0
Pinterest LinkedIn

© Riproduzione riservata

Il Gruppo Italiano Vini scommette sulla ristorazione come volano per la crescita dei suoi vini. Una strategia tesa a valorizzare i vini di qualità del primo produttore per ricavi in Italia, con il 2018 chiuso a 385 milioni di euro che diventano 594 considerato il bilancio consolidato di Cantine Riunite & Civ. Si sente dire che il vino italiano ha bisogno di avere una maggiore vicinanza con il settore della ristorazione, al Giv hanno pensato quindi di puntare direttamente alla tavola per far crescere la propria presenza nel settore ho.re.ca. “Storicamente il Gruppo Italiano Vini ha sempre avuto la ristorazione nel suo dna, basti pensare ai due ristoranti storici di proprietà della Nino Negri come Fracia e Castel Grumello, che da sempre sono sinonimo di qualità in Valtellina- le parole di Roberta Corrà, Direttore Generale Giv– Nel 2019 diventeranno quattro i ristoranti di proprietà del Giv, all’inaugurazione di qualche settimana fa a Matera si aggiunge quella prevista per il mese di maggio a Praga”.

Taverna Re Manfredi,Buozzi street 122, Matera

A Matera è nato un gioiello, Taverna Re Manfredi, frutto di un’importante collaborazione tra lo chef Fabrizio Albini e la cantina lucana Re Manfredi della galassia Giv. Un ambizioso progetto di ristorazione nel cuore di Matera, la città dei Sassi, che punta all’alta qualità e al massimo rispetto della tradizione, con spazio anche alle sperimentazioni. La scelta di collaborare con piccoli produttori e artigiani della zona si concretizza in una cucina che mette in risalto e rende protagonista la materia prima e il territorio lucano, principi che hanno sempre ispirato la filosofia produttiva di Re Manfredi. Una vera experience unica quella di Taverna Re Manfredi, un viaggio nel tempo e nella storia. Siamo a Matera nel cuore del Sasso Caveoso. Le sale scavate dall’uomo, i muri non coperti che lasciano viva l’atmosfera del sasso, il soppalco con i tavoli più riservati, la terrazza esterna per le giornate di sole mediterraneo e l’estrema semplicità dei piatti creati sono tutti elementi che trasmettono la cura e il rispetto per la grande cucina artigianale italiana. La taverna offre ai visitatori due spazi: un ristorante per degustare i cibi della tradizione lucana rivisitati da Fabrizio Albini e il bistrot e wine bar dove poter fare uno spuntino o un pasto leggero accompagnati da un ottimo calice di vino. Il wine bar della Taverna Re Manfredi offre la possibilità di degustare una selezione di vini che sono l’espressione massima del territorio lucano, con una ricca scelta dei vini più prestigiosi d’Italia, grazie alle numerose annate presenti in assortimento. Il particolare microclima presente naturalmente nei Sassi crea un ambiente perfetto per ospitare bottiglie di vino importanti tra le quali un’edizione limitata e numerata dell’annata 2015 di Re Manfredi Aglianico del Vulture Doc creata per celebrare Matera, Capitale Europea della Cultura per il 2019 e per festeggiare il ventesimo compleanno della cantina.

L’ultima novità prevista per il mese di maggio riguarda invece l’est Europa, precisamente a Praga in Repubblica Ceca dove il Gruppo Italiano Vini è già presente con una filiale estera a presidio di uno dei mercati stranieri. Il Giv sbarcherà a Praga nel quartiere Karlin con un concept di locale innovativo, come ci ha anticipato al Vinitaly il Dg Roberta Corrà. “Vogliamo capire se il concept di ristorazione abbinata al vino possa essere una leva strategica di sviluppo del nostro business tradizionale, per questo inaugureremo un locale di proprietà a Praga nella zona degli affari. E’ un progetto molto importante a cui teniamo molto per lo sviluppo in nuovi mercati, un concetto dinamico e innovativo di wine restaurant gestito direttamente dal produttore con il vino vero protagonista della tavola”.

INFO www.gruppoitalianovini.it

© Riproduzione riservata

No.3 London Dry Gin - nuova bottiglia disponibile da Marzo 2020 - esclusiva di Pallini

Resta sempre aggiornato! Iscriviti alla Newsletter


Scrivi un commento

tre + diciotto =