Documenti Vino e Alcolici - Wines and Spirits

Pagina 1 di 6 1 2 3 4 5 6
| Categoria Documenti | 2232 letture

La zona di origine dell’uva Moscato bianco è stata delimitata nel 1932 dal disciplinare di produzione dell’Asti docg e del Moscato d’Asti docg. Il vigneto a Moscato bianco si estende per circa 9700 ettari in un territorio che comprende 52 Comuni delle province di Alessandria, Asti e Cuneo. Secondo i dati di luglio 2016, le realtà consorziate sono 174, divise tra 52 case spumantiere, 12 aziende viticole, 15 aziende vinificatrici, 79 aziende vitivinicole e 16 cantine cooperative, che producono oltre 80 milioni di bottiglie. La vendemmia dell’uva Moscato ha un valore di circa 50 milioni di euro. L’85% della produzione dei vini tutelati dal Consorzio, l’Asti docg e il Moscato d’Asti docg, viene esportata all’estero.

Per l’elenco delle aziende consorziate cfr: http://www.astidocg.it/i-consorziati/

Leggi tutto…

| Categoria Documenti | 1447 letture

Il Veneto Orientale e la sua storia di viticoltura sono celebri fin dall’epoca Romana. Il terreno argilloso e impermeabile plasma il carattere dei vini e conferisce quella delicatezza e intensità che da sempre hanno nobilitato queste terre. Tenuta Sant’Anna sorge qui, cinquanta chilometri ad est di Venezia ed è tuttora una delle più grandi realtà vinicole della zona, nonché la principale proprietà del Gruppo Genagricola per estensione e produzione. Leggi tutto…

| Categoria Documenti | 3092 letture

Posta a cavallo tra le due province di Brescia e Verona, la denominazione Lugana si sviluppa lungo la piana di origine morenica a sud del lago di Garda, racchiusa tra i comuni lombardi di Sirmione, Pozzolengo, Desenzano, Lonato e il veneto Peschiera del Garda.  Leggi tutto…

| Categoria Documenti | 2674 letture

Creatività, naturalezza e convenience al centro dell’attenzione. Tema d’attualità: la cultura creativa delle bevande. L’imbarazzo della scelta di imballaggi per bevande. Il mercato delle bevande resta stimolante: evidentemente ormai le classiche varianti di bevande non bastano più al consumatore.

Leggi tutto…

| Categoria Documenti | 2911 letture

di Marco Bormolini.

Passionate about wine? Brexit? Andrea Rinaldi è l’uomo giusto per rispondere a queste domande. Un toscano a Londra. Sono lontani i tempi degli anni ’90, quando al suo arrivo nella City londinese poco più che trentenne dopo esperienze nella sua Montecatini, di prodotti italiani non c’era  neanche l’ombra. Con il Presidente della UK Sommelier Association parliamo di Brexit, delle conseguenze sul comparto del vino italiano nel Regno Unito, oltre che di sommelierie.

Leggi tutto…

| Categoria Documenti , , | 3350 letture

Il mercato delle bevande resta stimolante: evidentemente ormai le classiche varianti di bevande non bastano più al consumatore. In ogni segmento nascono ormai i cosiddetti craft drink. Ecco quindi che, accanto ai grandi gruppi, si vanno affermando sul mercato numerose aziende medie e piccole o piccolissime il cui obiettivo dichiarato è quello di offrire qualità invece che quantità: perché spesso produrre meno significa, infatti, aumentare la qualità. Manca ancora poco all’appuntamento che vedrà il mondo delle bevande europeo riunito a Norimberga per dialogare su tendenze e novità. Dall’8 al 10 novembre gli esperti si incontrano a quello che quest’anno è il salone più importante dedicato ai beni d’investimento dell’industria delle bevande. Leggi tutto…

| Categoria Documenti | 4934 letture

“Abbiamo voluto rendere omaggio a questa 50a edizione di Vinitaly con un convegno che ripercorresse gli ultimi 50 anni del vigneto Italia, analizzandolo sotto differenti punti di vista con gli approfondimenti dei partner dell’Osservatorio del Vino: ISMEA, Wine Monitor, SDA Bocconi, CREA Viticoltura Enologia. Un’analisi che ha sottolineato come il mondo del nostro vino si sia evoluto, investendo in qualità e concentrando la produzione nelle aree più vocate proprio per valorizzare al meglio un prodotto che sempre più è riconosciuto all’estero come ambasciatore d’eccellenza”. Leggi tutto…

| Categoria Documenti | 7103 letture

L’indagine, condotta dal MBRES (Ufficio Studi di Mediobanca https://www.mbres.it/)  riguarda 122 principali società di capitali italiane operanti nel settore vinicolo che nel 2013 hanno fatturato più di 25 milioni di euro. L’aggregato ha espresso nel 2013 un fatturato pari a 6,1 miliardi di euro, per un tasso di rappresentatività del 51% in termini di produzione e del 60,4% in termini di export. Le evidenze economico-finanziarie sono state integrate con interviste alle imprese volte a valutare i dati pre-consuntivi del 2014, le attese sulle vendite per il 2015 e alcuni aspetti della struttura commerciale.

