0
Pinterest LinkedIn

Degustazione al Vinitaly dei vini prodotti nei territori vulcanici di tutto il mondo, dall’Etna, a Santorini, al Giappone. E’ l’iniziativa promossa dall’Associazione Donne della Vite presente al Salone internazionale di Verona il 17 aprile, per valorizzare insieme al format Volcanic Wines, questi particolari vitigni e le loro caratteristiche paesaggistiche.

 

Databank Database Case Vinicole Cantine Dati Excel xls csv tabella campi indirizzo email sito web

Si tratta di terreni anche molto diversi tra loro, accomunati da una grande vocazione alla viticoltura e alla sostenibilità. Favorevoli alla vite per ricchezza di elementi minerali e capacità di trattenere l’acqua, questi suoli liberano la pianta dalle carenze nutrizionali e idriche, influenzando la qualità dell’uva e dando ai vini aromi particolari.

Ed è la stessa origine a rendere i “Vini dei Vulcani” ambasciatori dei propri vitigni autoctoni e dei territori di produzione. All’iniziativa, resa possibile anche grazie a Vino Italico e all’Associazione Italiana Sommelier (Ais), hanno aderito i Consorzi di tutela dei vini Aglianico del Vulture, Bianco di Pitigliano e Sovana, Colli Berici, Colli Euganei, Gambellara Lessini Durello, Orvieto, Soave e la manifestazione Vini Milo per quanto riguarda i vini dell’Etna.

Saranno in degustazione anche etichette estere, dall’Africa con Capoverde, all’Oriente con il Giappone, passando per l’Europa presente con Santorini (Grecia), Stiria (Austria) e Ungheria.

 

Fonte: ANSA

 

caffepagato.com - Il tuo bar a portata di App - Ancora non sei affiliato?

Resta sempre aggiornato! Iscriviti alla Newsletter

Scrivi un commento

16 − cinque =