Pinterest LinkedIn

In alcuni Stati ripartono locali, bar e ristoranti. L’ultima ricerca on-premise di Nielsen CGA si è concentrata in particolare sulla percezione dei consumatori all’interno degli Stati che hanno eliminato le misure di restrizione e si concentra in particolare su alcune città chiave: Miami, Orlando, Tampa, Houston e Dallas. Il sondaggio è stato svolto dal 22 al 26 maggio su 1.300 consumatori di queste città, prendendo in esame le aspettative, i piani ed i desideri ora che le restrizioni sono state allentate.

 

Databank Database Case Vinicole Cantine Dati Excel xls csv tabella campi indirizzo email sito web

 

Secondo Nielsen CGA, le misure di distanziamento sociale messe in atto non sembrano impattare negativamente sulle visite dei consumatori.

  • L’88% dei consumatori che hanno visitato spazi on-premise durante questo recente lasso di tempo hanno dichiarato di essere soddisfatti della loro esperienza complessiva.
  • Il 34% dei consumatori ha visitato spazi on-premise 3 volte o più nelle ultime due settimane, in particolare catene di ristorazione (40%) e ristoranti (35%).

I consumatori che hanno visitato bar e ristoranti hanno consumato prevalentemente bevande accompagnate da cibo (42%) e bevande rilassanti (32%). Questo dimostra che i tempi di consumo ed il mood generale sono tendenzialmente più lenti rispetto al periodo pre-Covid.

 

Annuario Birre Italia Birritalia Beverfood.com
Annuario Birra Italia Birritalia beverfood.com

 

Il ritorno nei locali per bere è prerogativa dei consumatori più giovani.

  • Sono tornati per un drink il 27% nella fascia compresa tra i 21 ed i 34 anni, il 16% nella fascia 35-54 anni e solo il 6% degli over 55.
  • Il 33% dei consumatori delle principali città del Texas e della Florida sono usciti a mangiare in un bar/ristorante nelle ultime due settimane. Il 16% è uscito anche per bere alcolici.

Coloro che hanno scelto di non uscire hanno evidenziato che la possibilità di consumare in posti a sedere all’aperto (41%) e le misure di distanziamento sociale (40%) sono le prerogative che li incoraggiano maggiormente ad un prossimo ritorno in bar e ristoranti. Di questo campione, il 45% dice di aver bisogno di più tempo per sentirsi a proprio agio nel visitare questi luoghi, il 22% sceglie l’autoisolamento e il 19% è preoccupato per la propria situazione finanziaria.

Fonte: www.Winemeridian.com

Tu cosa ne pensi? Scrivi un commento (0)

Resta sempre aggiornato! Iscriviti alla Newsletter


Scrivi un commento

6 − 4 =