Carlo Carnevale
| Categoria Notizie Vino | 578 letture

Da cava dismessa a cantina del futuro, il nuovo progetto di Alejandro Bulgheroni

Futuro Cava Progetto Dievole Bolgheri Vini Igt Bulgheroni Doc Cantina Dismessa Alejandro

Cava Bulgheroni Futuro Vini Igt Doc Dievole Progetto Alejandro Dismessa Cantina Bolgheri

A cura di

© Riproduzione riservata

Quando il punto di partenza è una delle terre più rinomate per il vino italiano d’eccellenza italiano, difficilmente ci si potrebbe aspettare svolte decisive o soluzioni mai sperimentate. Ma Alejandro Bulgheroni, il petroliere argentino già patron di Dievole, la pensa diversamente: il suo nuovo progetto è quello di una cantina futuristica da realizzare nel cuore di una cava dismessa a Bolgheri. E le premesse parlando già di un successo assicurato.

TOSCANA SECONDA CASA – Alejandro Bulgheroni Family Vineyards, una realtà sparsa nel mondo dall’Italia alla Francia, negli USA (nel Nord della California, Sierra Foothills), in Uruguay e nella natìa Argentina, fino in Australia. L’arrivo nel Belpaese è datato a fine 2012 con l’acquisizione di Dievole, che in quattro anni o poco più arriva a espandersi in Chianti classico, Montalcino e per l’appunto Bolgheri nel 2016. È qui che si inizia a dipanare la doppia anima del territorio secondo Bulgheroni, che divide il terreno in Tenuta la Colonna, destinata sia a DOC che IGT Toscana, e Tenuta Meraviglia, che genera solo vini DOC e dalla quale proviene il Maestro di Cava Bolgheri DOC Superiore, il primo Cabernet Franc in purezza della gamma, presentato in degustazione al ToscaNino di Milano.

PROGETTO SPETTACOLARE – Gran bevuta, piacevolezza e calore lo contraddistinguono, per quanto ancora giovane e con meno personalità del cugino Bolgheri DOC di Tenuta La Colonna, ma con un futuro radioso all’orizzonte. Degno figlio della passione e del rispetto per il territorio che Bulgheroni dimostra con la sua missione di base: focus totale su sostenibilità ambientale e sociale, perché il rispetto dell’ambiente genera la qualità del luogo di lavoro. Con questo spirito va quindi progredendo il nuovo spettacolare progetto dell’azienda, che desidera, nelle scherzose parole del , “completare la valorizzazione di una bruttura creata dall’uomo negli anni ’70”. Tra le due tenute già presenti sorgerà infatti la nuova cantina Cava di Cariola: 4500 metri quadri che sorgeranno nel cuore di una cava di granito in disuso, abbandonata dal 1979. La firma è dell’architetto Bernardo Tori, che si è detto “affascinato da un’idea così insolita e al tempo stesso volta a riqualificare un sito che stonava con un zona delicata per territorio e clima, come solitamente è Bolgheri”.

OBIETTIVO 2022 –  A sessanta metri sul livello del mare e con un investimento che si stima non supererà i dodici milioni di euro, il piano di Bulgheroni prevede di ottenere tre risultati di livello assoluto: rinaturalizzazione dell’area, sottoposta a manovre di disboscamento mirato dalla forestale; un giardino silvestre che riproponga verticalità e natura, e ovviamente la cantina, specificamente pensata anche per gli appassionati che desiderino un’esperienza totale: “L’area degustazione sarà nel punto esatto in cui l’occhio si perde nel mare”. Cemento e acciaio per la vinificazione in due settori separati, piazzali di approccio per lo scarico: la priorità per adesso riguarda viabilità e messa in sicurezza, e le previsioni parlano di un completamento a metà del 2022.

© Riproduzione riservata

+ COMMENTI (0)

No.3 London Dry Gin - Distribuito da Pallini

Resta sempre aggiornato! Iscriviti alla Newsletter

Cava Vini Igt Futuro Doc Bolgheri Cantina Dievole Alejandro Dismessa Progetto Bulgheroni

Tags/Argomenti: , , , ,

ARTICOLI COLLEGATI:

Il Sangiovese, un vitigno tra passato e futuro. Come innovare la tradizione del vino

01/03/2017 - Il Sangiovese è il vitigno italiano più diffuso (le aree coltivate coprono l'11% della superficie viticola nazionale); viene coltivato dalla Romagna fino alla Campania ed...

“Terre di Pisa DOC”, la più giovane denominazione Toscana trova in Fattoria Fibbiano un ambasciatore

04/04/2017 - La denominazione di origine "Terre di Pisa DOC" (in apertura la mappa della DOC presa da www.quattrocalici.it) è una delle più importanti e recenti DOC della regione Tosc...

Il Borro presenta la nuova annata 2016 (100% Biologica) ad Anteprime di Toscana 2018

06/02/2018 -   Il Borro, azienda vitivinicola di proprietà di Ferruccio Ferragamo nel bacino del Val d’Arno Superiore, fortemente vocata al rispetto dell’ambiente e dell’ecosi...

Allegrini si espande nel territorio del Lugana con l’acquisto di 40 ha da vitare entro il 2018

09/02/2018 - Allegrini ha perfezionato l’acquisto di 40 ettari di terreno nella denominazione Lugana (nel Comune di Pozzolengo, in provincia di Brescia), che saranno vitati entro il 2...

Cantina Tramin presenta Marjon, il Pinot Nero di alta quota

06/02/2018 - Si chiama Marjon il nuovo Pinot Nero Alto Adige DOC Riserva di Cantina Tramin. Viene prodotto con le uve provenienti da tre aree attigue, simili per la composizione preva...

Ricerca IRI su vini & GDO: i consumatori chiedono vini di qualità e legati al territorio

10/04/2017 - Gli italiani comprano il vino soprattutto nei supermercati: nel 2016 hanno acquistato sugli scaffali 500 milioni di litri, spendendo 1 miliardo e mezzo di euro. E il 60% ...

Dievole mira al cielo; tra ulivi vecchi e vini nuovi nasce in Chianti il nuovo Tocca Stelle

11/11/2018 - Lavorare la terra è da sempre, e per sempre sarà una grande scommessa. Il clima, le problematiche dovute agli insetti o alle malattie delle piante…nonostante ci possa pia...

Le Serre Nuove dell’Ornellaia 2016 è in arrivo

16/10/2018 - Temperature perfette e maturazione regolare, una grande annata, da manuale. Ornellaia è felice di annunciare l’uscita sui mercati internazionali di Le Serre Nuove dell’O...

Calice vino e bottiglia

Sfoltire le DOC per dar loro un futuro.

06/05/2013 - La provocazione a sfoltire le 330 Doc, 73 Docg e 118 Igt d’Italia arriva da Torino, come riferisce Wine News in uno specifico resoconto. E’ stata lanciata da Gianluigi Bi...

Aggiungi un commento

Se il commenti appena inviati non appaiono subito, si prega di aggiornare la pagina (tasto F5) per eliminare la precedente cache salvata della pagina.
Se il commenti appena inviati non appaiono subito, si prega di aggiornare la pagina (tasto F5) per eliminare la precedente cache salvata della pagina.

dodici − 8 =