Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento e utili alle finalità illustrate nella cookie/privacy policy. Se non sei d'accordo sei libero di lasciare Beverfood.com. Premi "ho compreso" per nascondere il messaggio.

Il gruppo NEWLAT acquisisce la Centrale del Latte di Salerno


Con l’inizio del nuovo anno la Centrale del Latte di Salerno, posseduta al 100% dal comune di Salerno, viene acquisita dalla Newlat Spa, gruppo dell’industria alimentare con base a Reggio Emilia già operante nel settore lattiero caseario, della pAsta e dei prodotti da forno. Ne dà notizia www.ilsole24ore.com/ del 30.12.2014 . Nel giugno scorso Angelo Mastrolia, patron di Newlat, fu l’unico a presentare un’offerta per la società campana che fattura 19,5 milioni e occupa 58 addetti. Sulla sorte dei lavoratori, timorosi di eventuali tagli, a pronunciarsi è lo stesso Mastrolia: «Al momento non esistono ragioni per ipotizzare un ridimensionamento del personale”.

“Il nostro gruppo – ha poi aggiunto Mastrolia – ha tutta l’intenzione di puntare sullo sviluppo delle aree di business dell’azienda rilevata». Nel medio termine, sul rilancio dello stabilimento campano si stimano investimenti per 5 milioni. Il piano industriale presentato a giugno da Newlat prevede da un lato un processo di innovazione tecnologica, con investimenti per 1,5 milioni, dall’altro un progetto di valorizzazione della filiera a chilometro zero che fa leva sul concetto di web farm (le buste di latte della Centrale, tramite un codice, saranno riconducibili all’azienda agricola fornitrice, “visitabile” online grazie a una webcam). Su quest’ultima iniziativa si stimano investimenti per 3 milioni in cinque anni. Newlat chiuderà il 2014 con un fatturato di oltre 300 milioni, in crescita del 18% rispetto all’anno scorso, e dopo gli ultimi piani di riorganizzazione conta ca. 1.000 dipendenti in tutta Europa

Fonte: www.ilsole24ore.com/ del 30.12.2014

INFOFLASH NEWLAT

Newlat Spa è una realtà industriale italiana il cui core business si sviluppa nel settore Agro-alimentare. Rappresenta una delle più importanti realtà produttive del paese e, grazie a Marchi storici nei settori Lattiero-Caseario (Polenghi, Optimus, Giglio, Matese, Ala, Torre in Pietra, Yokki’s, I Freschi fior di Salento, Centrale del latte Salerno), Pasta e Prodotti da Forno (Corticella, Pezzullo, Buitoni, Ciccarese, Guacci, Pallante, Krokkis), esprime la migliore tradizione alimentare italiana. Newlat si colloca tra i primi dieci player nel settore alimentare italiano. Sviluppa un fatturato superiore ai 300 milioni di Euro con circa 1000 dipendenti. I siti produttivi sono 5 all’interno dei quali si trovano 3 stabilimenti di Pasta e Prodotti da Forno, 2 molini, 2 stabilimenti di trasformazione del latte (ora 3 con l’acquisizione della Centrale del Latte di Salerno). Capacità produttiva: 200.000 tons/anno di latte e derivati e 270.000 tons/anno di pasta e prodotti da forno Opera sia con marchi di proprietà molto noti sia conto terzi.

La distribuzione capillare permette di raggiungere i punti vendita su tutto il territorio italiano tramite Depositi diretti e Concessionari. I prodotti Newlat sono inoltre distribuiti in tutti i paesi UE e ed Extra UE tramite importanti partnership con Catene di Distribuzione Italiane ed estere +info: www.newlat.it

INFOFLASH CENTRALE LATTE SALERNO

La storia della centrale del latte di Salerno inizia nel 1928 quando, gestito dal Consorzio alimentare prima, dal Consorzio cooperativo tra produttori, venditori e consumatori poi, nasce il Centro latte. Soltanto nel 1945, dopo le due guerre mondiali, il Centro latte diverrà azienda municipalizzata centrale del latte, trasferendo la propria sede a Torrione. Nel 1966, in seguito a problemi logistici e per la necessità di maggiori spazi, la sede è trasferita a Fuorni dove si trova tutt’oggi. Dagli anni ’90 in poi la centrale del latte sviluppa nuove linee produttive: nel 1993 è lanciato il latte a lunga conservazione, nel 1996 le uova fresche, nel 1998 il latte scremato, la panna, il burro e lo yogurt, nel 2002 il latte per gli intolleranti al lattosio e nel 2005 la pasta fresca e le insalate. Nel 1997, dopo il rinnovamento del packaging, vengono ammodernate tutte le linee di produzione con nuovi e più moderni macchinari di pastorizzazione. Nel 1999 la centrale del latte diventa società per azioni. Nel 2003 diventa sponsor della squadra di calcio Salernitana. La Centrale esprime un fatturato annuo prossimo ai 20 milioni di euro. In seguito ad un processo di privatizzazione da parte del Comune di Salerno, il 1 gennaio 2015 la Centrale del Latte di Salerno diventa proprietà del gruppo Newlat. +info: www.centralelatte.sa.it/

 

Iscriviti alla Newsletter



VIDEO DA BEVERFOOD.COM CHANNEL

©1999-2019 Beverfood.com Edizioni Srl

Homepage
Informazioni Societarie/Contatti
Pubblicità sui mezzi Beverfood.com
Lavora Con Noi
Privacy