Pinterest LinkedIn

Documento tratto da comunicati stampa emessi da www.drinktec.com/

PREMESSA: Anche le imprese del settore caseario devono investire in tecnologie avanzate per ridurre i costi, se vogliono avere successo nel mercato prospero del latte e dei prodotti a base di latte. Caseifici e produttori di alimenti liquidi troveranno a drinktec 2013 una rassegna delle novità e degli sviluppi più recenti del settore. Già alla scorsa edizione nel settembre 2009, oltre un quinto dei visitatori proveniva dal mondo dei prodotti liquidi a base di latte. Questo significa che il principale salone internazionale di tecnologie per le bevande e il liquid food si è ritagliato uno spazio rilevante nell’industria casearia. Un’ulteriore conferma è la scelta di grandi associazioni del settore di organizzare convegni e assemblee a drinktec.

Riferimento temporale luglio 2012

Databank Database Tabella csv excel xls bevande bibite succhi acque

IL FUTURO DEL LATTE È IN ASIA E SUDAMERICA
Il consumo di latte e prodotti derivati cresce in tutto il mondo. Uno degli esempi più eclatanti è la Cina. Nel Paese più popoloso del pianeta, il processo di adattamento al consumo di latte procede a passo sostenuto. Il tasso di crescita annuo dell’industria casearia si attesta fra il 10 e il 15 percento. La domanda è destinata ad aumentare ulteriormente in futuro, anche in virtù della forte promozione da parte del governo cinese a favore del consumo di latte. Le previsioni di Euromonitor rafforzano questo quadro già positivo per l’industria casearia. La produzione mondiale di latte dovrebbe aumentare dagli attuali 126 miliardi di litri a circa 137 miliardi nel 2015. I motori di questa crescita saranno soprattutto l’Asia e la regione del Pacifico, dove Euromonitor prevede un incremento dei volumi dagli attuali 31 a 37 miliardi di litri, mentre i consumi in Europa e Nord America ristagnano su livelli comunque elevati. Questa tendenza è confermata da uno studio di Tetra Pak. Il crescente benessere economico di aree come l’Asia e l’America Latina spinge la domanda di prodotti liquidi a base di latte. Lo studio prevede un aumento dei consumi del 30 percento a livello mondiale entro il 2020.

I MERCATI SI INTRECCIANO
Pochi alimenti offrono le stesse opportunità del latte nello sviluppo di nuovi prodotti attraverso lavorazioni secondarie specifiche. Per questo motivo, drinktec 2013 è un “must” per i fornitori di tecnologie di processo, i direttori tecnici dei caseifici e le aziende di imbottigliamento che vogliono informarsi sulla vastissima gamma di soluzioni per la lavorazione dei prodotti derivati dal latte. GEA Westfalia Separator Group è uno dei tanti espositori che a drinktec 2013 proporranno tecnologie di processo per la lavorazione del latte. Per Christian Frahm, Director Business Line Dairy Technology di GEA, drinktec è un appuntamento imperdibile anche per i visitatori: “Per noi il salone è interessante per due motivi. Da un lato, i vari mercati sono sempre più intrecciati, dando vita ad esempio a bevande che mescolano latte e succhi di frutta o bevande analcoliche. Dall’altro lato, in mercati emergenti come la Cina e l’Asia in generale si stanno affermando prodotti liquidi come gli yogurt da bere o il latte fresco, che crescono a ritmi superiori rispetto all’Europa e all’America, dove dominano alimenti solidi come il formaggio. Per i visitatori provenienti dai Paesi asiatici, drinktec 2013 rappresenta un polo di grande attrazione per l’attenzione che il salone dedica ai prodotti a base di latte e agli alimenti liquidi.”

Catering Ristorazione Databank excel xls csv Dati Indirizzi e-mail Aziende Beverage Bevande Tabella Campi records

IL LATTE È UNA SFIDA PER LE TECNOLOGIE DI PROCESSO
I consumatori chiedono latte fresco con una scadenza più lunga, a parità di gusto e di contenuto di vitamine e sostanze nutritive. La maggiore durata del prodotto porta benefici anche ai produttori e ai commercianti, creando una tipica situazione “win-win”. Il settore offre ormai diverse alternative per la produzione di latte fresco a lunga conservazione (ESL, Extended Shelf Life): iniezione di vapore, riscaldamento indiretto con scambiatori di calore a fascio tubiero, pastorizzazione modificata, microfiltrazione, filtrazione a letto profondo e doppia sterilizzazione con separatori. Queste tecnologie erano già state presentate in parte a drinktec 2009 e, da allora, sono state utilizzate con successo da numerosi produttori di latte. A drinktec 2013 verranno mostrate le evoluzioni più recenti di questi trattamenti, che offrono una soluzione specifica per ogni esigenza. Anche la regolazione del contenuto di grassi nel latte e nella panna occupa un posto di primo piano nelle lavorazioni casearie. Come avviene con la sterilizzazione, anche in questo caso si ottiene un’utile miscela di proteine e altri componenti. Per il latte, preziosa materia prima, i fornitori di tecnologie di lavorazione hanno sviluppato processi specificamente mirati alla produzione di proteine. Come funzionano esattamente, lo vedremo a drinktec 2013. A questi si aggiungono trattamenti nel campo dell’omogeneizzazione. L’efficienza di omogeneizzazione migliora sensibilmente e garantisce un grado di viscosità maggiore, molto utile e vantaggioso ad esempio nella produzione di yogurt. I tecnici dei caseifici possono infine contare su interessanti novità nell’ambito dell’essiccazione.

