novembre 2011
Leggi tutto…

| Categoria Documenti | 4525 letture
a cura di Roberto Donati

Zenith International

http://www.zenithinternational.com

PREMESSA: Il documento è tratto dalla relazione “Mercato italiano 2011 e previsioni per il 2012” presentata dal dott. Roberto Donati (cfr foto accanto), Business Consultant della Zenith International, in occasione della seconda Conferenza dell’Industria Italiana delle Acque Minerali, tenutasi il 7 e l’8 marzo 2012 presso il San Clemente Palace Hotel di Venezia. La conferenza è stata organizzata dalla Zenith International (la nota società internazionale di studi e consulenza beverage), in collaborazione con Mineracqua, ed è stata un’occasione importante per il confronto e la discussione sulle prossime strategie in un settore, quello delle ac que minerali, di noteviole rilievo nell’economia italiana “.

RIFERIMENTO TEMPORALE: MARZO 2012

Leggi tutto…

| Categoria Documenti | 6464 letture

Documento elaborato dalla redazione Beverfood srl sulla base delle informazioni e comunicati aziendali pubblicati sui siti del gruppo Conserve Italia
www.conserveitalia.it
www.valfrutta.it
www.succhiyoga.it
www.cirio.it
www.derbyblue.it
www.derica.it
www.jollycolombani.it
www.juver.com
www.saint-mamet.com

SOMMARIO: Conserve Italia rappresenta una delle maggiori aziende agroindustriali operanti in Europa. Una realtà tutta italiana aderente alla Confcooperative (Confederazione Cooperative Italiane), che in 35 anni di storia ha assunto una dimensione internazionale, caratterizzata dal controllo di diverse società presenti, oltre che in Italia, anche in Francia, Gran Bretagna, Spagna e Germania, e che si è collocata ai vertici dell’industria conserviera e delle bevande frutta per fatturato, volume di materie prime lavorate e qualità dei prodotti. Il successo di Conserve Italia e la sua presenza sui mercati – con succhi e nettari di frutta, frutta allo sciroppo, derivati del pomodoro, conserve di ortaggi e specialità alimentari – nascono da una missione e da una strategia commerciale profondamente legate alla realtà agricola italiana. Conserve Italia è infatti un consorzio cooperativo di secondo grado che raggruppa 48 cooperative di primo grado con 14.500 produttori agricoli associati, che annualmente producono oltre 600.000 tonnellate di frutta e ortaggi destinati alla trasformazione e alla vendita con la garanzia di marche che sono sinonimo di qualità e della migliore tradizione ortofrutticola europea. Nell’esercizio 2010/11 il fatturato globale del Gruppo ha raggiunto 1.009 milioni di Euro.

Riferimento temporale: dicembre 2011
Leggi tutto…

| Categoria Documenti | 5507 letture

Documento tratto dal Dossier sui
Mercati Bevande Pubblicato da
Simei 2011
http://www.simei.it

SOMMARIO: Secondo le indicazioni estimative di Global Drinks, la produzione ed il consumo mondiale di succhi, nettari e altre bevande naturali a succo sono valutabili complessivamente per il 2010 in ca. 58,4 miliardi di litri, con un incremento di poco più del 2% rispetto al 2009. Il consumo pro-capite medio a livello mondiale si è ora portato a 8,6 litri/anno. I succhi al 100% di tenore di frutta rapPresentano ancora la categoria più consumata (39,4% del totale volumi), ma subito dopo si collocano i Juice Drinks, cioè le bevande con un tenore di frutta medio-basso (dal 12 al 40%), tra le quali spiccano le nuove nbevande funzionali.

Riferimento Temporale: novembre 2011

Leggi tutto…

| Categoria Documenti | 6770 letture

A cura di Marco Emanuele Muraca
www.beverfood.com

SOMMARIO: Nel mondo del beverage il settore delle bibite gassate è quello in cui è più spinta la competizione globale e in cui si registrano i più elevati livelli di concentrazione. Due grandi gruppi, le compagnie americane Coca-Cola e Pepsico dominano la scena internazionale, posizionandosi quasi sempre nelle prime due posizioni in quasi tutti i più importanti mercati nazionali, con una quota complessiva che generalmente supera il 50% del mercato e talvolta supera i due terzi del totale. A livello di capillare diffusione internazionale va anche citato il gruppo Red Bull, che però realizza un approccio specialistico (solo energy drink). Tuttavia il settore è ricco di numerose realtà aziendali che hanno saputo ritagliarsi un proprio ruolo o a livello specialistico di prodotto o a livello territoriale, nel cui ambito spesso occupano posizioni di leadership.

Riferimento temporale: novembre 2011

Leggi tutto…

| Categoria Documenti | 7560 letture

Documento tratto dal
Dossier sui Mercati Bevande
Pubblicato da Simei 2011
http://www.simei.it

SOMMARIO: Nel 2010 si sono consumati nel modo ca. 229 miliardi di litri di bibite analcoliche pre-confezionate con un incremento del 2% rispetto al 2009. Il consumo pro-capite corrispondente si è ora portato a 33-34 litri/anno. La categoria di prodotti di maggior peso è quella delle bibite gassate (oltre 81% del totale bibite). Questa è la categoria di prodotti di più antica tradizione (le prime bibite gassate risalgono alla fine dell’800); le bibite gassate hanno avuto un grande sviluppo per tutto il ‘900, ma negli ultimi anni i consumi sui mercati più evoluti (Nord America ed Europa Occidentale) sono entrati in fase di maturità mentre nei paesi emergenti i consumi continuano a crescere. L’alto consumo di bibite gassate zuccherate viene sempre più indicato dai dietologi come una delle cause dell’obesità infantile. Ed è proprio in considerazione di questo fatto che i principali produttori hanno rapidamente sviluppato delle versioni senza zucchero a bassissimo apporto calorico. Crescono inoltre le bibite funzionali, tra cui gli Energy & sport drink. Riferimento temporale: novembre 2010

Leggi tutto…

Pagina 3 di 6 1 2 3 4 5 6