Pinterest LinkedIn

© Riproduzione riservata

Sono gocce minuscole che in realtà cambiano tutto. L’elemento che sposta gli equilibri nel bicchiere, quel tanto che basta perché un drink sia perfetto. I bitter sono spesso la chiave per un’esperienza di qualità da bere, e non può mancare il meglio del mercato, nel portfolio di un colosso della distribuzione come Onestigroup. 

Per partire bisogna in realtà essere già lontani, almeno con la mente. Lo sa bene Yuki Yamazaki, autorità nel mondo della miscelazione, che dal Giappone è atterrato a Londra prima e in Canada poi, dove si è stabilito e ha dato forma alla propria idea. Japanese Bitters è la prima linea di bitter realizzata con prodotti esclusivamente giapponesi, attraversando in ogni aspetto, stagione e sentore la terra degli Imperatori. Umami (che vuol dire sapido, il quinto sapore dopo dolce, amaro, piccante e acido), Yuzu Shiso sono le tre varianti disponibili, ciascuna con l’inimitabile profilo aromatico del lontanissimo Oriente.

È andato idealmente ancora più lontano Bob Petrie, Neozelandese, ex pasticcere di svariati ristoranti stellati che circa quindici anni fa ha deciso di cambiare vita. Basta con le cucine vere e proprie, e via con le ricette di chimica è intuito, che lo hanno portato alla collaborazione con il leggendario barman Giuliano Morandini (Dorchester Hotel) e alla creazione dei Bob’s Bitters. Undici varietà e due cocktail ready to drink (in collaborazione con Simon Difford) compongono la gamma, che spazia dal cioccolato alla menta piperita ed è caratterizzata dalla lunga macerazione degli ingredienti, tanto da farne assomigliare il profilo aromatico a quello del gin: cardamomo, zenzero e pompelmo sono le stelle di questo mix inebriante, a cui ricetta rimane però segreta.

E quindi Underberg, l’intelligentissimo bitter in formato tascabile, unico al mondo: 2cl, quanto basta per poterne godere appieno, sia per gusto che per proprietà digestive. 44 gradi alcolici e una base di 43 erbe gli conferiscono caratteristiche benefiche guardando sempre avanti: anche in mixology è ormai da anni un must per creazioni equilibrate e accattivanti, dalle note speziate e arricchite dal carattere forte e tradizionale del prodotto. Una ricetta antica e segreta, custodita e tramandata da oltre 170 anni: Underberg è inoltre l’unico amaro al mondo a rispettare i dettami Kosher, è un prodotto completamente naturale ed è perfetto per la miscelazione con elementi citrici e dolci che ne esaltino le qualità balsamiche e amaricanti.

onestigroup.com/
www.86gradi.it/

© Riproduzione riservata

Scheda e news: ONESTIGROUP S.p.A.

Tu cosa ne pensi? Scrivi un commento (0)

Resta sempre aggiornato! Iscriviti alla Newsletter

Scrivi un commento

quattro + 2 =