Beverfood.com
| Categoria Notizie Vino | 2669 letture

Indagine BUSINESS STRATEGIES-NOMISMA: è boom di Prosecco tra i giovani consumatori USA

Giovane-donna-vino

Consumatori Studi E Ricerche Boom Business Giovani Strategies Nomisma Prosecco Business Strategies Indagine

Amano i nostri vitigni al punto da preferire i vini italiani rispetto a tutti quelli stranieri (35,6%); li prediligono ai vini francesi, argentini, cileni e australiani; adorano il Prosecco (prima scelta rispetto allo Champagne) e gli abbinamenti cibo-vino. Sono i ‘Millennials’, la Generazione Y (20-35 anni) che sostituirà i ‘Baby Boomer’ tra i top buyer americani, inquadrati nell’indagine a cura del nuovo ‘Osservatorio Mercati terzi’ di Business Strategies/Nomisma-Wine Monitor. La ricerca, presentata al Vinitaly nel corso del convegno ‘Obiettivo export a 50 miliardi di Euro: quali strade per la promozione?’, organizzato da Business Strategies in collaborazione con il ministero delle Politiche Agricole, è stata realizzata su un campione di 3800 giovani residenti negli Stati di New York, Illinois, California, Miami, Oregon.

Databank Database Case Vinicole Cantine Dati Excel xls csv tabella campi indirizzo email sito web
Annuari Distribuzione Alimentare Catering Ingrosso Alimentare Italia Europa Agra Editrice

“Gli Stati Uniti – ha detto il direttore area Agroalimentare di Nomisma, Denis Pantini – non sono per nulla un mercato maturo per i vini italiani: è ancora forte la concentrazione dei consumi di vino, che si raggruppa perlopiù in 5 Stati; inoltre, dei 350mln di abitanti gli enoappassionati sono solo il 44%. Infine, il vino incide per appena il 10% tra le bevande alcoliche, con la birra all’80%. Detto questo – ha aggiunto Pantini – è fortissimo il brand Italia presso i nuovi consumatori Usa, specie tra una categoria, quella dei Millennials, che rappresenta il più grande gruppo demografico (21% della popolazione) dopo i Baby Boomers (50-68 anni, 24% della popolazione).

Dopo la California (46%), è italiano (35,6%) il vino più amato dai figli dei baby boomer, riconosciuto per eleganza (20%) e versatilità (15%) ma soprattutto per la sua qualità (29%); lontani Francia (30,2%), Spagna (22,4%), Argentina (14,1), Cile e Australia. Non c’è partita nemmeno nei testa a testa, con il 44% dei giovani consumatori americani che ritiene i vini italiani qualitativamente superiori a quelli francesi, mentre solo 3 su 100 preferiscono i vini transalpini. Il Belpaese vince il confronto anche con i concorrenti extraeuropei, battendo l’Australia con un indice di gradimento del 58% e superando anche l’Argentina per oltre la metà degli intervistati (53%).

L’osservatorio Business Strategies/Nomisma si sofferma poi sul grado di conoscenza da parte dei Millennials delle regioni vinicole italiane, e qui stravince la Toscana con il 27% delle prime risposte; poi Veneto e Sicilia (16%) e Piemonte (12%). Nota a parte merita il Prosecco, vero must per la Generazione Y al punto da risultare per il 42% una prima scelta di grande qualità nelle abitudini sparkling delle serate newyorkesi, che solo in alternativa alle bollicine venete ordinerebbe Champagne o altri spumanti italiani (39%). Freschezza, leggerezza e versatilità sono le caratteristiche ricercate dai giovani americani, che prediligono gli abbinamenti cibo-vino (48%) come veicolo di promozione, oltre a packaging e etichetta accattivanti. “In uno scenario evolutivo quale quello del mercato americano – ha aggiunto la Ceo di Business Strategies, Silvana Ballotta i Millennials sono il gruppo che ha un impatto significativo per tutta la categoria alcolici. Ed è su questo target che occorre lavorare, intercettando il loro bisogno di prodotti unici e differenziati, il loro forte senso di individualità e di identità personale. E riuscire a erodere quote significative alle bevande competitor”.

+info: simovela@gmail.com; press@agenziaintercom.it; office@bsnstrategies.com

 

+ COMMENTI (0)

Distillerie, Fabbrica della Birra, Tenute Collesi

Resta sempre aggiornato! Iscriviti alla Newsletter

Prosecco Giovani Nomisma Indagine Business Business Strategies Strategies Boom Consumatori Studi E Ricerche


ARTICOLI COLLEGATI:

Ricerca INTEL VENDING: Un futuro più innovativo e intelligente per i distributori automatici

Ricerca INTEL VENDING: Un futuro più innovativo e intelligente per i distributori automatici

12/12/2012 - I distributori automatici sono un elemento di base nei centri commerciali e negli uffici e sono un modo diffuso e conveniente per acquistare uno snack o una bevanda. Nei...

