Pinterest LinkedIn

© Riproduzione riservata

E dopo la stravagante Coca-Cola Clear, arriva – altrettanto inaspettatamente – la Coca alla Cannabis. In verità, sarebbe decisamente presto per gridare al lancio sul mercato dell’innovativa bevanda. Al momento, infatti, si tratterebbe solo di rumors. Eppure, secondo quanto riferito da Bloomberg, il gruppo di Atlanta starebbe realmente guardando al business fiorente della marijuana, tanto da aver già intrapreso delle trattative con il produttore canadese Aurora Cannabis Inc.

 

 

La spiegazione all’improvviso e insolito cambio di rotta da parte del colosso mondiale di soft drink sarebbe da ricercare nel costante e inarrestabile calo di vendite delle tradizionali bibite gassate a base di soda. Coca-Cola sembrerebbe infatti aver virato dalla sua consueta linea produttiva prendendo in considerazione nuove strategie, nel tentativo di agganciare il moderno trend dei wellness drink. Di qui, il progetto di una bevanda salutista a base di cannabidiolo (Cbd), una sostanza non psicotropa (a differenza del Thc), dotata di effetti analgesici, antidepressivi, rilassanti, antiossidanti e antinfiammatori.

 

Guida Guidaonline Bibite e Succhi Beverfood bevande analcoliche energy sport drink thè caffè freddi succhi nettari
GuidaOnline Bibite e Succhi Beverfood.com Bevande Analcoliche bibite mixology thè e caffè freddi energy sport drinks Succhi Nettari Bevande Frutta Funzionali Horeca Concentrati

 

Seguiamo da vicino la crescita dell’utilizzo del Cbd come ingrediente nelle bevande“, avrebbe spiegato il portavoce di Coca-Cola, Kent Landers. Ma benché non ci sarebbe ancora nulla di certo –  “Al momento nessuna decisione è stata ancora presa”: avrebbe infatti aggiunto Landers –  i media Usa hanno già delineato le prime previsioni economiche.  “La diversificazione – sottolineano – farebbe di Coca Cola il primo grande produttore di bevande non alcoliche a sbarcare nel mercato dei prodotti della cannabis. La vendita di questi ultimi nel mercato statunitense – secondo gli ultimi dati delle società specializzate – triplicherà entro il 2020, per un valore di 16 miliardi di dollari, contro i 5,4 miliardi di dollari del 2015. A livello mondiale si stima che tale mercato possa raggiungere un valore di oltre 200 miliardi di dollari nel giro di 15 anni”.

Stando a questi numeri, comprendere la scelta di Coca-Cola non dovrebbe risultare così difficile.

 

+info: www.bloomberg.com/news/articles/2018-09-17/coca-cola-eyes-cannabis-market-in-push-beyond-sluggish-sodas

© Riproduzione riservata

Birra Tripel Karmeliet - 7 generation, 3 grain, 1 recipe

Resta sempre aggiornato! Iscriviti alla Newsletter


Annuario Bevitalia Bevande Analcoliche Acquista

Scrivi un commento

4 + 20 =