Beverfood.com
| Categoria Notizie Vino - Alcolici - Liquori - Spirits (Vecchia) | 3299 letture

IL GRUPPO ITALIANO VINI (GIV) CHIUDE L’ESERCIZIO 2011 IN CRESCITA CON UN FATTURATO CONSOLIDATO DI 368 MILI...

Fatturato Vino Italiano Vini Consolidato

Fatturato Consolidato Italiano Vini Vino

Il Gruppo italiano vini (Giv) chiude positivamente l’esercizio 2011. Il fatturato del Gruppo ha raggiunto i 368 milioni di euro con una crescita di 40 milioni rispetto al precedente esercizio, consolidando in tal modo la leadership tra i grandi gruppi produttivi vinicoli italiani. Il volume delle vendite è stato pari a 105 milioni di bottiglie. L’Ebitda consolidato si è portato a 23 milioni. La situazione patrimoniale del Gruppo si presenta molto solida con un ulteriore rafforzamento dei mezzi propri della Capogruppo che, grazie alla fusione con Giv Verona, raggiunge ora un patrimonio netto di 134,5 milioni. Si mantiene invece sugli stessi livelli dell’esercizio precedente la posizione finanziaria netta (PFN) con un ottimo rapporto rispetto al patrimonio netto (PN) pari a 0,77. I due terzi dei debiti finanziari sono rappresentati da operazioni a medio-lungo termine e ottenuti a favorevoli condizioni di mercato. Risultati positivi sono arrivati anche dalla Cavicchioli, rilevata all’inizio del 2011 e dalle dieci società estere controllate o partecipate dal Gruppo guidato da Corrado Casoli. Ottimo il risultato anche della società capogruppo che ha raggiunto ricavi pari a 252 milioni di euro, con un incremento del 15% rispetto al 2010.

Databank Database Tabella csv excel xls Case Vinicole Cantine

“Il 2011, pur se contraddistinto da una persistente difficile congiuntura economica a livello mondiale e da un calo dei consumi di vino sul mercato interno – ha dichiarato il presidente Corrado Casoli – si è concluso per Gruppo Italiano Vini con un’importante crescita, sia in Italia che all’estero, conseguita per oltre un terzo da crescita interna e per quasi due terzi da crescita esterna, con l’acquisizione della Cavicchioli rilevata all’inizio del 2011”. Le favorevoli opportunità di mercato offerte dal segmento degli spumanti di qualità sono state colte grazie ai diversi stili di Prosecco, prodotti dalla Carpenè Malvolti, con la quale nel 2010 il Gruppo Italiano Vini (Giv) ha siglato un accordo distributivo sul territorio nazionale. Nel 2011, la marca ha mostrato un incremento di fatturato pari quasi al 20%. Cavicchioli, rilevata all’inizio 2011, è riuscita a rafforzare ulteriormente il suo posizionamento di prestigio sul mercato del Lambrusco di qualità in Italia, riconfermando la propria leadership nel canale GDO.

A mostrare anche quest’anno un apprezzabile andamento delle vendite sono le dieci società estere controllate o partecipate dal Gruppo. Tra queste la Frederick Wildman, storico importatore e distributore di New York, che ha fatturato 111 milioni di dollari (+ 8,8%);la Carniato Europe di Parigi, la più importante organizzazione di distribuzione di prodotti alimentari italiani in Francia, che chiude il 2011 con 54,1 milioni di euro (+ 9,3%);la GIV Deutschland di Monaco di Baviera, che ha acquisito un ruolo ancora più importante diventando, da semplice agenzia, importatore del Gruppo sul mercato tedesco, sia nel canale Horeca che Gdo. L’impegno diGruppo Italiano Vini per la distribuzione diretta nei Paesi più importanti per l’export di vino italiano prosegue con l’apertura di Shanghai GIV in Cina, avvenuta a gennaio 2012. La società ha il compito di supportare e sviluppare i contatti e le attività commerciali e di marketing per i prodotti del Gruppo.

Buone anche le performance di tutte le marche strategiche del Gruppo , incluse le tre cantine del Sud: Castello Monaci in Puglia, Terre degli Svevi in Basilicata e Tenuta Rapitalà in Sicilia. La prima marca del gruppo è Bolla sia in Italia che all’estero; seguono le altre marche venete quali Lamberti, Santi e Folonari, quest’ultima distribuita soprattutto in Nord America. In particolare, evidenza l’ottimo risultato ed i continui successi riscossi dalla Nino Negri che, grazie ai suoi prodotti di alto prestigio, ha aumentato in modo significativo le performance di vendita . “Dobbiamo puntare sulla qualità dei nostri prodotti con una strategia di marca sempre più forte”- continua ail presidente – sia con la creazione di maggior valore aggiunto che con la penetrazione commerciale e distributiva in modo diretto”.

Catering Ristorazione Databank excel xls csv Dati Indirizzi e-mail Aziende Beverage Bevande Tabella Campi records

INFOFLASH/GIV- GRUPPO ITALIANO VINI
GRUPPO ITALIANO VINI GIV) è la prima azienda vitivinicola italiana e tra le prime aziende al mondo nella produzione e commercializzazione di vini di pregio. Il Gruppo è proprietario di 18 cantine storiche, con marchi ben noti e presenti in tutto il mondo, circondate da suggestivi vigneti di proprietà (1.340 ha) e situate nelle zone vitivinicole più prestigiose d’Italia. Nato nel 1986 ha sede nella settecentesca Villa Belvedere sul Lago di Garda in provincia di Verona. Gruppo Italiano Vini ha una peculiarità che lo rende unico nel panorama vitivinicolo internazionale: l’aver saputo coniugare le virtù della piccola struttura con i vantaggi delle grandi società. Ogni cantina che compone l’universo del Gruppo, segue con meticolosa cura le varie fasi della filiera produttiva: la coltivazione dei vigneti, la vendemmia, la vinificazione, l’affinamento e l’imbottigliamento sotto lo sguardo attento e professionale dell’agronomo, dell’enologo e del direttore di cantina. E’quindi nella fase di commercializzazione e servizio che il Gruppo esprime tutta la sua forza, grazie ad una organizzazione commerciale capillare e specializzata per canale, supportata da articolate strategie di marketing e da servizi di logistica integrata moderni ed efficienti.

