antonietta
| Categoria Notizie Bevande Analcoliche, Birra, Tecnologia e Packaging | 4250 letture

Euromonitor: i sette trend globali delle bevande nel 2018

Millennials Euromonitor Coca-cola Sette Glacéau Smartwater Trend Globali Energy Drink Organic Pepsi Organics By Red Bull Gruppo Sanpellegrino Robinsons Refresh'd Bevande Marketing Esperienziale Biologico Design & Packaging Energy Drink Danone Nestlé Pernod Ricard

Millennials Euromonitor Gruppo Sanpellegrino Pernod Ricard Biologico Pepsi Bevande Marketing Esperienziale Glacéau Smartwater Energy Drink Organic Design & Packaging Sette Danone Coca-cola Organics By Red Bull Trend Globali Robinsons Refresh'd Nestlé Energy Drink

Ci sono una miriade di prodotti interessanti che appaiono sugli scaffali dei supermercati di tutto il mondo. Questo eclettico elenco di prodotti, dalle bevande alcoliche all’acqua in bottiglia, è probabilmente il risultato diretto di un bricolage di tendenze e storie identificabili all’interno dell’universo delle bibite.

L’esperienza dell’idratazione

I produttori scommettono molto sulla creazione di prodotti che forniscono un’esperienza. L’acqua in bottiglia è il cavallo in testa alla corsa dei soft drink. L’esperienza dell’idratazione sta diventando estremamente importante, sia perché permette di sperimentare il prodotto stesso, sia perché contribuisce a creare uno stato di entusiasmo nel consumatore coinvolto. Coca-Cola Europe, ad esempio, sta introducendo Oasis Aftershock all’interno della sua gamma di acqua aromatizzata. La commercializzazione di questi prodotti è chiara. I sapori hanno lo scopo di offrire ai consumatori un’opzione calda e una fredda. Il lampone speziato è aromatizzato con peperoncino, mentre il Chilled Cherry è pensato per essere più fresco. Si prevede che la dualità dell’esperienza offerta possa creare dinamismo all’interno del mercato mondiale dell’acqua in bottiglia in seguito al calo delle vendite di carbonati. Robinsons Refresh’d e Glacéau Smartwater sono altri esempi di creazione di una storia o di un’esperienza rivolta al consumatore alla ricerca di un motivo per scambiare il proprio acquisto. Glacéau è chiamato “intelligente” perché è prodotto utilizzando i principi del ciclo idrologico. Un buon precursore del futuro è il lancio delle buste surgelate Coca-Cola in Giappone, Paese che vanta numerosi prodotti di questo genere meritevoli di essere testati.  E tanti altri dovremo aspettarci.

Curioso di mestiere

L’interesse per le varianti artigianali è sicuramente presente, ma la domanda più pertinente è: chi sono le persone che comprano in questo settore? Il problema principale con la birra artigianale è la mancanza di conoscenza e probabilmente, a volte, la coperta di oscurità che circonda i non iniziati. La scelta in questo caso non va a vantaggio della categoria, poiché molti consumatori sono interessati e curiosi ma non abbastanza da virare troppo lontano dalla loro birra normale. Anche i profili di gusto sono una considerazione importante quando si effettua la scelta per l’acquisto. Mentre ci sono decine di nuovi lanci sul mercato, due esempi particolari colpiscono particolarmente a causa di ciò che rappresentano. Guinness ha lanciato due nuove birre : Open Gate, quella che definiscono la birra capace di colmare il divario tra le tradizionali e l’esperienza artigianale. Ciò per rendere più facile la scelta a coloro che sono rimasti un po’ confusi dall’ampia scelta di marche, varianti e sapori sconosciuti. Seconda introduzione è stata la birra artigianale non alcolica di Braxzz, che attinge e sfrutta il consumo ridotto di alcol in tutto il mondo. Sarà interessante vedere come il panorama delle categorie prenderà forma nei prossimi anni.

 

Annuario Bevitalia Acque Minerali, Bibite e Succhi Beverfood Acquista Ora o scarica gratis in pdf
Annuario Bevitalia Acque Minerali, Bibite e Succhi Beverfood Acquista Ora o scarica gratis in pdf

 

L’agenda delle etichette pulite

Salute e benessere vendono. Questa non è più una tendenza ma è trascesa in una scelta di vita. Le persone si stanno abituando a pagare di più per una variante più sana, anche accettando gusti e consistenze diverse, purché ci siano dei benefici. I consumatori ora accettano di più una “salsiccia” fatta di soia o un biscotto vegano senza glutine, e i prodotti stanno lavorando per attingere al sano mantra vivente. È diventato estremamente importante ottenere la messaggistica on-pack e l’etichettatura sul punto. Negli ultimi due mesi ci sono state molte notizie commerciali e di settore su questo argomento, ma il punto chiave è che l’obiettivo è quello di raccontare la storia di un prodotto migliore così da ottenere il giusto mix di ingredienti, un elenco più breve e più pulito rispetto alle tradizionali spiegazioni sul retro del pacchetto.

