Pinterest LinkedIn

Tra i consumatori Italiani che acquistano la Marca del Distributore il 49% lo fa con alta frequenza e il 40% con media frequenza: la MDD crea quindi fedeltà all’acquisto e gode della fiducia delle persone; il 35% di chi compra la MDD lo fa quasi in modo esclusivo: l’11% acquista esclusivamente MDD e il 24% acquista prevalentemente MDD, mentre per il 41% degli Italiani il carrello della spesa è riempito per metà da prodotti a Marca del Distributore.

marca-Rapporto_Marca_2016_sintesi_Pagina_01

Sul podio dei valori personali più importanti per i consumatori della MDD vi sono la Famiglia (64%), la Salute (60%) e il Rispetto (35%), seguiti dal Lavoro, dall’Ambiente e dall’attenzione ai bambini.Nell’ambito dei prodotti di Largo Consumo Confezionato nel 2015 i consumatori italiani hanno risparmiato 1,8 miliardi di euro preferendo i prodotti a Marca del Distributore. Sempre di più i consumatori percepiscono la Marca del Distributore come un vero e proprio brand portatore di valori, per cui risulta evidente che il buon rapporto qualità/prezzo (che rimane determinante nella scelta d’acquisto del 74% dei consumatori) e la convenienza (importante per il 72% degli shopper) non sono più i soli fattori d’attrazione, ma tra gli elementi che determinano la spesa vi sono la qualità (68%), la sicurezza e la certificazione (64%), la varietà (55%), la tradizione (55%), la funzionalità (52%), l’etica (51%), l’innovazione (49%) e la sostenibilità (49%).

Annuari Distribuzione Alimentare Catering Ingrosso Alimentare Italia Europa Agra Editrice

Sono questi alcuni dei principali dati di sintesi del “XII Rapporto Marca/BolognaFiere sulla MDD”, curato dal Professor Guido Cristini, Ordinario di Marketing dell’Università di Parma, presentato durante il convegno inaugurale di ADM (Associazione Distribuzione Moderna) che dà il via a MARCA 2016 – l’appuntamento annuale dedicato al settore della Marca del Distributore – organizzato da BolognaFiere in collaborazione con ADM. La Ricerca (Fonte dati IRI) è stata condotta su un campione di 1520 interviste su base nazionale, con l’obiettivo di comprendere in che modo le insegne hanno qualificato, nel tempo, la Marca del Distributore e quale sia la percezione dei consumatori finali.

marca-Rapporto_Marca_2016_sintesi_Pagina_02 marca-Rapporto_Marca_2016_sintesi_Pagina_03 marca-Rapporto_Marca_2016_sintesi_Pagina_04 marca-Rapporto_Marca_2016_sintesi_Pagina_05 marca-Rapporto_Marca_2016_sintesi_Pagina_06 marca-Rapporto_Marca_2016_sintesi_Pagina_07 marca-Rapporto_Marca_2016_sintesi_Pagina_08 marca-Rapporto_Marca_2016_sintesi_Pagina_09 marca-Rapporto_Marca_2016_sintesi_Pagina_10 marca-Rapporto_Marca_2016_sintesi_Pagina_11 marca-Rapporto_Marca_2016_sintesi_Pagina_12 marca-Rapporto_Marca_2016_sintesi_Pagina_13 marca-Rapporto_Marca_2016_sintesi_Pagina_14 marca-Rapporto_Marca_2016_sintesi_Pagina_15 marca-Rapporto_Marca_2016_sintesi_Pagina_16 marca-Rapporto_Marca_2016_sintesi_Pagina_17 marca-Rapporto_Marca_2016_sintesi_Pagina_18 marca-Rapporto_Marca_2016_sintesi_Pagina_19
+info: www.marca.bolognafiere.it/ – il rapporto completo su: www.marca.bolognafiere.it/news/xii-rapporto-marca-by-bolognafiere/5507.html

Tu cosa ne pensi? Scrivi un commento (0)

Resta sempre aggiornato! Iscriviti alla Newsletter

Scrivi un commento

venti + 17 =