Le principali marche vinicole facenti capo al gruppo sono:
…Nino Negri – Il prestigio della Valtellina
…Tenimenti Cà Bianca – Vini e vigneti in Piemonte
…Santi – L’eccellenza veronese
…Bolla – Il luogo dell’anima
…Folonari – Vini tipici d’Italia
…Lamberti – I classici del Veneto
…Turà – Bianco frizzante del Veneto
…Conti d’Arco – Vini e spumanti del Trentino metodo tradizionale
…Conti Formentini – Nel Collio dal 1520
…Cavicchioli – Il marchio di prestigio del Lambrusco
…Machiavelli – Cinque secoli di storia nel Chianti Classico
…Melini – In Toscana dal 1705
…Conti Serristori – La nobiltà del Chianti
…Bigi – In Umbria dal 1880
…Fontana Candida – Il Frascati nel mondo
…Re Manfredi – Storia e innovazione nel Vulture
…Castello Monaci – Salento. Disegnati dal sole
…Tenuta Rapitalà – Sicilia. Coltiviamo la passione

Il gruppo distribuisce anche gli spumanti di Carpenè Malvolti, il marchio di prestigio del prosecco veneto.

+info: www.gruppoitalianovini.com

+ COMMENTI (0)

Founders All Day IPA Session Ale - Birra distribuita da Brewrise

Resta sempre aggiornato! Iscriviti alla Newsletter

Italiano Vino Vini Consolidato Fatturato

Tags/Argomenti:

ARTICOLI COLLEGATI:

Cantine Riondo chiude il 2018 con un fatturato di 42 milioni di euro, in crescita del 7%

Cantine Riondo chiude il 2018 con un fatturato di 42 milioni di euro, in crescita del 7%

09/08/2019 - Cantine Riondo, marchio dedicato agli spumanti, ai vini doc e varietali veneti quest’anno festeggia il suo ventesimo anniversario con un giro d’affari di quasi 42 milioni...

Caffè Borbone sempre in crescita: nel primo semestre 2019 fatturato a 86 milioni di euro

Caffè Borbone sempre in crescita: nel primo semestre 2019 fatturato a 86 milioni di euro

02/08/2019 - Il CDA di Italmobiliare SpA ha approvato relazione semestrale al 30 giugno 2019. La relazione riporta tra l'altro alcune informazioni di base su Caffè Borbone che rappres...

Gruppo Bracca Acque Minerali: fatturato a 45 mln di euro e produzione a 400 mln di bottiglie

Gruppo Bracca Acque Minerali: fatturato a 45 mln di euro e produzione a 400 mln di bottiglie

01/07/2019 - Il gruppo Bracca con sedi produttive di acque minerali a Bracca, Zogno e Clusone, ha chiuso il 2018 con una produzione record di oltre 400 milioni di bottiglie di acqua m...

CIRFOOD: cresce nel 2018 il fatturato con lo sviluppo della ristorazione collettiva e commerciale

CIRFOOD: cresce nel 2018 il fatturato con lo sviluppo della ristorazione collettiva e commerciale

24/06/2019 - CIRFOOD, impresa cooperativa leader nella ristorazione organizzata, ha chiuso positivamente il 2018 con 664 milioni di euro di ricavi consolidati (in crescita del 3% risp...

Kimbo chiude il 2018 con fatturato in crescita a € 187,8 Mln, il 22% solo all’estero

Kimbo chiude il 2018 con fatturato in crescita a € 187,8 Mln, il 22% solo all’estero

20/06/2019 - Kimbo, uno dei principali player del settore caffè in Italia, ha chiuso il 2018 con un fatturato di 187,5 milioni di euro, in crescita del 2,3% sull’anno precedente. Una ...

Conad: fatturato 2018 a € 13,5 Mrd, leadership di mercato dopo l’acquisizione di Auchan

Conad: fatturato 2018 a € 13,5 Mrd, leadership di mercato dopo l’acquisizione di Auchan

19/06/2019 - In controtendenza rispetto al mercato, Conad cresce in tutti gli ambiti – fatturato a 13,5 miliardi di euro, quota di mercato al 12,9%, patrimonio netto aggregato a 2,5 m...

Barilla ha fatturato € 3.483 milioni nel 2018 e presenta il nuovo rapporto di Sostenibilità 2019

Barilla ha fatturato € 3.483 milioni nel 2018 e presenta il nuovo rapporto di Sostenibilità 2019

06/06/2019 - Il mercato ha premiato il modo di fare impresa ispirato alla missione “buono per te, buono per il pianeta”. Nel 2018 Barilla ha ottenuto un fatturato di 3.483 milioni di ...

Aggiungi un commento

Se il commenti appena inviati non appaiono subito, si prega di aggiornare la pagina (tasto F5) per eliminare la precedente cache salvata della pagina.
Se il commenti appena inviati non appaiono subito, si prega di aggiornare la pagina (tasto F5) per eliminare la precedente cache salvata della pagina.

otto + quindici =