Maria Sofia Tarana
| Categoria Notizie Food, Varie | 2257 letture

Dopo Inter e Milan anche Esselunga entra nel mirino dei cinesi

Bernardo Caprotti

Cinesi Famiglia Caprotti Compravendita Aziende Mirino Milan Esselunga Catene Supermercati Inter

Secondo quanto riferisce la Repubblica nella sezione Economia e Finanza di oggi, il colosso cinese dell’immobiliare e dell’energia Yida International Investment. avrebbe offerto 7,5 miliardi di euro per l’acquisto della catena di supermercati Esselunga della famiglia Caprotti.

 

Esselunga Milano

 

Questa offerta rappresenta il 25% in più del massimo della valutazione offerta lo scorso settembre dai fondi  Blackstone e Cvc, che avevano valutato il gruppo (prima che venisse a mancare il fondatore Bernardo Caprotti) e spiazza la famiglia. Contrariamente a quanto scritto dal padre Bernardo Caprotti nelle sue ultime volontà che auspicavano una vendita, l’ultimagenita Marina sembra oggi più orientata a tenere la proprietà e a continuare a gestire il gruppo in modo familiare sotto la guida di Carlo Salza, forte dei 7,54 miliardi di fatturato registrati lo scorso anno. In quest’ottica nel consiglio della società operativa è entrato come amministratore non esecutivo, anche suo marito Francesco Moncada di Paternò, affiancando la stessa Marina che è vice presidente, mentre Giuliana Albera (la madre di Marina) è presidente onorario.
 

 

Annuari Distribuzione Alimentare Catering Ingrosso Alimentare Italia Europa Agra Editrice
Annuari Distribuzione Alimentare Catering Ingrosso Alimentare Italia Europa Agra Editrice

 

 

La manifestazione di interesse cinese cade in un momento in cui la discussione sul futuro di Esselunga tra gli eredi di Bernardo Caprotti è particolarmente accesa.
Marina, che assieme alla madre dispone della maggioranza del pacchetto azionario, sarebbe orientata a liquidare i fratelli Giuseppe e Violetta, ma esiste una grande divergenza tra l’offerta economica dei suoi advisor e la richiesta dei fratelli per la propria partecipazione del 30% in Esselunga e del 45% in Villata (la immobiliare del gruppo).  Differenza che, alla luce dell’offerta ricevuta da Yinda International,  non solo appare più che giustificata, ma rischia anche di salire ulteriormente. A complicare le cose anche il fatto che Marina e la madre Giuliana non hanno mezzi sufficienti per liquidare Giuseppe e Violetta, né possono caricare di una simile cifra di debiti Esselunga, senza il rischio di pregiudicare l’attività del gruppo della grande distribuzione.

 

Per saperne di più:
www.repubblica.it/economia/finanza/2017/06/15/news/e_davvero_falce_e_carrello_i_cinesi_di_yida_offrono_7_5_miliardi_per_esselunga-168138586/?rss

+ COMMENTI (0)

Beer&Food Attraction 2020, Rimini 15-18 febbraio

Resta sempre aggiornato! Iscriviti alla Newsletter

Famiglia Caprotti Mirino Cinesi Esselunga Compravendita Aziende Milan Catene Supermercati Inter

ARTICOLI COLLEGATI:

Coca-Cola prosegue nel programma di diversificazione e acquista Costa Caffè

Coca-Cola prosegue nel programma di diversificazione e acquista Costa Caffè

31/08/2018 - Coca-Cola ha raggiunto un accordo definitivo per l'acquisizione della piattaforma del caffè Costa Limited (appartenente al gruppo Whitbread), che ha sede nel Regno Unito ...

In vendita lo stabilimento di acque minerali Terme di Vallechiara in Liguria

In vendita lo stabilimento di acque minerali Terme di Vallechiara in Liguria

23/07/2018 - Fallito il tentativo di vendita giudiziaria a poco meno di un milione e mezzo di euro, l’azienda di Altare sarà rimessa all’asta agli inizi di ottobre con uno sconto del ...

Nestlé acquisisce la licenza globale perpetua per la commercializzazione dei prodotti Starbucks

Nestlé acquisisce la licenza globale perpetua per la commercializzazione dei prodotti Starbucks

07/05/2018 - Nestlé ha annunciato oggi un accordo che garantisce alla società svizzera i diritti perpetui di commercializzare i prodotti confezionati Starbucks consumer e foodservice ...

Italmobiliare acquisisce la maggioranza di Aromatika – Caffé Borbone

Italmobiliare acquisisce la maggioranza di Aromatika – Caffé Borbone

30/03/2018 - Dopo le recenti indiscrezioni, arriva la conferma ufficiale. Italmobiliare ha comprato per 140 milioni di euro il 60% di Aromatika srl, la società napoletana  di torrefaz...

Italian Wine Brands acquisisce la piattaforma di vendita online Svinando.com

Italian Wine Brands acquisisce la piattaforma di vendita online Svinando.com

29/03/2018 - Italian Wine Brands S.p.A. – uno dei più grandi gruppi vinicoli privati italiani, quotato alla borsa valori di Milano – annuncia l’acquisizione, attraverso la controllata...

Parmacotto passa di mano: il nuovo patron è Giovanni Zaccanti, ex Saeco e Caffitaly  

Parmacotto passa di mano: il nuovo patron è Giovanni Zaccanti, ex Saeco e Caffitaly  

15/03/2018 - Parmacotto S.p.A., tra le più note aziende italiane nella produzione e commercializzazione di salumi e affettati pronti al consumo, ha annunciato oggi, nel corso di una c...

Garda Plast, leader nelle preforme in PET, acquisisce la Ifap di Palmanova

Garda Plast, leader nelle preforme in PET, acquisisce la Ifap di Palmanova

12/03/2018 - A meno di un anno dall’ingresso del fondo di private equity Progressio nel capitale di Garda Plast, di cui aveva rilevato il 70%, la società di Polpenazze (BS) rileva il ...

Aggiungi un commento

Se il commenti appena inviati non appaiono subito, si prega di aggiornare la pagina (tasto F5) per eliminare la precedente cache salvata della pagina.
Se il commenti appena inviati non appaiono subito, si prega di aggiornare la pagina (tasto F5) per eliminare la precedente cache salvata della pagina.

venti + sette =