Beverfood.com
| Categoria Notizie Vino - Alcolici - Liquori - Spirits (Vecchia) | 5058 letture

IL GRUPPO ITALIANO VINI CHIUDE IL 2007 CON UN FATTURATO DI QUASI 300 MIO EURO

Italiano Vini Fatturato

Fatturato Vini Italiano

Il 2007 è stato ancora un anno positivo per il Gruppo Italiano Vini che si conferma ai vertici del settore vitivinicolo nazionale. Nel 2007, infatti, il fatturato consolidato del Gruppo – che controlla 14 cantine per una produzione di 85 mlioni di bottiglie – ha raggiunto i 294 milioni di euro, con un incremento del 10% sull’esercizio precedente (266 mio), mentre il fatturato della capogruppo si è portato a 194 milioni di euro. A determinare l’importante risultato hanno concorso soprattutto i positivi andamenti delle controllate italiane ed estere e il fatturato dell’acquisita Cantine Bolla in Valpolicella

Analizzando le vendite si rileva un aumento del 2% a volume e del 5,4% a valore sul mercato interno, con una sostanziale tenuta del canale tradizionale ed un incremento del canale moderno. Il fatturato dei mercati esteri si attesta a 123 milioni di euro, il 70% sul fatturato totale e rappresenta il punto di forza del Gruppo. All’aumento del fatturato estero hanno concorso in modo sostanziale l’acquisizione della Cantina Bolla e l’avvio di un nuovo progetto denominato “Bivio” attraverso una joint-venture realizzata in California per la commercializzazione di vini italiani di produzione del Gruppo.

Alla crescita del fatturato si accompagna anche la crescita del margine di contribuzione lordo, sia a livello della capogruppo che a livello consolidato, il che lascia presagire una buona chiusura del bilancio al 31.12.2007, nonostante l’aumento degli oneri finanziari e l’andamento negativo della gestione cambi, dovuta all’ulteriore svalutazione del dollaro statunitense rispetto all’euro, avvenuta nel 2007. Positivi gli andamenti di tutte le società controllate, di produzione in Italia e di commercializzazione all’estero. In Italia si è già detto del positivo andamento dell’acquisita Cantina Bolla di Pedemonte di Valpolicella. Ancora in leggera crescita le bottiglie prodotte dalle tre cantine del Sud: Tenute Rapitalà, Castello Monaci e Terre degli Svevi, che raggiungono i 6 milioni di pezzi su un totale di 85 milioni prodotti e commercializzati dal Gruppo.

All’estero positivi gli andamenti delle due principali società controllate: Frederick Wildman & Sons in Usa (100 milioni di US$ di fatturato) e Carniato Europe in Francia e Belgio (quasi 50 milioni di euro di fatturato). Entrambe le società chiudono positivamente i loro bilanci.Nel corso del 2007 sono state rafforzate le due agenzie del Gruppo che operano a Londra e a Monaco di Baviera. Positivi anche i risultati delle partecipate in Canada e a Praga, nella Repubblica Ceca. Infine un particolare impegno è stato rivolto ai mercati dell’est, Russia in primis, e dell’Estremo Oriente: Giappone, Cina e Corea. In tutti questi nuovi mercati le vendite registrano incrementi significativi.

Numerosi i premi ricevuti dal Gruppo a riconoscimento del grande sforzo profuso in direzione della qualità. Sono i Tre bicchieri, i 5 grappoli, l’Oscar Nazionale e l’Oscar Qualità/Prezzo per sette diversi vini oltre ai riconoscimenti ricevuti dalle principali guide, nei principali concorsi nazionali ed internazionali ed i positivi commenti di degustazione apparsi sulle testate più importanti del settore: Gambero Rosso, Wine Spectator, Wine Enthusiast e Decanter.



Il Gruppo Italiano Vini possiede vigneti, cantine e

centridi imbottigliamento nelle regioni viticole più importanti

Piemonte


zona Monferrato: Ca’Bianca ad AliceBel Colle.

Lombardia

zona Valtellina Superiore: NinoNegri a Chiuro.

Veneto

zona Bardolino eValpolicella classico:

Lambertie Folonaria Pastrengo, Santia Illasi,

Tenute Galtarossaa San Pietro in Cariano,

GivVerona – CantinaBollaa Pedemonte in Valpolicella.

Friuli

zona Collio: ContiFormentini a SanFloriano del Collio.

Toscana

zona Chianti Classico:Melini aPoggibonsi e a S. Gimignano,

Fattoria Machiavellia S. Andrea in Percussina.

Umbria

zona Orvieto classico: Bigia Orvieto.

Lazio

zona Frascati: FontanaCandida aMonteporzio Catone e Frascati.

GivSud

Basilicata

zona Vulture: Terredegli Svevi aVenosa.

Puglia

zona Salento: CastelloMonaci a SaliceSalentino.

Sicilia

zona Alcamo: TenutaRapitalàa Camporeale.


+INFO: Sig.ra Tiziana Mori, tel. 045 6269600 – t.mori@giv.itwww.giv.it

LE ALTRE BEVERNEWS DELLA SEZIONE: —-> wine & spirits

LE ALTRE DOCUMENTI DELLA SEZIONE: —-> wine & spirits

+ COMMENTI (0)

Banchedati excel csv contatti email aziende beverage e food

Resta sempre aggiornato! Iscriviti alla Newsletter

Vini Fatturato Italiano


Aggiungi un commento

Se il commenti appena inviati non appaiono subito, si prega di aggiornare la pagina (tasto F5) per eliminare la precedente cache salvata della pagina.
Se il commenti appena inviati non appaiono subito, si prega di aggiornare la pagina (tasto F5) per eliminare la precedente cache salvata della pagina.

uno × 1 =