Pinterest LinkedIn

Giovanni Zucchi, amministratore delegato di Oleificio Zucchi SpA, importante azienda del settore oleario con sede a Cremona, è stato eletto Presidente nel corso dell’Assemblea annuale Assitol. La scelta di puntare su un presidente relativamente giovane, rappresentante di una delle famiglie storiche del mondo oleario italiano, nasce da una profonda necessità di rinnovamento all’interno del comparto.

Annuari Distribuzione Alimentare Catering Ingrosso Alimentare Italia Europa Agra Editrice
Annuari Distribuzione Alimentare Catering Ingrosso Alimentare Italia Europa Agra Editrice

Nato nel 1972, dopo un corso in Management della produzione industriale in Sda Bocconi e l’executive MBA presso l’Alma Mater di Bologna, Zucchi comincia a lavorare nell’azienda di famiglia. Passa attraverso incarichi diversi, prima in produzione, poi nell’area commerciale. Dal 2012 è Amministratore Delegato dell’azienda. Nello stesso anno, è stato eletto vice presidente di Assitol. Negli ultimi cinque anni, si è occupato soprattutto di sviluppare il business degli oli di oliva, impegnandosi nella selezione di materie prime e nella continua ricerca e creazione di nuovi blend che possano assicurare la qualità del prodotto nel tempo.

 “Apprezzo molto l’impegno profuso fino ad oggi dalla dirigenza dell’Associazione – ha dichiarato il neo-presidente – e dallo stesso Colavita, che ho voluto fortemente al mio fianco per assicurare continuità istituzionale e traghettare Assitol in questo delicato passaggio generazionale. Intendo proseguire lo sforzo di Assitol – ha proseguito Giovanni Zucchi – nel valorizzare il lavoro delle aziende del settore anche attraverso il dialogo con le istituzioni ed i diversi interlocutori della filiera, perché si instaurino collaborazioni costruttive che favoriscano l’evoluzione e la crescita dell’intero settore”. Il suo predecessore, Leonardo Colavita, presidente della Colavita SpA, rimarrà nel Consiglio Direttivo dell’Associazione, con la delega ai rapporti con Federalimentare.

 Oleificio Zucchi SpA

 L’Oleificio Zucchi nasce nel 1810 nel lodigiano come attività artigianale a conduzione familiare dedicata all’estrazione di olio da semi per uso alimentare. Nel 1922 viene costruito il primo sito industriale vicino Cremona, che assume progressivamente le dimensioni di una vera e propria fabbrica. Nel 1946, la famiglia Zucchi costituisce l’attuale Oleificio Zucchi SpA e riavvia la produzione dopo i momenti difficili della guerra. Dalla metà degli anni ’50, l’Oleificio Zucchi diventa fornitore delle marche commerciali dei principali gruppi della Moderna Distribuzione. Nei primi anni ’90, il costante sviluppo dell’azienda ha imposto la necessità di spostare lo stabilimento nell’attuale sede, sull’asta del canale navigabile di Cremona, in un’area di 80.000 mq. Sotto la guida della famiglia Zucchi, impegnata in prima persona nel management, lo stabilimento è stato aggiornato alle più recenti conoscenze tecnico-impiantistiche e riesce così a rispondere costantemente alle esigenze del mercato in termini di qualità del prodotto e di impatto ambientale, con particolare attenzione alla costanza qualitativa del servizio ed alla flessibilità dell’offerta. È di questi ultimi anni un ulteriore importante sviluppo dell’Oleificio Zucchi: l’introduzione della linea dell’olio d’oliva come naturale completamento della gamma dei prodotti. La storia e le continue innovazioni dell’Oleificio Zucchi, ormai leader nel mercato nazionale, hanno fatto sì che diventasse il partner più affidabile e collaudato del trade moderno oltre che “player” innovativo del mercato degli oli di semi e di oliva.

Per maggiori informazioni: Aida Partners Ogilvy PR sara.loddo@aidapartners.com

 

 

Tu cosa ne pensi? Scrivi un commento (0)

Santi Crinaia - Dal 1843 Passione Valpolicella

Resta sempre aggiornato! Iscriviti alla Newsletter

Scrivi un commento

Per continuare disattiva l'AD Block

La pubblicità è fondamentale per il nostro sostentamento e ci permette di mantenere gratuiti i contenuti del nostro sito.
Se hai disattivato l'AD Block e vedi ancora questo messaggio ricarica la pagina