RICERCA SCIENTIFICA  INGLESE: IL PROSECCO E’ BUONO E FA ANCHE BENE A CUORE E CERVELLO

RICERCA SCIENTIFICA INGLESE: IL PROSECCO E’ BUONO E FA ANCHE BENE A CUORE E CERVELLO

25/09/2011 - “Bevete ‘il Prosecco’, fa bene alla salute! Uno studio ‘from UK’ della Reading University, afferma che i “vini bianchi con bollicine” favoriscono il benessere di cuore e ...

MERCATO WATER COOLERS: crescita del 2,3% nel 2015 in Europa Occidentale

MERCATO WATER COOLERS: crescita del 2,3% nel 2015 in Europa Occidentale

08/07/2016 - Secondo un nuovo rapporto di Zenith International,  leader di consulenza specialistica del settore, 64.000 refrigeratori d'acqua in più sono stati installati in tutta l’E...

L’Italia è il Paese con il più alto tasso su scala globale di ACQUIRENTI ONLINE

L’Italia è il Paese con il più alto tasso su scala globale di ACQUIRENTI ONLINE

27/01/2016 - I dati emergono dalla Survey “Connected Commerce” di Nielsen realizzata su un campione di 13.000 individui in 24 nazioni diverse, con l’obiettivo di studiare motivi e mod...

I programmi fedeltà per conquistare i consumatori

I programmi fedeltà per conquistare i consumatori

22/11/2016 - Mai come oggi, i consumatori hanno una vastissima possibilità di scelta quando devono fare acquisti, tra negozi specializzati, grandi centri/supermercati e rivenditori on...

WINE2WINE; l’export delle cantine vola con l’83% delle aziende fiduciose per il futuro

WINE2WINE; l’export delle cantine vola con l’83% delle aziende fiduciose per il futuro

23/03/2015 - Il 94,5% delle cantine espositrici di Vinitaly esporta e più è alta la percentuale di export, maggiore è la soddisfazione e la fiducia espressa per il futuro, con l’82,9%...

ZENITH offre un trampolino di lancio per le start-up del settore food & beverage

ZENITH offre un trampolino di lancio per le start-up del settore food & beverage

01/12/2015 - Un nuovo servizio di consulenza per accelerare la crescita delle start-up legate al settore del cibo e delle bevande è stato lanciato da Zenith International, specialista...

Ricerca Fedagri: La marca commerciale dei vini vale in Italia 8,3% a valore.

Ricerca Fedagri: La marca commerciale dei vini vale in Italia 8,3% a valore.

17/10/2012 - Il fenomeno della private label nel vino al centro dell’Assemblea del Settore vino di Fedagri che si apre oggi. Il Presidente Orsi: “La marca privata toglie valore a que...

Espresso Ideas 9-10 Di Nuova Simonelli: Ricerca, Tecnologia, Competizione per costruire il futuro

Espresso Ideas 9-10 Di Nuova Simonelli: Ricerca, Tecnologia, Competizione per costruire il futuro

15/11/2012 - “Costruire il futuro insieme” questa la chiave di lettura della nuova edizione di Espresso ideas, il magazine curato dalla Nuova Simonelli. Lo sottolinea, nel suo editor...

Il caffè nel canale Ho.Re.Ca. in Italia nel 2014

Il caffè nel canale Ho.Re.Ca. in Italia nel 2014

17/09/2015 - Nel 2014 le vendite di caffè torrefatto nel canale Ho.Re.Ca. hanno fatto registrare una contrazione dell’1,6% in termini reali, e del 2,2% a valore, attestandosi a 833,0 ...

Ricerca COCA-COLA sugli italiani e il “Gusto”: l’esperienza multi-sensoriale di gustare cibi e bevande

Ricerca COCA-COLA sugli italiani e il “Gusto”: l’esperienza multi-sensoriale di gustare cibi e bevande

04/07/2016 - Gli italiani e il “gusto”: è un ritratto per certi versi inaspettato quello che emerge da una ricerca* commissionata da Coca-Cola (in tutta Europa) per esplorare l'esperi...

NPD GROUP: Calano i consumi fuori casa in Italia

NPD GROUP: Calano i consumi fuori casa in Italia

06/03/2015 - Secondo i dati di Npd Group, la spesa per consumi fuori casa in Italia ha perso 2 miliardi in un triennio. Nel 2014 è calata del 2% a 59,25 miliardi mentre l’anno prima h...

Aggiungi un commento

Se il commenti appena inviati non appaiono subito, si prega di aggiornare la pagina (tasto F5) per eliminare la precedente cache salvata della pagina.
Se il commenti appena inviati non appaiono subito, si prega di aggiornare la pagina (tasto F5) per eliminare la precedente cache salvata della pagina.

cinque − uno =