Pinterest LinkedIn

Goppion porta a Host 2017 la storia del caffè. La torrefazione trevigiana da quasi 70 anni – nel 2018 – seleziona caffè da tutto il mondo e li racconta con le sue miscele: Ja.Bl.Mo, Nativo, Dolce, CSC, Eroica, Edizione Limitata. Miscele che si fanno interpreti di una storia, come quella del primo caffè certificato Faitrade in Italia o quella dei commerci e delle caffetterie della città del settecento a Venezia. Dal 20 al 24 ottobre 2017 in fiera a Milano i visitatori potranno conoscere queste storie tra assaggi, parole e degustazioni. PAD 18 F50 – G51.

 

Aiti-Goppion

 

“Ci piace presentarci a questa importante fiera– spiega Paola Goppion – come un’azienda che ha fatto storia e crea racconti. Con il caffè. Dietro ogni latta c’è un progetto, un messaggio, un colore e un paese lontano. Tutto frutto di un lungo percorso che l’anno prossimo ci porterà al traguardo dei 70 anni di attività. Per festeggiare a breve presenteremo la nostra edizione limitata dedicata a Luigi Goppion che tanti anni fa acceso il fuoco e a chi da allora non ha smesso di crederci e alimentarlo”.

Le miscele più rappresentative dell’azienda sono: Nativo, Ja.Bl.Mo, Espresso Italiano C.S.C, Dolce. Tra i progetti speciali: Edizione Limitata ed Eroica. In ogni latta una storia che troverà spazio in una grande illustrazione pensata proprio per Host dai giovani artisti di Mimicocodesign. Le mani che raccolgono i chicchi in uno sfondo arancione rappresentano Nativo. Nel 1987, per prima in Italia, Goppion ha infatti iniziato a produrre caffè importato dal Sud del mondo sulla base dei principi del commercio equosolidale, per conto di una realtà divenuta in tempi recenti Altro Mercato. Dopo dieci anni di questa esperienza, nel 1997, è nato Nativo certificato da IMC e Fairtrade. Nell’illustrazione di Host un grande veliero racconta il viaggio di Ja.Bl.Mo, acronimo di Jamaica Blue Mountain. il nome di una regione dove si coltiva la qualità di arabica più pregiata al mondo. I suoi limitati quantitativi vengono esportati in speciali barili di legno, come il rum. Nell’illustrazione le piantine di caffè di Espresso Italiano CSC® – Caffè Speciali Certificati – la certificazione rilasciata dal Consorzio di garanzia che tutela la qualità in tutto il percorso del chicco di caffè, dalle origini al consumatore. Infine gondole e caffetterie in Piazza San Marco per Dolce, il caffè dedicato a Venezia con i dipinti del pittore settecentesco Francesco Guardi nella grafica. L’omaggio a una delle città che ha maggiormente diffuso la cultura italiana del caffè nell’Occidente: il caffè arrivò a Venezia alla fine del 1500 grazie ai mercanti che portavano le spezie dall’Oriente. Una confezione nuova per una miscela che l’azienda produce da sempre, la prima lanciata nel 1948. Solo il nome è cambiato, diventando Dolce dal precedente Gran Miscela Dolce, mettendo così in risalto la sua caratteristica organolettica principale.

Goppion Caffè sarà a Host dal 20 al 24 ottobre 2017 al PAD 18 F50 – G51

 

 

Annuario Coffitalia Caffè Italia Scarica Gratis
Annuario Coffitalia Beverfood Caffè Italia torrefazionii aziende indirizzi Scarica Gratis in versione PDF

 

 

Infoflash/ Goppion Caffè

Oggi l’azienda occupa 35 dipendenti. Il fatturato 2016 è di 11,5 milioni di euro, la quantità di caffè lavorato circa 1 milione e 200mila kg. L’ 85% delle vendite è sviluppato dal mercato Italia e di questo il 60% è rappresentato dal canale Ho.Re.Ca., il rimanente 40% nella Gdo. Le esportazioni rappresentano il restante 15% del fatturato totale aziendale, in rapida ascesa (+13% nel 2016). Esportano nei seguenti paesi: Iran, Dubai, Taiwan, Singapore, Polonia, Germania, Austria, Repubblica Ceca, Ungheria, Romania, Slovacchia, Russia, Bulgaria, Bielorussia, Lituania, Lettonia, Paesi Bassi, Ucraina, Belgio, Lussemburgo, Francia, Slovenia, Croazia, Bosnia, Grecia, Turchia, Egitto, Georgia.
Dal 2016 Goppion è certificata FSSC 22000 per la Torrefazione e Confezionamento di caffè in grani e macinato. FSSC 22000 è uno schema di certificazione rivolto ad organizzazioni produttrici di alimenti e ha l’obiettivo di armonizzare i requisiti di certificazione ed i metodi per ottenere sistemi di sicurezza alimentare nella filiera, a garanzia del consumatore finale.
Dal 1997 fa parte di CSC®, Caffè speciali Certificati, un Consorzio nato dall’impegno di dieci Torrefattori italiani ricercatori della qualità all’origine, del caffè di piantagione.
Dal 1997 produce a proprio marchio un caffè speciale (NATIVO) certificato da Fairtrade e da CCPB.
Goppion è tra i fondatori del Consorzio di Tutela del Caffè Espresso Italiano Tradizionale, candidato al riconoscimento da parte di Unesco come bene immateriale dell’Umanità.

 

+ INFO: www.goppioncaffe.it

UFFICIO STAMPA
Claudia Zigliotto
E-mail: claudia@studiocru.com
Cell: 340 7165858

Davide Cocco
E-mail: davide@studiocru.it
Cell: 392 9286448

 

Tu cosa ne pensi? Scrivi un commento (0)

Resta sempre aggiornato! Iscriviti alla Newsletter


Annuario Coffitalia Beverfood Caffè Italia torrefazionii aziende indirizzi

Scrivi un commento

tre × 3 =