Pinterest LinkedIn

SABMiller ha raggiunto un accordo per rilevare la Royal Grolsch – terzo gruppo birraio olandese – per 816 milioni di euro in contanti. Grolsch, azienda con 392 anni di storia, ha accettato l’offerta pari a 48,25 euro azione che rappresenta un premio dell’84% rispetto alla quotazione della precedente chiusura di Borsa. L’operazione è l’ultima di un intenso processo di consolidamento che sta caratterizzando il mercato mondiale della birra e che ha visto in questi giorni la britannica Scottish & Newcastle rigettare l’offerta da 7 miliardi di sterline dei colossi Carlsberg ed Heineken.

Grolsch è una prestigiosa marca di birra olandese con quasi 400 anni di esperienza birraria, posizionata come una vera birra olandese prodotta da una ricetta originale, sia nella tradizionale bottiglia con tappo meccanico (diventata ormai una icona per tutti gli appassionati di birra), sia nelle moderne bottiglie swingtop. In aggiunta a Grolsch Premium Pilsner, che rappresenta oltre il 90% del suo portafoglio, Grolsch presenta una serie di interessanti varianti tra cui Grolsch Premium Weizen e Bock, nonché una linea di specialità a marchio Amsterdam.

Grolsch per la sua storia e provenienza, il gusto unico e personale ed il proprio posizionamento premium, andrà ad arricchire e complementare il già ricco portafoglio di marche internazionali della SABMiller. Il gruppo ha l’ampiezza e la portata per far sviluppare il marchio Grolsch attraverso le sue società che operano in più di 60 paesi nei sei continenti del mondo. SABMiller vede in particolare un grande potenziale per la marca Grolsch in tutta l’Africa e in America Latina – dove il segmento premium è ancora nella fase iniziale – e nei mercati più sviluppati dell’Europa centrale e orientale. SABMiller prevede che i volumi di produzione presso la moderna birreria Enschede aumenteranno a seguito della transazione. Nessun cambiamento è previsto a breve termine per gli attuali accordi di distribuzione per il marchio Grolsch negli Stati Uniti, Regno Unito, Canada, Australia e in alcuni mercati più piccoli.

Commentando la transazione, Graham Mackay, Chief Executive di SABMiller, ha detto: “Grolsch fornirà a SABMiller l’occasione di potenziare il proprio portafoglio di marchi internazionali. Entrambe le società condividono una passione per la tradizione birraria, e siamo lieti di essere parte di questo nuovo capitolo nella Grolsch del futuro “. Commentando la transazione, Ab Pasman, Chief Executive di Grolsch, ha detto: “In aggiunta alle considerazioni finanziarie è stato importante per noi dare una grande attenzione per gli interessi dei nostri dipendenti, clienti e la nostra regione. Quando ci è stato chiesto di esaminare la proposta SABMiller, la questione chiave era se questa operazione avesse potuto creare maggiore valore. Poiché questo sembra essere il caso, siamo entrati in discussione e riteniamo che l’offerta SABMiller offra vantaggi a tutti i nostri stakeholder”

Logo Birra GrolshINFOFLASH GROLSCH
Grolsch è una società quotata con una ricca tradizione che risale al 1615. L’area di maggior attività commerciale è rappresenta dai Paesi Bassi, dove Grolsch occupa attualmente la terza posizione dietro ad Heineken e Bavaria. Tuttavia, importanti mercati internazionali per Grolsch riguardano il Regno Unito, gli Stati Uniti d’America, il Canada, la Francia, l’Australia e la Nuova Zelanda. Grolsch è concentrata sul segmento delle birre premium ed il marchio omonimo rappresenta il suo principale prodotto. Per l’esercizio 2006, Grolsch ha riportato un fatturato di € 317,6 milioni ed un utile netto di € 19,2 milioni. I volumi di vendita in tutto il mondo sono stati 3,2 milioni di ettolitri , di cui 1,6 milioni di hls di volumi nazionali nei Paesi Bassi e di 1,6 milioni di volumi internazionali. Grolsch ha circa un 15% di quota di mercato nei Paesi Bassi, dove opera con la birreria di Enschede. Grolsch raggiunge circa l’80% dei suoi volumi di vendita internazionale nel Regno Unito, Stati Uniti, Canada, Francia, Australia e la Nuova Zelanda, attraverso una rete di alleanze. In Italia, dove esporta oltre 15.000 hl l’anno di birra, Grolsch è distribuita dalla Warsteiner Italia +INFO: www.grolsch.com.

Logo SabMillerINFOFLASH/SAB MILLER
SAB Miller plc, con sede centrale a Londra, è il secondo maggior produttore mondiale di birra, con interessi produttivi o accordi di distribuzione in più di 60 paesi in tutto il mondo. Tra le marche del gruppo troviamo prodotti premium di fama internazionale quali Miller Genuine Draft, Peroni Nastro Azzurro e Pilsner Urquell, nonché un assortimento straordinario di marche leader di mercati locali. Fuori dagli USA, SAB Miller plc è anche uno dei maggiori imbottigliatori dei prodotti Coca-Cola a livello mondiale. Durante l’annata conclusasi il 31 marzo 2007, il gruppo ha dichiarato un fatturato di 18.620 milioni di dollari e un profitto lordo di 3.154 milioni di dollari. SAB Miller plc è presente sulle borse di Londra e Johannesburg. Negli USA il gruppo opera attraverso la controllata Miller Brewing Company (che fra poco andrà a unificare le sue attività con la Molsom Coors americana), mentre in Europa controlla diverse birrerie, tra cui la ceca Plzensky Pradzroj (produttrice della famosa Pilsner Urquell), la S.P.A. Birra Peroni di Roma (secondo gruppo birrario sul mercato italiano) ed ora, anche, la Royal Grolsch in Olanda. +INFO www.sabmiller.com

Le schede informative complete delle società citate nella news e delle reative marche di birra sono pubblicate per intero su INFOBIRRA®ITALIA 2007-08.

VISITA LA NUOVA SEZIONE DOCUMENTAZIONE: —-> Birre

LE ALTRE BEVERNEWS DELLA SEZIONE: —-> Birre

Tu cosa ne pensi? Scrivi un commento (0)

Resta sempre aggiornato! Iscriviti alla Newsletter


Annuario Birra Birritalia beverfood

Scrivi un commento

11 − 11 =

Per continuare disattiva l'AD Block

La pubblicità è fondamentale per il nostro sostentamento e ci permette di mantenere gratuiti i contenuti del nostro sito.
Se hai disattivato l'AD Block e vedi ancora questo messaggio ricarica la pagina