Pinterest LinkedIn

Dopo un calo del fatturato nel 2009 rispetto al 2008, nel 2010 il gruppo austriaco Pfanner, ha ripreso a crescere ampliandoo il proprio giro di affari a 235 milioni di euro, raggiungendo cosi nuovamente i livelli del 2008. Gli investimenti sono cresciuti, non soltanto per la costruzione della nuova sede, ma anche per nuove linee di imbottigliamento a Enns (Alta Austria) ed a Amburgo (Germania). Complessivamente risultano investiti 18 milioni di euro. In ogni caso alcune dichiarazioni fatte dalla società fanno trapelare preoccupazioni relative all’imprevedibilità dell’andamento dei prezzi delle materie prime a causa di speculazioni. Pertanto la Pfanner auspica interventi di sotegnoda parte del governo e dell’UE.


Guida Guidaonline Bevandefrutta Beverfood frutta frutti succhi nettari

Le esportazioni rappresentano l’80% del fatturato aziendale. Con succursali in Germania, Italia, Repubblica Ceca, Slovacchia e Romania. Pfanner è leader nel mercato tedesco, ma è stato in grado di aumentare le vendite anche in diversi mercati, mitigando così la riduzione delle vendite nei paesi arabi ed in Europa orientale In Italia opera attraverso gli uffici commerciali di Bolzano (www.pafnner.it) La costruzione della nuova sede a Lauterach (Vorarlberg) di circa 1600mq, pronta per la fine del 2012, conferma la volontà di Peter Pfanner di potenziare le vendite dell’azienda. Nel corso di 150 anni la Pfanner ha ottenuto la fiducia di milioni di consumatori con i suoi 25 tipi differenti di succhi e bevande di frutta e tè freddi.

+info: www.pafanner.com

Tu cosa ne pensi? Scrivi un commento (0)

Aperitivo: No. 3 London Dry Gin  - Food is The Key - distribuito in Italia da Pallini

Resta sempre aggiornato! Iscriviti alla Newsletter


Annuario Bevitalia Bevande Analcoliche Acquista

Scrivi un commento

Per continuare disattiva l'AD Block

La pubblicità è fondamentale per il nostro sostentamento e ci permette di mantenere gratuiti i contenuti del nostro sito.
Se hai disattivato l'AD Block e vedi ancora questo messaggio ricarica la pagina