Pinterest LinkedIn

L’assemblea generale dei soci di Caviro ha approvato il bilancio Consolidato 2008, primo esercizio di 12 mesi avente a riferimento l’anno solare. Il Gruppo, grazie alle ottime prestazioni dell’export che ha fatto segnare un +26% rispetto all’anno precedente, presenta un giro d’affari di 283 milioni di euro di ricavi, consolidando il risultato del 2007. Il bilancio ha inoltre chiuso con un utile di 1,6 milioni di euro (contro una perdita di 1,3 milioni nel precedente esercizio) ed un margine operativo lordo al 5,3% dei ricavi (contro l’1,9% del passato esercizio) .


Il bilancio evidenzia anche una situazione finanziaria in controtendenza che rispetto ai principali indicatori vede nella diminuzione del Capitale investito netto operativo di Gruppo, attestato a circa 12 milioni di euro, il dato più significativo che si riflette interamente sulla diminuzione della posizione finanziaria netta. La conseguente diminuzione a circa 51 milioni di euro del Capitale Circolante netto operativo è la riprova dell’incisiva e concreta azione portata avanti da Caviro a tutela del credito.

Sergio Dagnino, direttore generale di Caviro, commenta i dati di bilancio evidenziando che “i risultati positivi del gruppo sono stati resi possibili dal ritorno all’utile del ramo distilleria (cui è riconducibile un terzo del fatturato) e dal fatto che si sia riusciti ad assorbire adeguatamente il fortissimo aumento della materia prima dello scorso anno. E soprattutto dall’ottimo andamento delle vendite all’estero, cresciute del 26% rispetto al 2007 fino a 25 milioni di euro e che hanno compensato il pessimo andamento delle vendite horeca, diminuite di un 25%, determinando una calo dei ricavi del canale da 20 a 15 milioni di euro”.

“In un periodo caratterizzato da una generale incertezza economica a livello internazionale ed in cui si è assistito ad un importante aumento dei prezzi delle materie prime, l’inversione di tendenza della capogruppo Caviro Sca appare ancora più robusta poiché, a fronte di una perdita del passato esercizio pari a 1,3 milioni di euro, il bilancio 2008 chiude in utile per 1,6 milioni di euro. – sottolinea il Presidente del Gruppo Secondo Ricci, che continua – Il 2008 ha inoltre confermato, con oltre 50 milioni di litri venduti e con una quota complessiva a valore del 5%, la leadership incontrastata del nostro brand di punta: il Tavernello, quale etichetta più apprezzata tra i cosiddetti vini di consumo quotidiano”.

Ad avvalorare la buona performance del Gruppo, in un momento di instabilità economica globale come quella attuale, vi la crescita del Valore Aggiunto a quota 12,6% ed il passaggio del margine operativo lordo Ebitda al 5,3% dei Ricavi (contro l’1,9% dell’esercizio precedente), grazie in particolare al ritorno all’utile della controllata Caviro Distillerie, dopo gli andamenti negativi del settore alcool dell’anno scorso.

Simei s.i.m.e.i Salone Internazionale Macchine per l'enologia e l'imbottigliamento 24-28 novembre 2009 fiera milano

INFOFLASH/CAVIRO
Il consorzio ha iniziato l’attività produttiva nel 1973, trasformando i sottoprodotti della vinificazione. Nel 1978 ha acquistato lo stabilimento di distillazione della Calpo, entrando nella produzione di mosto concentrato rettificato ed avviando il primo impianto industriale realizzato in Europa. Nel 1989 ha acquistato il controllo di due società produttrici di acido tartarico. Nel 1985, con l’incorporazione del consorzio cooperativo Corovin, il gruppo faentino è entrato nel settore dell’imbottigliamento dei vini e nel mercato del vino in brik. Nel 1996, con l’acquisizione del ramo d’azienda Castellino, ha rafforzato la leadership sul mercato del vino in brik. Oggi Cavino è il primo produttore italiano di vino daily, con prodotti posizionati nelle diverse fasce di prezzo ed in tutti canali di distribuzione. La fascia “tutti i giorni” è presidiata da due grandi marchi – Tavernello e Castellino – che uniscono genuinità e praticità nel comodo contenitore brik. Sempre dedicati a questo canale i vini IGT, DOC e DOCG delle linee Botte Buona e Brumale, mentre al canale della ristorazione è dedicata la linea Vini e Cantine d’Italia che raggruppa vitigni provenienti da 8 regioni italiane. il fatturato totale di 283 mio euro è costituito per due terzi da vini e per un terzo dai prodotti della distillazione. +info: www.caviro.itinfo@tavernello.it

NEWS DI COMPLEMENTO
freccia CAVIRO: CHIUDE IL 2008 CON UN BOOM NELL’EXPORT (+ 26%) E PARTE NEL 2009 CON LA NUOVA CAMPAGNA TV DI TAVERNELLO

Se volete ricevere con regolarità la segnalazione di tutte le nostre news sul settore del beverage, iscrivetevi gratuitamente alla nostra bevernews. –> ISCRIZIONE

LE ALTRE BEVERNEWS DELLA SEZIONE: —-> wine & spirits

LE ALTRE DOCUMENTI DELLA SEZIONE: —-> wine & spirits

Tu cosa ne pensi? Scrivi un commento (0)

Resta sempre aggiornato! Iscriviti alla Newsletter


Scrivi un commento

4 × 3 =