Pinterest LinkedIn

Da qualche giorno è iniziata ufficialmente l’estate, con l’Italia divisa in due. Caldo e sole al centro-sud, mentre al nord a parte qualche sprazzo di parentesi di bel tempo dominano instabilità con fenomeni anche violenti di maltempo. In uno scenario come questo, iniziano ad arrivare anche i primi dati sulle vacanze, secondo una ricerca curata da Roberta Garibaldi, tra i massimi esperti di turismo enogastronomico, saranno 19,5 milioni gli italiani in partenza tra giugno e agosto 2024. Il mare svetta nella classifica delle destinazioni preferite, con l’enogastronomia al centro dei programmi delle vacanze balneari dell’estate 2024, per vivere esperienze all’insegna del cibo, vino, olio, birra.

Annuario Birre Italia Birritalia 2023-24 Beverfood.com
Annuario Birra Italia Birritalia 2023-24 beverfood.com

 

In cima alle preferenze l’Italia (solo circa 1 su 4 sceglierà l‘estero), ma si tratta di un desiderio comune a tutti i viaggiatori europei: le attività a tema enogastronomia figurano al secondo posto tra le Top4 experience nei viaggi estivi nelle località marittime (indicate dal 19%), precedute solo dal vivere gi spazi aperti (20%), secondo i dati dell’European Travel Commission. Oltre la metà (57%) effettuerà soggiorni di oltre una settimana, il 26% per vacanze di 4-7 giorni e l’11% per short break. Solo il 5% rinuncerà alle vacanze estive, mentre l’1,5% farà delle escursioni in giornata. Il caro prezzi inciderà solo in parte sulla capacità di spesa di chi andrà in viaggio, con il 48% degli italiani dichiara un budget simile a quello dello scorso anno, il 22% leggermente superiore e il 14% leggermente inferiore. Gli over 65 potranno permettersi qualche extra, mentre i più giovani opteranno per scelte più economiche

L’aumento dei prezzi delle componenti del viaggio ha solo in parte limitato la propensione al viaggio. cresce rispetto al 2023 il budget dedicato alle vacanze, a cui i cittadini europei tendono a dare priorità rispetto ad altre spese per il tempo libero. Per gli italiani vale lo stesso orientamento, con un interesse spiccato verso le mete domestiche, un segnale importante per il comparto turistico nazionale” – afferma Roberta Garibaldi- “Il balneare si conferma sia in Italia che in Europa uno degli ambiti preferiti per vivere le esperienze enogastronomiche. Un’ evidenza che deve stimolare destinazioni e operatori ad arricchire l’offerta tradizionale con proposte strutturate, capaci di far scoprire il mondo del mare con pescaturismo ed ittiturismo nonché i territori di produzione limitrofi e la loro cultura, puntando su proposte attive e coinvolgenti. In questo modo si possono creare circuiti virtuosi tra aree costiere (ad alto afflusso) e quelle interne (a minore afflusso), generando valore economico, sociale e culturale diffuso”.

Databank excel xls csv Dati Indirizzi e-mail Aziende Beverage Bevande Tabella Campi records

 

In cima ai desideri il godere del paesaggio rurale (30,4%) e le esperienze culinarie nei ristoranti (30,1%), quest’ultime assai apprezzate sia dai più giovani che dai senior. A seguire eventi e festival tematici (21%), esperienze di wellbeing e visite in tutti luoghi di produzione, non solo le cantine, a conferma di un apprezzamento a 360 verso questo mondo. I più attivi nella scoperta dell’enogastronomia al mare sono i giovani tra i 25 e 34 anni, molto richieste esperienze di benessere, proposte come trekking e tour in MTB all’insegna del gusto (+8,9%) e spa e trattamenti a base vino, olio (+8,8%).

Città d’arte anche all’estero e piccoli borghi seguono il mare nella classifica delle mete estive preferite, ma ben distanziate, bene anche il risultato della montagna. A seguire troviamo, nell’ordine, le località di campagna, collina e lago. Il mare regna incontrastato tra le scelte dei 35-44enni – dove è superiore alla media di ben sei punti percentuale – mentre tra i più giovani forte è l’appeal di città d’arte, dei piccoli borghi e delle aree rurali, quest’ultime ricche di fascino e storia e, al contempo, più accessibili. L’automobile è il mezzo di spostamento prediletto dagli italiani per l’estate 2024 (67%), anche per via della tipologia della vacanza scelta, Mezzi pubblici e treno seguono a grande distanza (rispettivamente 16% e 15%). Gli under 24 sono i più propensi verso modalità differenti dal mezzo privato (indicato dal 48%).

Tu cosa ne pensi? Scrivi un commento (0)

Resta sempre aggiornato! Iscriviti alla Newsletter

Scrivi un commento

cinque + 14 =

Per continuare disattiva l'AD Block

La pubblicità è fondamentale per il nostro sostentamento e ci permette di mantenere gratuiti i contenuti del nostro sito.
Se hai disattivato l'AD Block e vedi ancora questo messaggio ricarica la pagina