Federico Bellanca
| Categoria Notizie Vino | 6699 letture

“Il Conte, la Pornostar e lo Champagne”, lo scandalo del mondo del vino francese finisce in tribunale

Clara Morgane Champagne Champagne Charles De Cazanove Conte Francia Porno Scandalo Tribunale Finisce Pornostar Vino

Francia Porno Clara Morgane Conte Finisce Scandalo Tribunale Champagne Pornostar Vino Champagne Charles De Cazanove


Una lotta tra Nobiltà e Popolo di questo tipo, in Francia non si vedeva dai tempi della rivoluzione. Uno scandalo che ha tutti gli elementi di un romanzo visto che coinvolge un Conte, una Pornostar e uno Champagne.

Databank Database Case Vinicole Cantine Dati Excel xls csv tabella campi indirizzo email sito web

Per promuovere la nuova annata di champagne Charles De Cazanove infatti, l’azienda che oggi detiene il marchio ha deciso di scegliere come testimonial  l’ex porno star Clara Morgane, che ha cominciato a promuovere il vino in questione tramite i propri social.

“Fruttato, generoso e potente, per accompagnarvi durante le vacanze” ha postato Clara Morgane sul suo profilo Instagram, in posa con una bottiglia vestita solo di pizzo nero.

Un affronto al nome dei propri antenati non accettato dal Conte di Loïc Chiroussot Bigault di Cazanove, 67 anni, diretto discendente del fondatore della casa di Champagne Charles De Cazanove creata nel 1811, e membro di questa famiglia illustre, impegnata nella Resistenza e parte della vecchia nobiltà francese.

“Non è il marchio il problema, è che il nome Cazanove venga associato ad un’attività pornografica”, ha dichiarato Emmanuel Ludot, l’avvocato del discendente della famiglia Cazanove. “Quello che chiediamo è che le etichette vengono cambiate, levando il nome di Cazanove“.

L’udienza è prevista per il 9 gennaio a Lille, e la storia è lontana dal dirsi conclusa…

Porno Champagne Clara Morgane Tribunale Francia Scandalo Champagne Charles De Cazanove Finisce Conte Vino Pornostar

ARTICOLI COLLEGATI:

Lidl France lancia Ignis Vodka Française, che ricorda molto la sua famosa sorella

12/01/2018 - Lild in Francia ha deciso di lanciare una Vodka Made in France. Quando si accostano questo distillato e questo paese, viene subito in mente il nome Grey Goose, e il colle...

Francia, Danone Eaux e Pepsico uniscono le forze per rivoluzionare lo scaffale dei soft drinks

03/01/2018 - In Francia i due protagonisti degli analcolici hanno deciso di unire le forze per sviluppare un nuovo approccio della categoria, incentrato sui cambiamenti del mercato e ...

Coca Cola ha scelto: per sostituire Nestea manda in campo Fuze Tea

02/01/2018 - Dopo la toppa provvisoria messa con i tea biologici Honest Tea, a partire dal 1.mo gennaio 2018 (quando è terminato ufficialmente il contratto con Nestea), Coca Cola iniz...

Alfabeto delle bollicine: parte il countdown per i brindisi delle feste

17/12/2017 - Albero di Natale: fatto. Auguri: fatto. Regali: fatto. Organizzazione cene Natale e Capodanno: manca solo una cosa, scegliere i brindisi delle feste. Il nostro Alfabeto d...

The Spirit: ecco cosa berrete con la Drink List invernale

23/11/2017 - Molto spesso si dice che la mixology è di moda, che i bartender sono le future star del firmamento eno-gastronomico italiano. Lunedi 20 novembre siamo stati alla “Fall Wi...

Aggiungi un commento

Se il commenti appena inviati non appaiono subito, si prega di aggiornare la pagina (tasto F5) per eliminare la precedente cache salvata della pagina.
Se il commenti appena inviati non appaiono subito, si prega di aggiornare la pagina (tasto F5) per eliminare la precedente cache salvata della pagina.