Marco Emanuele Muraca
| Categoria Notizie Vino | 2088 letture

CLUB BUTTAFUOCO STORICO: vent’anni di qualità nel cuore dell’Oltrepò Pavese

Oltrepò Pavese Cuore Pavese Storico Club Del Buttafuoco Storico Buttafuoco Club Oltrepò Vent

Vent Oltrepò Pavese Club Del Buttafuoco Storico Oltrepò Club Cuore Pavese Storico Buttafuoco


Compleanno speciale per il Club del Buttafuoco Storico, che domenica 7 febbraio 2016 festeggierà i primi 20 anni di vita, insieme alle 13 aziende vitivinicole dell’Oltrepò Pavese appartenenti al sodalizio. Un traguardo importante nella storia della viticoltura pavese per il Buttafuoco Storico, identità di una zona dalle grandi potenzialità.

club-del-buttafuoco-storico-bottiglia-2011

Una storia quella del “Club del Buttafuoco Storico” incominciata il 7 febbraio del 1996, grazie all’intuito di un gruppo di viticoltori che voleva valorizzare al meglio una denominazione unica e tra le più tipiche dell’Oltrepò Pavese: il Buttafuoco. I fondatori dell’allora Club del Buttafuoco Storico, Bruno Barbieri, Davide Brambilla, Giuseppe Calvi, Valter Calvi, Claudio Colombi, Ambrogio Fiamberti, Stefano Magrotti, Franco Pellegrini, Andrea Picchioni, Umberto Quaquarini, Paolo Verdi, volevano creare un disciplinare chiaro e preciso che andasse a valorizzare un vino Storico e la sua zona di produzione tradizionale. Nasceva così il marchio privato “Buttafuoco Storico”.

Un’ avventura del tutto nuova per l’Oltrepò, puntare al vino della tradizione con un concept nuovo, prodotto con criteri inconsueti per le cantine, dove il parametro più sicuro per la qualità del vino era da sempre la capacità di esplodere in una spuma compatta al solo versarlo. Niente vino fermo, quieto nella sua austerità, meno produzione, dirado dei grappoli in esubero, queste le norme del Club estese a tutti i membri.

La leggenda vuole che il nome sia il ricordo di una battaglia perduta da una compagnia di marinai imperiali, comandati a operazioni di traghettamento sul fiume Po nei pressi di Stradella e successivamente impiegati su queste nostre colline nella guerra contro i franco-piemontesi. Un vino del luogo chiamato Buttafuoco ebbe più successo del fuoco della battaglia nell’ attirare a sè i baldi marinai, i quali, dentro una grande cantina, fecero strage di botti e bottiglie

Negli anni, da semplice Club, questa realtà è diventata un vero e proprio Consorzio che collabora nella valorizzazione e commercializzazione dei vini con i propri soci, produttori grandi e piccoli, i quali ad oggi, che producono complessivamente più di due milioni di bottiglie all’anno destinate al mercato italiano ed  estero. Nel 2013 i Soci del Consorzio hanno dato inizio allo studio di un nuovo progetto consortile denominato: “I Vignaioli del Buttafuoco Storico”, il nuovo Vino prodotto dal Consorzio nato dall’unione dei Buttafuoco ottenuti dalle vigne Storiche.

Il Consorzio Club del Buttafuoco Storico, grazie anche al supporto degli enti e delle amministrazioni locali, ha svolto negli anni attività di divulgazione del Marchio Buttafuoco Storico ed dell’Oltrepò Pavese in Italia e nel mondo. Ha creato un info-point permanente a Canneto Pavese, il cuore della denominazione, oltre a un “temporary wine-bar” e un “wine-store”.

Contatti email Aziende Beverage And Food Distribuzione Ingrosso Alimentari Banchedati CSV Excel

IL VINO

L’uvaggio del Buttafuoco storico é così composto: 50 % Croatina che apporta la struttura polifenolica, il colore e i sentori di frutta rossa; 25% Barbera che forma con la sua acidità la spina dorsale del vino e permette una maggiore estrazione dalle vinacce della Croatina; infine per la restante parte Ughetta di Canneto e Uva Rara che arricchiscono questo vino di note di eleganza e di piacevole austerità.
Alla svinatura il Buttafuoco Storico passa in botti di legno per un’ affinamento minimo di dodici mesi e quindi in bottiglia per almeno altri sei mesi. Il prodotto così ottenuto non può essere messo in commercio prima di trentasei mesi dalla vendemmia.
Il risultato è un vino di grande corpo, eleganza e morbidezza, ma sopratutto é un prodotto di notevole personalità, in quanto esprime le caratteristiche organolettiche della vigna e quindi della zona di provenienza. Un vino “nobile” che perdura nel tempo continuando ad arricchirsi di piacevoli caratteri. La bottiglia con impresso il “Marchio del Veliero” è l’unica che garantisce l’autenticità del prodotto.

