Pinterest LinkedIn

In riferimento a quanto comunicato lo scorso 1 settembre 2011, Granarolo rende noto di avere perfezionato nei giorni scorsi il closing relativo all’acquisizione del ramo d’azienda di Lat Bri, terzo produttore di formaggi freschi in Italia. A seguito di questa operazione, che ha rilevato sostanzialmente la posizione debitoria di Lat Bri, si conclude il periodo transitorio di affitto di ramo d’azienda. A Latticini Italia, società interamente controllata da Granarolo, vengono trasferiti gli impianti, i marchi e tutte le attività operative facenti capo a Lat Bri. Ciò consente al Gruppo Granarolo di aumentare la gamma di prodotti offerti al mercato, con particolare riferimento al settore dei formaggi freschi, di beneficiare della forte presenza di Lat Bri nel settore della GDO e di portare in casa una forte quota di export (pari a più di 40 milioni di Euro) che consentirà di ampliare l’offerta del Gruppo anche a livello internazionale.

Annuario Bevitalia Acque Minerali, Bibite e Succhi Beverfood

Grazie al perfezionamento di questa operazione Granarolo può inoltre contare sulla struttura industriale tecnologicamente all’avanguardia di Lat Bri: lo stabilimento di Usmate Velate (Monza), oggetto di importanti e recenti investimenti, è infatti in grado di garantire standard produttivi molto elevati. Nei 30.000 metri quadrati dello stabilimento si lavorano circa 40.000 tonnellate di prodotti, prevalentemente mozzarelle, ricotta, mascarpone e formaggi freschi.

Infoflash/Gruppo Granarolo
Il gruppo Granarolo, uno dei principali player dell’agroalimentare italiano, comprende due realtà diverse e sinergiche: un consorzio di produttori di latte – Granlatte – che opera nel settore agricolo e raccoglie la materia prima – e una società per azioni – Granarolo S.p.A. – che trasforma e commercializza il prodotto finito e conta 6 siti produttivi dislocati su tutto il territorio nazionale. Il gruppo Granarolo rappresenta così la più importante filiera italiana del latte direttamente partecipata da produttori associati in forma cooperativa. Riunisce infatti circa 1.000 allevatori produttori di latte, un’organizzazione di raccolta della materia prima alla stalla con 70 mezzi, 1.200 automezzi per la distribuzione, che movimentano 750 mila tonnellate/anno e servono quotidianamente più di 60 mila punti vendita presso i quali 11 milioni di famiglie italiane acquistano prodotti Granarolo. Con l’acquisizione di Yomo nel 2004, Granarolo è divenuto il più importante produttore italiano di yogurt. Del 2011 invece l’acquisizione di Lat Bri, che ha fatto di Granarolo il secondo operatore nazionale di questo comparto e il primo a capitale italiano. Il Gruppo Granarolo conta circa 2000 dipendenti al 31/12/2010. Il 77,48% del Gruppo è controllato dal Consorzio Granlatte, il 19,78% da Intesa Sanpaolo, il restante 2,74% da Cooperlat. Fatturato: nel 2010 la Società ha realizzato 884,3 milioni di Euro, circa 900 milioni di euro nel 2011.

+info: Comunicazione e Corporate Affairs Granarolo SpA myriam.finocchiaro@granarolo.it Media Relations Weber Shandwick | Advisory pmaini@advisorywebershandwick.it

Tu cosa ne pensi? Scrivi un commento (0)

Castagner Grappa invecchiata in Barrique di Ciliegio - Solo Legno di Ciliegio per un gusto unico

Resta sempre aggiornato! Iscriviti alla Newsletter


Annuario Bevitalia Bevande Analcoliche Acquista

Scrivi un commento

3 × 4 =