beverfood
| Categoria Documenti | 5154 letture

Ricerca Planet Retail: le “PRIVATE LABEL” sono in crescita in tutto il mondo

Nielsen Private label Ricerca Planet Retail Private Label

Planet Ricerca Nielsen Private Retail Private label Label

A livello globale, la penetrazione marchio del distributore (PIVATE LABEL) è in crescita raggiungendo il livello più alto nei mercati saturi e consolidati dell’Europa occidentale. Ciò è quanto emerge da un quadro delineato da Planet Retail nel report di dicembre 2012. La Svizzera è balzata in testa alla classifica con una quota a valore del 45,4% per il 2011, secondo la PLMA / The Nielsen Company. Ciò a fronte di una quota del 52,6% in volume, il che sottolinea i prezzi generalmente più bassi per il marchio del distributore rispetto ai marchi industriali. A livello globale, la Svizzera è rimasta l’unico paese dove più della metà degli articoli venduti è rappresentato da private label, grazie in primo luogo all’azione della catena Migros, il rivenditore leader sul mercato svizzero, fortemente orientato alla filosofia dei marchi privati.


Catering Ristorazione Databank excel xls csv Dati Indirizzi e-mail Aziende Beverage Bevande Tabella Campi records



Al secondo posto della classifica si pone il Regno Unito con una quota a valore del 42%, subito seguito dalla Spagna con una quota a volume del 49% e una quota a valore del 39%. Anche per la Spagna il merito è soprattutto di una catena del moderno retail, Mercadona, che ha sviluppato a proprio marchio un’articolata e approfondita gamma di prodotti in tutti i settori merceologici. Al quarto posto si colloca la Germania (dove dominano le catene Aldi e Lidl) con una quota a valore del 32%. L’Italia si colloca all’11.mo posto con una quota a valore del 17%*. La penetrazione è più bassa in mercati quali Turchia e Russia, dove il commercio al dettaglio è più frammentato.



Annuari Distribuzione Alimentare Catering Ingrosso Alimentare Italia Europa Agra Editrice Il leader di mercato al di fuori dell’Europa occidentale è il Canada, dove ogni 4 dollari spesi, uno è speso per le private label. La quota a valore degli Stati Uniti è salita al 18% dal 17,5% dell’anno precedente e dal 15% nel 2005. Qui, inoltre, la quota a volume è più alta con circa il 22%. La quota media mondiale 2011 è pari a 15% per le vendite. I mercati emergenti sono ancora indietro, ma con quote di crescita relativamente rapida, anche a causa del fatto che i player internazionali del retail sono in espansione in questi mercati e i prezzi dei prodotti alimentari tendono ad aumentare. Le catene del moderno retail fanno sempre più concorrenza ai brand industriali e il consumatore è disposto ad allentare il suo legame con il marchio industriale per scegliere i prodoti che in termini di qualità, servizio e prezzo meglio rispondono alle proprie esiegenze, indipentemente dal marchio che portano.



*Secondo i dati diffusi in occasione dell’ultima manifestazione MARCA di Bologna, la quota a valore delle private label in Italia ha ora raggiunto quota 18% Cfr: https://www.beverfood.com/private-label-italia-cresciute-58-2012-raggiungendo-18



Private Label: Share of Market by Value, 2011 (%)
PrivateLabel2013PLANET-RETAIL


Fonte: http://www1.planetretail.net

+ COMMENTI (0)

DonQ Rum distribuito da Ghilardi Selezioni

Resta sempre aggiornato! Iscriviti alla Newsletter

Planet Retail Label Nielsen Ricerca Private label Private

ARTICOLI COLLEGATI:

Top Quality Awards 2019: Kimbo e Pallini, ancora successo

08/03/2019 - Conferme e novità, sempre all'insegna della qualità assoluta, che potrà essere da oggi esposta a garanzia del proprio lavoro. Sono i Top Quality Awards, organizzati da Ma...

Il mercato pubblicitario in Italia nel 2018

17/02/2019 - Il mercato degli investimenti pubblicitari in Italia chiude il 2018 con una crescita della raccolta del +2% rispetto al 2017. Se si esclude dalla raccolta web la stima Ni...

Ancora in crescita il mercato della birra in Italia nel 2018

01/02/2019 - Secondo le analisi di IRI infoscan, ancora una volta, dopo anni di continua crescita, la Birra si conferma tra le categorie più dinamiche dell’intero Largo Consumo Confez...

E’ l’era del food delivery. Coldiretti: è il settore più dinamico della ristorazione italiana

31/01/2019 - Sono 18,9 milioni gli italiani che nell’ultimo anno con regolarità (3,8 milioni) e occasionalmente (15,1 milioni) hanno consumato a casa cibo ordinato tramite una piattaf...

Indagine Vini Mediobanca 2018: i Canali di Vendita del vino italiano

14/01/2019 - L’ultima indagine sulle società vinicole di Mediobanca ci consente di tracciare anche il quadro distributivo dei vini italiani sia con riferimento alle vendite sul mercat...

Aggiungi un commento

Se il commenti appena inviati non appaiono subito, si prega di aggiornare la pagina (tasto F5) per eliminare la precedente cache salvata della pagina.
Se il commenti appena inviati non appaiono subito, si prega di aggiornare la pagina (tasto F5) per eliminare la precedente cache salvata della pagina.

diciannove − 10 =