LA ZONA La Zona Storica di produzione del Buttafuoco è situata in Oltrepò Pavese in provincia di Pavia, piú precisamente in quel territorio chiamato “lo Sperone di Stradella”, delimitato a Ovest dal torrente Scuropasso, a Est dal torrente Versa, a Nord dalla Pianura Padana, a Sud dai confini comunali di Castana e di Pietra de Giorgi e a metá attraversato dal quarantacinquesimo parallelo. Il territorio comprende i comuni di Broni, Canneto Pavese, Castana, Cigognola, Montescano, Stradella e Pietra de’ Giorgi.
Clima abbastanza freddo in inverno, caldo e ventilato in estate, di solito non interessato dalle nebbie del catino padano. Un’esposizione felice delle vigne permette una lunga insolazione giornaliera, mentre nelle ore serali correnti ascensionali calde si insinuano fra i filari. Tutto ciò garantisce una maturazione graduale e completa dei grappoli.
Questo territorio seppur piccolo, la cui superficie è di circa duemila ettari per una popolazione di circa tremila abitanti, è caratterizzato da ambienti sia geologici che pedologici molto differenti, da cui deriva la peculiaritá di ogni vigna di esprime un carattere assolutamente originale nei vini da essa prodotti.

Annuari Distribuzione Alimentare Catering Ingrosso Alimentare Italia Europa Agra Editrice

PROGRAMMA 20° COMPLEANNO BUTTAFUOCO STORICO

– ore 11.30 Aperitivo presso la sede del Club del Buttafuoco Storico.

– ore 13.00 Pranzo del Compleanno presso Ristorante “Sasseo” – Menù a prezzo concordato dall’antipasto al dolce € 30,00 pp vini esclusi- Info e prenotazioni direttamente al numero 0385.278563

– ore 15.30 DIBATTITO “Bordeaux e Buttafuoco Storico due realtà a confronto”, scambi di idee tra una delle più famose ed iconiche realtà della viticoltura mondiale ed il nostro territorio. Interventi, oltre ai rappresentanti delle Istituzioni locali, Luisito Perazzo (miglior sommelier AIS d’Italia 2005 e Sommelier Ais dell’anno 2006 e 2013) Tomaso Mazzonis (Sagna S.p.a.)

Moderatore: Francesco Beghi (giornalista e degustatore Gambero Rosso)

– Dalla fine del dibattito e fino alle ore 18.30  Banco d’assaggio vini: “Bordeaux ”e “Buttafuoco Storico”, previo acquisto tasca e bicchiere, presso la sede/enoteca del Consorzio “Club del Buttafuoco Storico” in frazione Vigalone 106 Canneto Pavese

 

Per maggiori informazioni:

tel. 0385.60154 – 339.3012636 info@buttafuocostorico.com www.buttafuocostorico.com

Resta sempre aggiornato! Iscriviti alla Newsletter

Vent Oltrepò Pavese Club Del Buttafuoco Storico Club Buttafuoco Oltrepò Pavese Cuore Storico


BEER ATTRACTION - 16-19 febbraio 2019 Rimini fiera - specialità birrarie, alle birre artigianali e al food per il canale Horeca

ARTICOLI COLLEGATI:

Milano Wine Week, presentato il programma: “puntata zero” che fa già sognare

14/09/2018 - Il sipario è ormai a mezz'altezza, ed è tutto pronto. La prima edizione della Milano Wine Week, manifestazione ideata da Federico Gordini già patron della Milano Food Wee...

Alfabeto delle bollicine: parte il countdown per i brindisi delle feste

17/12/2017 - Albero di Natale: fatto. Auguri: fatto. Regali: fatto. Organizzazione cene Natale e Capodanno: manca solo una cosa, scegliere i brindisi delle feste. Il nostro Alfabeto d...

Guida Viniplus 2018: ecco come si beve in Lombardia

05/12/2017 - Tra le tante guide sui vini pubblicate in questo periodo per darci consigli sul 2018, sicuramente merita una menzione speciale la Guida Viniplus 2018, pubblicazione dedic...

Le migliori bollicine alla Sparkling Classic Summer

09/06/2017 - Chi sarà la regina dell’estate? Non stiamo parlando di spiagge, di canzoni o di starlette, ma di bollicine, rigorosamente italiane e rigorosamente metodo classico. La dom...

Nato in una Vigna: Gerry Scotti a Vinitaly 2017 insieme alle Cantine Giorgi

13/04/2017 - 'Nato in una Vigna' non è solo il nome del progetto del vino che ha visto scendere in campo niente meno che il personaggio televisivo Gerry Scotti. Perchè Virginio “Gerry...

Aggiungi un commento

Se il commenti appena inviati non appaiono subito, si prega di aggiornare la pagina (tasto F5) per eliminare la precedente cache salvata della pagina.
Se il commenti appena inviati non appaiono subito, si prega di aggiornare la pagina (tasto F5) per eliminare la precedente cache salvata della pagina.

5 × tre =