0
Pinterest LinkedIn

Al 31/12/2015 il Gruppo CLT registra ricavi netti consolidati pari a 96,8 milioni di Euro rispetto ai 100,4 milioni di Euro registrati al 31/12/2014. L’esercizio chiude con un utile netto di 517 mila Euro rispetto all’utile netto di 791 mila Euro DEL 2014, caratterizzato, quest’ultimo, da un provento straordinario di 535 mila Euro.

centrale_latte torino i marchiOccorre precisare che i risultati del periodo risentono del perdurare della debolezza dei consumi alimentari delle famiglie. Infatti, nonostante la timida ripresa registrata nei primi nove mesi dell’anno, nell’ultimo trimestre del 2015 si è assistito ad un nuovo rallentamento. La marginalità operativa lorda (EBITDA) al 31/12/2015 si attesta a 4,8 milioni di Euro rispetto ai 5,8 milioni di Euro al 31/12/2014 e il risultato operativo (EBIT) al 31/12/2015 risulta pari a 1,7 milioni di Euro contro i 2,6 milioni di Euro registrati al 31/12/2014. Proposta all’assemblea la distribuzione di un dividendo di Euro 0,06 per azione (invariato rispetto a quello del 2014). Si sottolinea che nell’esercizio 2015 il Gruppo Centrale del Latte di Torino è riuscito a consolidare ulteriormente il proprio presidio nei mercati di riferimento grazie ad importanti investimenti (del valore di 4 milioni di Euro) nell’ambito dell’innovazione dei processi produttivi e al rafforzamento delle attività di marketing e comunicazione a sostegno dei marchi del Gruppo che nel periodo hanno raggiunto i 3,7 milioni di Euro.

Aziende Settore Lattiero Caseario Caseifici Latterie Dati Excel xls csv tabella campi indirizzo email sito web contatti
Inoltre Centrale del Latte di Torino, da sempre attenta all’evoluzione dei consumi e degli stili di vita delle famiglie italiane, in un trend che vede affermarsi sempre più le diete vegetariane, vegane, light e quelle pensate per i soggetti allergici e intolleranti al lattosio, ha saputo inserire già da tempo tra le proprie referenze bevande di origine vegetale e senza lattosio. Nel 2015 il Gruppo ha registrato una crescita delle vendite della bevanda di soia dell’87% rispetto all’anno precedente mentre quelle del delattosato hanno segnato un incremento del 15%. Nel 2015 è proseguita poi la politica di sviluppo commerciale in Cina e negli Emirati Arabi che ha determinato una crescita delle esportazioni del 9,2% rispetto al 2014. La posizione finanziaria netta al 31/12/2015 risulta negativa per 20,6 milioni di Euro rispetto ai -17,1 milioni di Euro registrati al 31/12/2014 avendo contribuito il ritardo nel rimborso da parte dell’Amministrazione Finanziaria del credito IVA che passa dai 4 milioni di Euro del 2014 ai 7,05 milioni di Euro della fine dell’esercizio 2015.

Annuari Distribuzione Alimentare Catering Ingrosso Alimentare Italia Europa Agra Editrice
Annuari Distribuzione Alimentare Catering Ingrosso Alimentare Italia Europa Agra Editrice

Con riferimento al progetto di fusione per incorporazione di Centrale del Latte di Firenze, Pistoia e Livorno S.p.A. in Centrale del Latte di Torino & C. S.p.A. si ricorda che l’operazione si inserisce nella più ampia strategia di crescita per linee esterne delle due società ed è finalizzata a creare il terzo polo lattiero-caseario in Italia che verrà denominato Centrale del Latte d’Italia e rimarrà quotata al segmento STAR di Mercato Telematico Azionario gestito da Borsa Italiana S.p.A.. A questo proposito si rende noto che il 26 febbraio 2016 la società di revisione KPMG S.p.A., nominata dal Tribunale di Torino quale esperto comune incaricato della predisposizione della relazione sulla congruità del rapporto di cambio relativo al progetto di fusione di cui sopra ha emesso la propria positiva relazione sul rapporto di cambio delle azioni ai sensi dell’art. 2501 sexies del Codice Civile.
Circa la previsione sull’andamento della gestione dell’esercizio in corso, si segnala che i primi mesi del nuovo anno in un quadro in cui perdura la debolezza nei consumi dei prodotti alimentari, le aziende del Gruppo confermano il forte posizionamento sul mercato e la propria attenzione all’innovazione dell’offerta di prodotti di alta qualità. Per quanto riguarda il prezzo di acquisto della materia prima latte è proseguito l’andamento registrato nel corso degli ultimi mesi del 2015 che fa prevedere per tutto il 2016 una stabilità rispetto al costo totale registrato nel 2015.

 

+info: centralelatte.torino.it/
uff. stampa: d.astengo@barabino.it

Banchedati excel csv contatti email aziende beverage e food

Resta sempre aggiornato! Iscriviti alla Newsletter

Scrivi un commento

8 − 4 =