0
Pinterest LinkedIn

G.H. Mumm Millésimé 2006 fa il suo ingresso in Italia con le carte in regola per conquistare tutti: sofisticati gourmand, amanti del bon vivre, bollicine addicted, spensierata mondanità. Un’alchimia talmente perfetta da risultare, a un primo approccio, magnificamente ‘naturale’, ma in realtà frutto di consapevolezza progettuale, lucido ingegno, sperimentazione.

Databank Database Case Vinicole Cantine Dati Excel xls csv tabella campi indirizzo email sito web

Uno stile ispirato, uno champagne elegante e nello stesso tempo décontracté, sofisticato e mai noioso. G.H. Mumm Millésimé 2006 parte decisamente avvantaggiato. L’annata 2006 è stata eccezionale, offrendo le condizioni ideali affinché l’uva raggiungesse la maturità ottimale, con bassa acidità. Inoltre, atout impareggiabile, i vigneti di proprietà della Maison G.H. Mumm sono classificati Grand Cru, ossia i migliori possibili.

A tutto ciò si aggiungono l’intuito e la maestria dello Chef de Cave Didier Mariotti, un uomo che pone sempre il cuore oltre l’ostacolo, un professionista di altissimo livello che unisce una genialità unica a un lavoro intenso, duro, spesso estenuante – degusta 300 vini per scegliere le uve giuste – in accordo con un team di professionisti che non dimenticano mai di sintetizzare nel vino gli stilemi di una Maison con 180 anni di storia.

Ecco plasmato G.H. Mumm Millésimé 2006. Un equilibrio perfetto fra struttura e persistenza orchestrato intorno al Pinot Noir (64%), il vitigno emblema della Maison G.H. Mumm. Forte e maschio si inchina ai nobili Chardonnay di Cramant, Avize e Oger (36%), smorzando la sua potenza con tocchi di finezza, freschezza ed eleganza.

La sua preziosità è ribadita da un invecchiamento sui lieviti in cantina di 5 anni – il doppio rispetto a quello richiesto dalla legge – , permanenza che ha permesso a questo millesimato di esprime al meglio il suo charme e la sua complessità aromatica.

Abbinamenti

Per un brunch festivo o una serata friendly perfetto con sfornatini al pecorino e noci, sublime con formaggi stagionati e con gli erborinati. Per cene all’insegna della convivialità da provare abbinato alla polenta con cui si crea un equilibrio ideale, capace di esaltare entrambi e bilanciare armonie grazie alla tendenza dolce e alla sapidità. Impareggiabile la liaison con arrosti di carne bianca, per le tavole imbandite delle feste.

Abbinamento con Tartufo

Un’unione insolita, perfettamente nelle corde della Maison G.H. Mumm. L’heritage dialoga con l’avanguardia, la tradizione viaggia con la sperimentazione sulla rotta del ‘Solo il meglio!’. Oggi la Maison G.H. Mumm rilancia l’abbinamento del suo champagne con uno dei tuberi più pregiati al mondo, recuperando la leggenda secondo cui Alexandre Dumas da Chez Maxim’s amasse cenare con tartufo e champagne. La grande spalla a Pinot Noir della Cuvée, uva distintiva G.H. Mumm, crea una struttura aromatica in grado di sostenere piatti ricchi e strutturati. La frizzante vitalità dello champagne stempera la potenza del tartufo. Secondo i moderni studi di gascromatografia fra i due esiste anche un’assonanza chimica: in entrambi sono presenti alcoli, aldeidei, chetoni. E per concludere non dimentichiamo che la liaison fra i due conquista anche l’aspetto più emozionale del nostro sentire, essendo da sempre associati al mondo della seduzione.

Note di degustazione

La Vista

G.H.MUMM Millésimé 2006 si veste di un giallo dorato, luminoso e brillante. Il perlage è fine e persistente.

Il Bouquet

Al naso lo champagne è superbamente complesso. Note di mela e pera, frutta gialla come albicocca e susina mirabella. Seguono aromi di frutta secca come il fico con sentori di pasticceria, torrone e caramello.

Il Gusto

Dopo un attacco forte e deciso, il vino si sviluppa gradualmente. Via via si rivela chiara la presenza del Pinot Noir, regalando untuosità alla struttura, per poi dispiegarsi in un finale lungo e netto.

Prezzo consigliato al pubblico € 55,00

 Ufficio stampa OTTO m.camparada@ottoidee.it Tel.+39-02-45470850

La Maison G.H. Mumm

Dal 1827. 186 anni di ricerca costante dell’eccellenza e rigoroso rispetto della tradizione. Può essere riassunta così la straordinaria storia della Maison G.H. Mumm, ispirata fin dalle sue origini dall’imperativo: “Solo il meglio”. Parole che Georges Hermann Mumm, suo padre fondatore, amava ripetere. Fu proprio lui nel 1875 a rivestire ogni bottiglia con il prezioso Cordon Rouge, il nastro rosso della Legione d’Onore, il più alto riconoscimento francese creato da Napoleone I. Al di là del simbolo d’eccellenza che rappresenta, il Cordon Rouge è la profonda incarnazione dello spirito G.H. Mumm: ricerca della perfezione e spirito d’avventura. Stile raffinato, rispetto delle tradizioni, tensione verso l’innovazione e qualità del terroir: questi gli elementi unici che hanno reso G.H. Mumm una Maison d’eccellenza nel mondo dello champagne. Nel 2011 il prestigio della Maison si riconferma con i numerosi riconoscimenti nel panorama internazionale, dall’ambito titolo di “Winery of the year” alle medaglie d’oro al “Critics Challenge” di San Diego, il “San Francisco International Wine Competition” e il “Los Angeles International Wine & Spirits Competition”. A settembre 2012 alla Maison è stata conferita la medaglia d’oro per la Cuvée de Prestige Blanc de Blancs in occasione del rinomato International Wine Challenge (IWC). Un riconoscimento che va ad aggiungersi ad altre due medaglie d’oro vinte al Decanter World Wine Awards e all’Imbibe Sommelier Awards. G.H. Mumm è un marchio di proprietà di Pernod Ricard, e promuove il consumo responsabile degli alcolici www.ghmumm.com

No.3 London Dry Gin - nuova bottiglia disponibile da Marzo 2020 - esclusiva di Pallini

Resta sempre aggiornato! Iscriviti alla Newsletter


Scrivi un commento

diciassette − 14 =