0
Pinterest LinkedIn

Nel Regno Unito ci sono più di 5.000 negozi di caffè a marchio specializzati, dislocati nei centri storici, parchi commerciali, stazioni ferroviarie, aeroporti e lungo la rete stradale in tutto il Regno Unito, che lo scorso anno hanno servito ca. £ 2 miliardi di caffè, raddoppiando le vendite registrate nel 2005. Più di 600 nuovi punti vendita di caffè specializzati sono stati inaugurati nel Regno Unito nel corso del 2011. Vanno poi considerati altri 5.000 punti di vendita e somministrazione caffè non specialisti che sono rapidamente sorti nei supermercati, grandi magazzini e altri negozi, più altri 5.500 coffe shop di proprietà indipendente dislocati in vari posti. In totale il Regno Unito dispone oggi di oltre 15.000 punti di vendita e somministrazione di caffè.

Ricerca di Mercato Studio Competitive Data - Il mercato del caffè nei bar e pubblici esercizi in Italia nel 2011: ancora un calo a volume

E gli esperti dicono che l’avanzata dei negozi di caffè è tutt’altro che finita. Jeffrey Young, AD della società di ricerche e consulenza ‘Allegra Strategies’, prevede che ci saranno più di 7.000 negozi di caffè a marchio nei prossimi anni e quasi 18.000 punti vendita tra negozi indipendenti e non-specialisti. I 12 pub a settimana che chiudono vengono più che compensati da nuove aperture di negozi di caffè. Secondo una ricerca condotta da Allegra Startegies un britannico adulto ogni 10 visita un negozio di caffè su base quotidiana. Trentanove per cento hanno anche affermato di aver visitato dei coffee shop più frequentemente di quanto hanno fatto 12 mesi fa. La rivoluzione dei coffee shop in Uk è iniziata quando i fratelli Sergio e Bruno Costa aprirono il loro primo negozio di caffè italiano a Vauxhall Bridge Road (a due passi da Buckingham Palace) nel 1978. Costa è ora di gran lunga la più grande catena di coffe shop sul mercato britannico con quasi 1.400 negozi che servono 450.000 caffè al giorno.

Ricerca di Mercato Foodservice Distribution Italy Gira

Andy Harrison, AD della Whitbread, la società che ha acquisto la catena dai fratelli Costa per 20 milioni di sterline nel 1995, questa settimana ha annunciato l’intenzione di aggiungere altri 350 punti vendita con la creazione di 3.500 posti di lavoro, entro il marzo 2013. Harrison calcola che vi è il potenziale per arrivare a 2.000″ nei prossimi anni. Nonostante il Regno Unito rischi di cadere in una doppia recessione, i consumatori sono sempre più disposti a pagare £ 2.50 o più per una tazza di caffè. Nelle 13 settimane fino alla fine di maggio, le vendite di Costa sono saliti dell’ 8,4%. L’anno scorso i profitti di di Costa Coffee sono aumentati del 38% a £ 70 m.ni.. L’altro grande competitore nel mercato britannico dei coffee shop è il gigante americano Starbucks, che ha sempre operato in Gran Bretagna. La catena sta subendo ora una radicale revisione un’immagine per farla apparire più britannica. Ha spogliato indietro il suo logo appariscente, ha raddoppiato la forza del caffè espresso a base di bevande e cominciato a chiedere ai clienti i loro nomi quando ordinano. Le vendite sono salite del 9% saltato nelle ultime settimana dopo il cambio d’immagine e servizio.

La Filiera del caffè espresso - La degustazione del Caffè di Franco e Mauro Bazzara - Planet Coffee

Le principali catene di caffetteria nel Regno unito
Costa Coffee 1.342 unità
Starbucks 743 unità
Caffè Nero 490 unità
AMT Coffee 65 unità
Caffè Ritazza 55 unità
Café Thorntons 37 unità
Esquires 35 unità
Coffee Republic 29 unità

Tra le catene di coffee shop operanti in Gran Bretagna andrebbero considerati anche i McCafè della Mc Donalds, anche se non operano come entità separate, ma come angolo specializzato dei classici ristoranti self service

+info: www.guardian.co.uk/business/2012/jun/22/coffee-shop-revolution-continues
globalcoffeereview.com/news/article/uk-branded-coffee-shops-post-10-growth-project-cafe11-report

No.3 London Dry Gin - nuova bottiglia disponibile da Marzo 2020 - esclusiva di Pallini

Resta sempre aggiornato! Iscriviti alla Newsletter

Scrivi un commento

19 + 20 =