Pinterest LinkedIn

Il caffè illustra al meglio la trasformazione del gusto in Cina dove il consumo del caffè arabica è in crescita a quota 4,5 miliardi di tazzine l’anno, ma ben al di sotto del Nord America dove si bevono 133,9 miliardi di caffè in un anno secondo le cifre fornite da Euromonitor International. Nel quinquennio 2014-2019 il consumo di caffè in Cina potrebbe crescere del 18%, sempre secondo Euromonitor, contro lo 0,9% atteso per gli Usa nello stesso periodo.

Starbucks Cina

Il caffè esercita un’attrazione particolare anche perché rappresenta lo stile di vita occidentale per i consumatori cinesi della classe medio-alta che vivono nelle città, in contrasto con il tè percepito come la classica bevanda della tradizione, a giudizio degli analisti di cibo e bevande della società specializzata Bmi research di Londra. Barclays mette il caffè in cima alla lista delle materie prime, oro e argento compresi, che potrebbero beneficiare ulteriormente del cambiamento dei gusti in Cina dove l’economia è sempre più orientata ai consumi piuttosto che continuare a essere guidata da export e investimenti pubblici. Le previsioni di intermediazione relative alle importazioni di caffè indicano che triplicheranno entro il 2020 rispetto agli ultimi cinque anni, in controtendenza rispetto alle importazioni cinesi di altre materie prime agricole come soia, olio, riso, cotone, frumento, che, invece, subiranno una contrazione nel periodo 2014-2020.

Annuario Coffitalia Caffè Italia Scarica Gratis
Annuario Coffitalia Beverfood Caffè Italia torrefazionii aziende indirizzi Scarica Gratis in versione PDF

La popolazione della Cina è così numerosa da fare del paese il maggior consumatore di derrate: mangia all’incirca il 30% della produzione globale di riso e l’1% della produzione di caffè per il quale è previsto un ulteriore, enorme, potenziale di crescita. Le grandi catene di caffè come Starbucks Corp. e Pacific Coffee Co. hanno aperto punti vendita nelle principali città di tutto il paese e hanno delineato obiettivi di crescita ambiziosi. Starbucks ha 823 negozi in Cina e spera di superare i 3 mila entro il 2019. Pacific Coffee, che conta circa 400 punti vendita a Hong Kong, dove è presente dal 1992, si aspetta una forte crescita nei prossimi cinque anni

+Info: www.italiaoggi.it/giornali/dettaglio_giornali.asp?preview=false&accessMode=FA&id=2021438&codiciTestate=1

Tu cosa ne pensi? Scrivi un commento (0)

Banchedati excel csv contatti email aziende beverage e food

Resta sempre aggiornato! Iscriviti alla Newsletter


Annuario Coffitalia Beverfood Caffè Italia torrefazionii aziende indirizzi

Scrivi un commento

nove − 4 =