Funzionalità: il nuovo sapore?

L’aroma rimane una tattica chiave utilizzata per differenziarsi all’interno della categoria. Per esempio, Perrier ha lanciato una variante di pesca insieme alle varianti di lime, arancio, pompelmo rosa, mela verde, fragola e anguria negli Stati Uniti. Tuttavia, si potrebbe sostenere che la funzionalità è il nuovo sapore, poiché più marche si differenziano in base alle loro qualità funzionali piuttosto che al gusto. Gli aromi sono ora scelti per accentuare il messaggio di funzionalità di un prodotto. Il melograno è un gusto popolare a causa dei suoi elevati benefici antiossidanti, nonostante sia sufficiente includerne solo una minima quantità. Gli ingredienti funzionali migliorano il profilo nutrizionale di un prodotto, in cui ora è normale trovare proteine ​​o fibre aggiunte per trasmettere funzionalità. I produttori stanno investendo in nuove varianti, anche se il segmento di consumatori che acquista tali prodotti è ancora di nicchia. Ad esempio, la Naked Juice Green Machine di Pepsi contiene un ingrediente interessante: la spirulina. La Spirulina è una micro alga verde-blu utilizzata per le sue elevate proprietà antiossidanti, vitaminiche e proteiche, nonostante i costi elevati di approvvigionamento. Un’altra aggiunta interessante, propagandato come il prossimo grande ingrediente per le bevande è lo zenzero. Lo zenzero, un ingrediente antico in alcune parti del mondo e coltivato per i suoi benefici medicinali e per le sue virtù digestive e anti-infiammatorie, ora sta diventando noto anche per la sua versatilità. Oggi viene usato infatti anche in aggiunta a un’ampia varietà di bevande, come il caffè, tè, il succo d’arancia, l’acqua potenziata e le bevande funzionali.

Cascara è un termine usato per descrivere la buccia essiccata di un chicco di caffè che veniva tipicamente scartato. Ma Cascara è piena di antiossidanti, motivo per cui ora viene usata come ingrediente. La lista continua, però, questi prodotti si rivolgono ad una fascia di consumatori alta e non alla portata di tutti. Sarebbe interessante vedere la democratizzazione della salute e del benessere per le masse, immettendo sul mercato produttori e varianti migliori a prezzi accessibili.

 

Guida Guidaonline Bibite e Succhi Beverfood bevande analcoliche energy sport drink thè caffè freddi succhi nettari
GuidaOnline Bibite e Succhi Beverfood.com Bevande Analcoliche bibite mixology thè e caffè freddi energy sport drinks Succhi Nettari Bevande Frutta Funzionali Horeca Concentrati

 

Evoluzione nel packaging

Il packaging era solo una protezione del prodotto, progettato per essere ergonomicamente fattibile e visivamente piacevole. L’imballaggio deve essere sostenibile, avere una messaggistica responsabile (e succinta), sottoscrivere uno standard di etichette pulite e di alta qualità, essere molto pratico e abbastanza stravagante per i millennial. Questo è davvero un livello molto alto, tuttavia ci sono prodotti in lizza per raggiungere questo obiettivo. Prova ne è l’ambizione di Nestlé e Danone, marchi che si prefiggono di rendere il 100% del loro imballaggio riciclabile o riutilizzabile con un PET a base biologica. Anche Pernod Ricard ha annunciato la sua collaborazione con Loliware, la società che produce Lolistraws, una paglia biodegradabile che funziona e si presenta come la sua controparte in plastica, ma è interamente realizzata con materiali a base di alghe.

La grande “O”: organico

Le bevande organiche si stanno ritagliando una nicchia all’interno dello spazio “salute e benessere”, a tal punto che segue una tendenza diversa, una storia diversa. Con il calo delle vendite di carbonati globali, ha iniziato a farsi strada un crescente interesse per i carbonati organici senza aromi artificiali. Gusto Organic ha lanciato la propria linea di bevande biologiche per sfruttare il vantaggio dei primi entranti nei carbonati organici. La categoria delle bevande energetiche offre anche prodotti “più puliti”. Le varianti bio di yerba mate e di caffè verde biologico sono prodotte da una società chiamata Mamma Chia per sfruttare non solo la caffeina, ma anche antiossidanti, vitamine e minerali naturali. Organics di Red Bull ha avuto un’evoluzione sorprendente in questa direzione, giungendo anche a un’estensione di linea organica premium. Anche il marchio premium di acqua frizzante San Pellegrino ha aggiunto, in tutto il Canada, due tè biologici a base di estratto di tè biologico, zucchero di canna e concentrato di succo di frutta. Le bevande organiche stanno riscuotendo un grande interesse, utile soprattutto a bilanciare i portafogli aziendali nel mondo delle tasse post zucchero.