Leggi tutto…

| Categoria Documenti | 5297 letture

In occasione del 38° Congresso mondiale della vigna e del vino, il direttore generale dell’OIV, Jean-Marie Aurand, ha presentato una panoramica del settore vitivinicolo globale e i primi elementi della relazione tematica 2015, dedicata al mercato dei vini rosati, che sarà pubblicata a fine anno. Il presente rapporto 2015 verte sul potenziale di produzione vitivinicola, la superficie vitata, la produzione e il consumo mondiale di vino, i volumi esportati e importati di vino, nonché la produzione di uva per il consumo diretto e quella destinata a trasformarsi in uva passa.

Leggi tutto…

| Categoria Documenti | 5971 letture

Il 52% dei vini a Denominazione d’Origine Protetta trasformati in Italia provengono dalle tre regioni vitivinicole di Veneto, Toscana e Piemonte. La Toscana registra la maggiore propensione all’export nel comparto dei vini rossi a Denominazione d’Origine Protetta (DOP).  Il Piemonte è la regione che registra le migliori performance di crescita di export a valore  I vini a Denominazione d’Origine Protetta (DOP) veneti spopolano in Danimarca.

Leggi tutto…

| Categoria Documenti | 5421 letture

…87% dei giovani tra i 18 e i 35 anni consuma vino (più di 8 su 10 i consumatori tra i 18 e 25) …Il vino supera la birra: è la bevanda alcolica preferita dalla metà dei giovani intervistati (49%) …. Giovani winelover del biologico: il 71% è disposto a spendere fino al 40% in più …Brunello e Amarone i vini preferiti dai giovani italiani; il Verdicchio è il primo bianco fermo.

Leggi tutto…

| Categoria Documenti | 7081 letture

Il mercato mondiale dei vini vale intorno ai  260 milioni di hl per un valore stimato alla produzione intorno ai 60 miliardi di euro. Il quadro competitivo si mostra abbastanza frammentato e sicuramente con un indice di concentrazione molto più basso rispetto a tutti gli altri mercati mondiali del beverage. Nel settore del vino non esiste nessun gruppo con un fatturato annuo superiore ai 5 miliardi di euro e i gruppi con un giro d’affari annuo di almeno 1 miliardo di euro sono solo sei .  Questa grande frammentazione produttiva dipende anche al fatto che la produzione vitivinicola è più strettamente legata al territorio.

Leggi tutto…

| Categoria Documenti | 3782 letture

Durante il 37º Congresso mondiale della vigna e del vino, il direttore generale dell’OIV, Jean-Marie Aurand, ha presentato una panoramica mondiale del settore: i principali dati riportati nella relazione sono i seguenti:… 7.519 mha di superficie mondiale a vigneto nel 2013 ; ….La prima stima della produzione di vino 2014 è di 271 Mio hl; … I dati disponibili mostrano un consolidamento del consumo mondiale nel 2014 (stimato attorno ai 243 Mio hl).

 During the 37th World Congress of Vine and Wine, the OIV Director General, Jean-Marie Aurand, presented a global overview of the vitinivincultural sector. The main resultats: … 7519 mha is the worldwide area under vines in 2013….271 Mhl is the first estimation for the wine produced in 2014… The data available show a consolidation of the global consumption in 2014 (estimated at around 243 Mhl).

Leggi tutto…

| Categoria Documenti | 3641 letture

Questa relazione ha l’obiettivo di fornire una visione d’insieme del segmento dei vini spumanti e di chiarire la sua posizione nel settore viticolo.  Per “vini spumanti” si intendono i vini spumanti naturali e quelli gassificati ottenuti da uva, mosto o vino, trattati secondo le tecniche ammesse dall’Organizzazione internazionale della vigna e del vino (OIV), ossia i metodi tradizionali o in autoclave nei quali il diossido di carbonio (CO2) è di origine endogena, e i metodi con aggiunta di CO2, che pertanto ha origine esogena.

Leggi tutto…

| Categoria Documenti | 3374 letture

Il settore del food&wine sta vivendo una vera rivoluzione: non solo cambiano le modalità di distribuzione così come le abitudini dei consumatori, ma anche i rapporti di filieria si sono invertiti ponendo al centro dell’esperienza d’acquisto non più il prodotto ma il consumatore, oggi sempre più informato. Le aziende produttrici di vino sono dunque giunte a una svolta, e per rispondere al cambiamento l’e-commerce diventa il vero orizzonte per il vino online: un numero sempre maggiore di produttori infatti scelgono di affidarsi a partner privilegiati come vente-privee per internazionalizzarsi e valorizzare i propri prodotti.  In occasione del wine2wine, vente-privee, pioniere e leader delle vendite-evento online, HA presenta il suo case di successo per questo settore.

Leggi tutto…

| Categoria Documenti | 7811 letture

La storia di BACARDÍ, brand noto in tutto il mondo, per certi versi è ancora sconosciuta. Fino a oggi. Con oltre 150 anni di passione incessante alle spalle, la famiglia Bacardí apre le porte dei suoi archivi per rivelare il suo incredibile patrimonio culturale e il suo spirito indomabile. Grande forza e determinazione hanno contribuito alla sopravvivenza della famiglia, dell’azienda e del rum BACARDÍ, facendoli prosperare.

Leggi tutto…

Pagina 1 di 6 1 2 3 4 5 6