IGIENE: “EASY TO CLEAN”
I caseifici guardano con attenzione alle opportunità di risparmio energetico, soprattutto nell’ottica della riduzione dei costi. Una soluzione può essere l’impiego di pompe di calore ad alta temperatura negli impianti di raffreddamento. Sviluppi interessanti per un ulteriore incremento dell’efficienza energetica sono previsti anche negli azionamenti delle centrifughe per la sterilizzazione o la scrematura del latte e del siero. Un altro tema centrale per i caseifici è l’igiene. Secondo Knuth Lorenzen, Presidente dell’European Hygienic Engineering & Design Group (EHEDG), i tempi della pulizia in loco (CIP, Clean In Place) possono essere notevolmente ridotti applicando i principi del “design igienico”. La parola chiave è “easy to clean”, perché tempi di pulizia più brevi si traducono in un netto incremento della disponibilità degli impianti. In tutti questi ambiti drinktec 2013 presenterà numerose innovazioni tecnologiche di altissimo profilo per gli operatori dell’industria casearia. Il pubblico potrà aggiornarsi non solo sulle tecnologie più avanzate per la produzione, il riempimento e il confezionamento, ma anche su materie prime e soluzioni logistiche, tutto nella grande vetrina di drinktec. L’offerta del salone è completata dai temi legati al marketing delle bevande e al design delle confezioni, interessanti anche per chi si occupa di latte. drinktec: la giornata del latte è venerdì

Venerdì 20 settembre 2013 sarà una giornata interamente dedicata al latte. Il forum nel padiglione A2 affronterà diverse tematiche del settore, rivolgendosi a tecnici dei caseifici, produttori di bevande, uffici di ingegneria ed esperti di marketing: tutti troveranno qualcosa di interessante. Il Politecnico di Weihenstephan organizzerà visite guidate in fiera sul tema del latte per apprendisti e studenti.

Anche le grandi associazioni di settore sfrutteranno la vetrina di drinktec per riunire a Monaco di Baviera i loro associati. L’associazione tedesca dell’industria del latte (Zentralverband Deutscher Milchwirtschaftler, ZDM) ha organizzato un evento proprio nella giornata di venerdì, che si articolerà nella riunione del consiglio direttivo e nell’assemblea dei rappresentanti. Nel pomeriggio la ZDM ha programmato un evento per la premiazione degli apprendisti e degli studenti più meritevoli dell’anno. Anche l’associazione europea “Association Européenne des Diplômés de l`Industrie Laitière” (AEDIL) ha scelto drinktec per la propria assemblea generale. I membri di ZDM e AEDIL potranno così sfruttare l’appuntamento del salone per aggiornarsi sull’evoluzione integrata dei vari comparti. Il direttore generale di ZDB, Torsten Sach, sottolinea: “I tecnici specializzati nel comparto del latte trovano impiego in tutta l’industria alimentare. Per questo motivo, tutte le tecnologie utilizzate nel mondo delle bevande e del liquid food sono non solo interessanti per i nostri associati, ma parte integrante della loro formazione e delle loro competenze. A questo si aggiungono i contatti con numerosi operatori di tutti i settori.”

INFORMAZIONI SU DRINKTEC
drinktec, salone internazionale delle tecnologie per le bevande e gli alimenti liquidi, è la fiera più importante del settore. Produttori (fornitori) di tutto il mondo, dalle multinazionali alle medie imprese, si incontrano a Monaco di Baviera con i grandi produttori e distributori di bevande e liquid food. drinktec viene considerato dagli addetti ai lavori la principale vetrina mondiale per la presentazione di novità. Le aziende produttrici propongono le tecnologie più recenti per la produzione, il riempimento e il confezionamento di tutti i tipi di bevande e alimenti liquidi, accanto a materie prime e soluzioni logistiche. L’offerta del salone è completata dai temi legati al marketing delle bevande e al design delle confezioni. A drinktec 2013, in programma dal 16 al 20 settembre 2013 nel Centro Fieristico di Monaco di Baviera, sono attesi circa 1.500 espositori da oltre 70 Paesi e circa 60.000 visitatori da più di 170 nazioni.

+info. Ufficio stampa centrale Messe München GmbH Johannes.Manger@messe-muenchen.de/ Benjamin.Buettner@messe-muenchen.de

Ufficio stampa per l’Italia BluSfera Expo & Media Srl Corrado Dal Corno, Simona Baldoni ufficio.stampa@blusfera.it

Tu cosa ne pensi? Scrivi un commento (0)

Aperitivo: No. 3 London Dry Gin  - Food is The Key - distribuito in Italia da Pallini

Resta sempre aggiornato! Iscriviti alla Newsletter


Annuario Bevitalia Bevande Analcoliche Acquista

Scrivi un commento

Per continuare disattiva l'AD Block

La pubblicità è fondamentale per il nostro sostentamento e ci permette di mantenere gratuiti i contenuti del nostro sito.
Se hai disattivato l'AD Block e vedi ancora questo messaggio ricarica la pagina