La tassa sulle bevande e le conseguenze scintillanti

Il titolo di un articolo di Beverage Daily, nel dicembre del 2016, ha dichiarato: “2016: L’anno della tassa sullo zucchero”. L’argomento, ha detto l’articolo, è stato dibattuto intensamente in tutto il mondo con grande slancio, al fine di implementarlo e raccogliere costantemente vapore in molti Paesi. Uno di questi Paesi era il Regno Unito che ha annunciato la futura introduzione di una tassa sullo zucchero nel 2016. Ciò che risulta interessante è che se le tasse fossero state implementate nel 2016, quando fu annunciato, il 25% del volume delle bibite nel Regno Unito sarebbe stato soggetto alla tassa. Avanzamento rapido di due anni all’attuazione effettiva, solo il 12% dei volumi è interessato. Ciò significa, ovviamente, che i produttori si sono concentrati sullo sviluppo di prodotti più sani. La gamma e la scelta sono state riformulate e personalizzate per offrire bevande che abbiano un buon sapore – ciò resta di fondamentale importanza – ma che siano anche più salutari. Capri-Sun ha lanciato una ricetta rivisitata riducendo lo zucchero di almeno il 50%, ecco ottenuta così Sprite. Altre aziende mirano invece alla tendenza dei consumatori di ridurre il l’apporto calorico. Good idea Inc., un’azienda svedese, ad esempio, lo ha fatto scegliendo bevande gassate non zuccherate per la loro miscela di amminoacidi e cromo che gestisce i livelli di zucchero nel sangue, producendo in modo efficace acqua frizzante pronta al consumo che controlla lo zucchero nel sangue. Esempi comparabili includono Smirnoff, che ha lanciato i suoi Seltzers Spiked Spiked in diversi gusti negli Stati Uniti. È una bevanda che ha solo 90 calorie in 12 once, non contiene zuccheri e dolcificanti artificiali. Un’altra azienda, Squeez’d Beverages, ha lanciato una combinazione ready-to-drink di acqua frizzante, vodka e aromi di frutta. Questo scintillante segmento di mercato risulta essere sempre più attrattivo. Nei prossimi anni, si prevedono numerosi prodotti innovativi in circolazione.

Databank bevande bibite succhi acque Dati Excel xls csv tabella campi indirizzo email sito web

 

+INFO: blog.euromonitor.com/2018/05/7-global-beverage-trends-2018.html

 

Traduzione a cura di Redazione Beverfood.com

© Riproduzione riservata

+ COMMENTI (0)

Gosling Rum - Distribuito da Pallini

Resta sempre aggiornato! Iscriviti alla Newsletter

Bevande Euromonitor Pernod Ricard Biologico Nestlé Coca-cola Energy Drink Danone Globali Design & Packaging Marketing Esperienziale Energy Drink Organic Glacéau Smartwater Organics By Red Bull Sette Pepsi Robinsons Refresh'd Trend Millennials Gruppo Sanpellegrino



Annuario Bevitalia Acque Minerali Bibite e Succhi Soft Drinks Acquista

ARTICOLI COLLEGATI:

Anche i colossi piangono: la lotta degli sport drinks

20/05/2019 - C'è stato un tempo in cui l'immaginario collettivo avrebbe risposto unanime, se chiamato a nominare almeno un brand di bevande sportive. Una sorta di monopolio di liquidi...

Il bere della Generazione Z: giovani consumatori e distillati al top

17/05/2019 - Negli ultimi dieci anni, la categoria del beverage è stata condizionata e plasmata dai millennials, che hanno saputo anche interessarsi a realtà locali e artigianali. Gli...

Nuova ricerca Nestlé: il rapporto fra cibo e amore, la scintilla del primo appuntamento

16/05/2019 - La scintilla da primo appuntamento dà una specie di misteriosa vertigine che potrebbe finire in ogni modo ma che inizia, invariabilmente e salvo rari casi, sempre davanti...

Attenzione alla filiera e naturalità: i diktat di Zuegg da 130 anni

13/05/2019 - Un palcoscenico di tendenze, reunion di professionisti del settore, fulcro di conoscenze e luogo di business: questo in breve il succo della settima edizione di TuttoFood...

Achillea: il lato biologico-montano del Gruppo Ponti

09/05/2019 - Un palcoscenico di tendenze, reunion di professionisti del settore, fulcro di conoscenze e luogo di business: questo in breve il succo della settima edizione di TuttoFood...

Aggiungi un commento

Se il commenti appena inviati non appaiono subito, si prega di aggiornare la pagina (tasto F5) per eliminare la precedente cache salvata della pagina.
Se il commenti appena inviati non appaiono subito, si prega di aggiornare la pagina (tasto F5) per eliminare la precedente cache salvata della pagina.

5 × uno =