Pinterest LinkedIn

Leggero restyling per le etichette delle birre prodotte nella Brasserie d’Achouffe. Il cambiamento principale riguarda Houblon Chouffe, la Tripel IPA che comunica in maniera ancora più decisa il suo essere un’India Pale Ale sui generis.

Prodotta per la prima volta nel corso del 2006, quando l’onda della craft beer revolution americana doveva ancora attraversare l’Atlantico, Houblon Chouffe ha saputo anticipare il filone delle India Pale Ale calandolo perfettamente nel mondo brassicolo belga.

Così è nato uno dei prodotti più apprezzati dagli appassionati, anche italiani, conquistati dal profumo agrumato ed erbaceo di questa birra scorrevole e rinfrescante, a dispetto del grado alcolico che arriva addirittura al 9% del volume. Quella che oggi definiremmo Imperial IPA, ma che in Brasserie d’Achouffe hanno giustamente appellato come Tripel IPA, visto che la decisa luppolatura non nasconde una base tipicamente belga.

Scarica gratis l'Annuario Microbirrifici
Annuario Microbirrifici

Tre le varietà di luppolo selezionate per questa birra, che oltre a fornire un intenso aroma donano alla Houblon (“luppolo” in francese) una decisa amarezza e un finale secco e molto persistente.

L’etichetta, oltre a un leggero aggiornamento alle tonalità dei colori di sfondo – cosa, tra l’altro, che riguarda anche le sorelle La Chouffe Golden Ale e Mc Chouffe Scotch Ale – vede apparire un cartello con la scritta “IPA” in mano al classico gnomo delle Ardenne, protagonista di tutte le birre prodotte da Achouffe. Un modo per comunicare in maniera ancora più immediata le caratteristiche di questa birra unica, uno dei simboli della grande creatività del birrificio belga.

www.interbrau.it

Tu cosa ne pensi? Scrivi un commento (0)

Luksusowa Vodka - When Life Gives You Potatoes - importata e distribuita da Pallini SpA

Resta sempre aggiornato! Iscriviti alla Newsletter


Annuario Birra Birritalia beverfood

Scrivi un commento

diciannove − nove =