0
Pinterest LinkedIn

La grappa è oggi uno dei simboli del made in Italy enogastronomico e elemento distintivo di un lifestyle tranquillo ed elegante. Anche quest’anno l’Istituto Nazionale Grappa organizza la giornata di Grapperie Aperte, per la settima edizione, offrendo la possibilità ad intenditori, appassionati e semplici curiosi di conoscere i segreti dell’arte della distillazione italiana, attraverso degustazioni e visite guidate che porteranno i partecipanti alla scoperta dei preziosi alambicchi. Domenica 10 ottobre nelle distillerie associate ING, si svolgerà nuovamente l’evento aperto al pubblico che conduce dentro alle distillerie, ad apprendere dalla voce dei distillatori le tecniche di produzione, la storia dell’azienda e del prodotto, ma anche la cultura e la tradizione che questa bevanda porta con sé.


“Siamo alla settima edizione di questa manifestazione, e siamo lieti di notare che il suo successo in termini di pubblico si è andato costantemente rafforzando. – sono le parole del Presidente ING Cesare Mazzetti – Grapperie Aperte è stata fortemente voluta dall’Istituto Nazionale Grappa per diffondere la conoscenza del nostro distillato di bandiera: un prodotto consumato da molti, spesso però senza conoscere il suo stretto legame con il territorio, con la millenaria cultura vitivinicola italiana, con le radici familiari che fanno delle distillerie delle vere e proprie ‘finestre’ sulla civiltà contadina, e della grappa un distillato completamente diverso da tutti gli altri. Grapperie Aperte è un invito a tutti ad aprire, per un giorno, queste ‘finestre’ e ad avventurarsi nel mondo familiare, amichevole e schietto dei distillatori”.

Databank Database Tabella csv excel xls Case Vinicole Cantine

Dall’Alto Adige alla Sicilia, il 10 ottobre Grapperie Aperte saprà risvegliare l’interesse e la passione per il grande distillato italiano, trascinando i visitatori delle distillerie in un vortice di profumi e sapori indimenticabili. Le proposte dei distillatori per emozionare i partecipanti spazieranno dall’arte, alla fotografia, dal gusto della cucina tradizionale alle golosità della pasticceria professionale. In Alto Adige la grappa si abbinerà all’arte di Konrad Laimer e ai profumi dei salumi affumicati e dei formaggi di malga; spostandosi in Trentino i sapori locali faranno da cornice agli appassionanti “tour” nel cuore delle distillerie. In Piemonte la scoperta della grappa partirà dall’alto delle sorgenti, fino a giungere nelle cantine e unirsi al gusto delle castagne e del cioccolato, oppure mescolarsi in gustosi cocktail a bassa gradazione alcolica; in Lombardia, invece, il percorso esperienziale sulla grappa andrà ad incontrarsi con i cioccolatini e il sigaro, per una “coccola” all’insegna del lusso e del relax. Scendendo lo “stivale”, passando per il Veneto, la grappa incontra il pubblico attraverso seminari sul bere consapevole ma anche appassionanti percorsi didattici, senza però rinunciare al sapore del cioccolato dei maestri pasticceri o all’arte dei barman nella preparazione di esuberanti cocktail. La fotografia artistica rivela le origini culturali della grappa Toscana, fino a giungere in Sicilia, ultima frontiera del distillato di vinacce. Le distillerie aderenti all’iniziativa e i programmi sono visionabili sul sito www.grapperieaperte.it

+INFO: Ufficio Stampa Marte Comunicazione – marte.comunicazione@gmail.com, Marzia Morganti Tempestini – Tel. 335 6130800, Tel. 340 9375619

No.3 London Dry Gin - nuova bottiglia disponibile da Marzo 2020 - esclusiva di Pallini

Resta sempre aggiornato! Iscriviti alla Newsletter


Scrivi un commento

11 − 10 =