Carlo Carnevale
| Categoria Notizie Food | 1575 letture

Identità Golose 2019: presentata la nuova guida online che corre “a mille”

Guida Milano Identità Mille Golose Paolo Marchi Identità Golose OnOn Line

OnOn Line Milano Mille Identità Paolo Marchi Guida Golose Identità Golose

A cura di

© Riproduzione riservata

“Raccontiamo, non recensiamo”. Perentorio e lungimirante l’incipit di Claudio Ceroni, co-fondatore con Paolo Marchi della guida di Identità Golose, giunta alla dodicesima edizione e presentata in una gremita sala Manzoni al Hotel Gallia di Milano, presentata dai main sponsor San Pellegrino e Veuve Clicquot. Il lavoro di 101 esperti coordinati da Marchi e Gabriele Zanattta per la prima volta ha raggiunto oltre mille schede, che descrivono locali dei quali la caratteristica principale è la novità. E non esistono voti: esserci è già un premio.

GUIDARE OLTRE L’IMMAGINE – L’unica guida completamente online, “una scelta che ci ha permesso di arrivare a una platea prima irraggiungibile”. In un’era in cui tutti possono improvvisarsi critici e cultori grazie alla rete e i portali d’informazione, Marchi e il suo team hanno deciso di puntare proprio sul web per allargare gli orizzonti di Identità, ponendo il focus sull’importanza della sostanza molto più che dell’apparenza: Guidare oltre l’immagine, non a caso il claim dell’edizione di quest’anno. “Il mondo dell’online cambia vita e tempi, e ha avuto un impatto anche sui ristoratori, oggi c’è maggiore attenzione sui clienti che prenotano online perché lo strumento del feedback è temutissimo. Si corre però il rischio di investire più in fotografie che in ricette, un piatto bello diventa più importante di un piatto buono, e non va bene, è quasi pericoloso. Serve invece contaminazione, confronto, mettersi in discussione per portare il proprio lavoro al massimo livello di concretezza”.

I NUMERI – 1024 ristoranti, di cui 208 novità, in 44 paesi e 5 continenti (tre new entry con Ecuador, Georgia e Islanda), 713 in Italia, 85 pizzerie. E un boom di giovani, con addirittura 58 ristoranti guidati da personalità under 30. Il respiro internazionale di Identità Golose cavalca l’onda degli ultimi mesi, nei quali si sono conclusi con successo Identità New York e Identità Los Angeles, oltre a un road show incentrato sul tema dei dolci; anche i prossimi progetti di Marchi virano sui dessert, in cascina c’è una newsletter interamente dedicata al gelato. A settembre è stato inaugurato Identità Golose Milano, il nuovo hub della gastronomia, ma il fermento è tutto per l’iniziativa più importante: “Il congresso di marzo, a Milano dal 23 al 25 marzo, che avrà come tema il fattore umano e la costruzione di nuove memorie”.

I PROTAGONISTI – La sezione Storie di Gola, ovvero lo spazio che la guida Identità Golose dedica alle segnalazioni di luoghi del cuore, è stata affidata ad alcuni dei maitre più celebri in Italia e nel mondo, uomini e donne di sala di sala perché questa sta lentamente prendendosi le sue rivincite. Nicola Ultimo sulla sua Milano, Beppe Palmieri per Modena e Bologna, Raffele Alajmo (Venezia), Catia Uliassi (Senigallia), Marco Reitano (Roma), Cristiana Romito (Abruzzo), Enrico Baronetto (Londra), Giovanni Alajmo (Parigi), Stefania Giordano (Bilbao), Jonathan Benno (New York). E immancabile la serie dei tradizionali premi, anche quest’anno distribuiti tra uomini e donne, realtà di rilievo e dettagli che fanno la differenza. Dal selfie sul palco di Alberto Gipponi, alla “Madame Cliquot dei tempi moderni”, come Carlo Boschi di Veuve Clicquot ha definito Anna Cardin. Di seguito i premiati:

Miglior Pizzaiolo – Gennaro Battiloro (Battil’oro – Serravezza (LU))
Miglior Sommelier – Emanuele Izzo (Piazzetta Milù – Castellammare di Stabia)
Miglior Sommelier Donna – Anna Cardin (Oro dell’Hotel Cipriani – Venezia)
Miglior Maitre – Alberto Tasinato (L’Alchimia – Milano)
Miglior Food Writer – Alessandra Dal Monte (Corriere della Sera)
Miglior Cestino del pane – Lux Lucis del Principe (Forte dei Marmi)
Birra in cucina – Retrobottega (Roma)
Miglior Sous chef – Remo Capitaneo (Enrico Bartolini al Mudec – Milano)
Sorpresa dell’anno – Alberto Gipponi (Dina – Brescia)
Giovane Famiglia – Alajmo
Miglior Chef Pasticcere – Lucia De Prai (The Cook – Genova)
Miglior chef straniero – Ricard Camarena (Ricard Camarena – Valencia)
Miglior Chef – Gianluca Gorini (DaGorini – San Piero in Bagno (Forlì))
Miglior Chef donna – Karime Lopez (Gucci Osteria – Firenze)

www.identitagolose.it

© Riproduzione riservata

+ COMMENTI (0)

Nino Negri 5 Stelle Sfursat - Sforzato di Valtellina

Resta sempre aggiornato! Iscriviti alla Newsletter

Milano Identità Guida Golose Paolo Marchi Identità Golose Mille OnOn Line

ARTICOLI COLLEGATI:

Pizzium: il ritorno delle pizze Regionali con un tocco di umanità

Pizzium: il ritorno delle pizze Regionali con un tocco di umanità

14/07/2019 - Di pizzerie buone con ingredienti di qualità e un modello che funziona ce ne sono molte. La differenza anche in questo campo la fa il fattore umano. Siamo stati da Pizziu...

Amaury Guichon il grande maître chocolatier internazionale a Milano al Chocolate Academy Center

Amaury Guichon il grande maître chocolatier internazionale a Milano al Chocolate Academy Center

11/07/2019 - Il prossimo settembre il famoso maître chocolatier internazionale Amaury Guichon sarà a Milano per tenere un corso/evento esclusivo presso Chocolate Academy Center Milano...

Starbucks, due nuove aperture a Milano

Starbucks, due nuove aperture a Milano

08/07/2019 - Starbucks ha deciso di aprire due nuovi punti vendita a Milano, per portare la propria coffee experience in altri quartieri della città. Già aperto il nuovo core s...

101Caffè debutta nel travel retail a Milano Centrale e Roma Termini

101Caffè debutta nel travel retail a Milano Centrale e Roma Termini

04/07/2019 - 101CAFFE’ ha di recente inaugurato l’apertura di un punto vendita nella stazione Termini di Roma e, nel dicembre dello scorso anno, nella stazione Centrale di Milano. Le ...

Il Luogo di Aimo e Nadia: viaggio nella semantica della cucina italiana che diventa brand

Il Luogo di Aimo e Nadia: viaggio nella semantica della cucina italiana che diventa brand

28/06/2019 - Cos’è un luogo? La definizione si potrebbe accostare in diversi ambiti. Se pensiamo alle coordinate della ristorazione, Il Luogo per eccellenza è quello di Aimo e Nadia. ...

Nasce Malnatt, la birra delle carceri di Milano

Nasce Malnatt, la birra delle carceri di Milano

27/06/2019 - Si chiama “Malnatt, il gusto del riscatto” l’innovativo progetto brassicolo della città di Milano che vuole accendere l’attenzione sul tema e il valore del reinserimento ...

La formazione professionale in ambito birrario incontra l’innovazione per creare valore

La formazione professionale in ambito birrario incontra l’innovazione per creare valore

26/06/2019 - Un modello formativo nuovo che nasce come risultato di un percorso di crescita della vocazione birraria nel nostro Paese, con l’obiettivo di favorire e accompagnare le po...

Aggiungi un commento

Se il commenti appena inviati non appaiono subito, si prega di aggiornare la pagina (tasto F5) per eliminare la precedente cache salvata della pagina.
Se il commenti appena inviati non appaiono subito, si prega di aggiornare la pagina (tasto F5) per eliminare la precedente cache salvata della pagina.

quattro + 9 =