beverfood
| Categoria Notizie Bevande Analcoliche | 7060 letture

ITALGROB ALL’ANTITRUST CONTRO COCA COLA

Italgrob Antitrust Coca Cola

Antitrust Italgrob Coca Cola


Comunicato stampa di Italgrob dello 02.05.2006

Italgrob – Federazione Italiana dei Grossisti e dei Distributori di Bevande – ha depositato una segnalazione formale alla direzione Agroalimentare dell’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato, per un presunto abuso di posizione dominante da parte di Coca Cola HBC Italia.

A far scattare la segnalazione da parte della Federazione – la più importante associazione nazionale di riferimento per il settore della distribuzione di liquidi alimentari nel canale Horeca – sono state le recenti politiche commerciali assunte dalla multinazionale americana, che rafforzano fuori misura la posizione già fortemente dominante di Coca Cola sul mercato italiano. All’ormai nota decisione – di per sé una legittima scelta aziendale – di attivare in tutta l’Italia centro-settentrionale una rete di distribuzione diretta di tutti i prodotti a marchio Coca Cola destinata al canale Horeca (vale a dire tutto il circuito dei consumi “fuori casa”), sta facendo seguito l’applicazione di condizioni di vendita discriminanti per i grossisti, in apparente violazione delle vigenti normative sulla concorrenza. Coca Cola pratica infatti ai pubblici esercizi prezzi nettamente inferiori a quelli imposti ai distributori nelle medesime zone, inoltre elargisce in grande misura materiali promozionali e vetrine frigorifere all’interno delle quali pretende l’esclusiva dei propri prodotti. Tali anomalie commerciali sono state segnalate, solo pochi giorni fa, alla Guardia di Finanza da un importante associato romano (Bernabei Liquori Srl) e oggi trovano riscontro nelle aree geografiche coperte dai promoter della multinazionale, vale a dire in tutta l’Italia Centro-Settentrionale. La strategia del colosso americano, partita da lontano, è volta non solo ad estromettere il grossista dai pubblici esercizi ma soprattutto a destabilizzarne il ruolo: senza l’opera insostituibile del distributore indipendente, infatti, gli altri produttori nazionali di beverage verrebbero tagliati fuori dal mercato Horeca.

“Questa strategia – spiega Giuseppe Cuzziol, presidente della Federazione – da un lato, costringe noi grossisti a rivendere i prodotti con margini che talvolta non riescono neppure a coprire i costi di gestione, mentre dall’altro svilisce la professionalità e la libertà di scelta degli esercenti. Questi ultimi infatti si vedono costretti ad accettare le condizioni di vendita fissate unilateralmente dai promoter Coca Cola che, insieme ai prodotti largo vendenti offerti a condizioni vantaggiose, impongono l’acquisto di altre bevande della Company meno performanti sul mercato, con conseguenze inevitabili sulla rotazione del magazzino e sulle scelte dei consumatori” .“Ad aggravare la situazione c’è – continua Cuzziol – anche la recente acquisizione da parte di Coca Cola HBC Italia dell’acqua minerale Lilia, una delle sorgenti della S.r.l. Sorgenti Traficante di Rionero in Vulture (PZ). Un’operazione molto delicata, già segnalata alle autorità comunitarie competenti, che permette a Coca Cola di entrare in un segmento dove non era ancora presente, vantando in tal modo una gamma di prodotti che non ha eguali sul mercato”.

Un tale ampliamento rischia di indebolire la concorrenza soprattutto nel canale Horeca, dove nessun operatore può in effetti disporre di una varietà di prodotti e di marchi dotati di una corrispondente forza commerciale e notorietà presso i consumatori, e contribuisce ad una progressiva estromissione dal mercato delle figure intermedie dei grossisti e dei distributori, con gravissime conseguenze per l’intera filiera. Proprio su questo sarà ora chiamata a pronunciarsi l’Antitrust.

+ INFO: Ufficio Stampa: RdP Comunicazione ed Immagine rdp@rdp.ithttp://www.rdp.it

INFOFLASH SU ITALGROB: Federazione Italiana dei Grossisti e dei Distributori di Bevande, è da oltre 13 anni la più importante associazione nazionale di riferimento per il settore della distribuzione di liquidi alimentari nel canale Horeca – acronimo di Hotel, Restaurant e Café – che comprende tutto il circuito dei consumi fuori casa. Riconosciuta a livello internazionale quale membro dell’associazione europea Cegrobb, riunisce oggi i 12 maggiori consorzi italiani del settore e molti distributori indipendenti, per un totale di quasi 700 affiliati. I membri di Italgrob rappresentano da soli oltre il 40% del mercato Horeca italiano per i liquidi alimentari, con un giro d’affari complessivo che supera di gran lunga il 50% dei traffici globali. In qualità di associazione di categoria, Italgrob opera senza deleghe di tipo commerciale o finanziario, prerogativa questa riservata ai singoli consorzi. Oltre alla copertura sindacale, alla informativa generale e alla soluzione di questioni di carattere istituzionale, i suoi compiti principali sono infatti la “difesa della categoria”, ottenuta attraverso una costante attenzione alla salvaguardia e all’implementazione dell’immagine della distribuzione Horeca, e la “razionalizzazione del mercato”, perseguita invece mediante la definizione di strategie comuni e la sigla di accordi prioritari con le associazioni degli industriali, gli enti commerciali e le principali istituzioni nazionali

Altre News pubblicate su ITALGROB
CONVEGNO ANNUALE DEGLI OPERATORI BEVERAGE A PIANETA BIRRA 2006
GIUSEPPE CUZZIOL NUOVO PRESIDENTE ITALGROB

Sulle nuove strategie distributive Coca-Cola HBC Italia vedere la relativa news –>

DISTIBUZIONE DIRETTA COCA-COLA HBC ITALIA

+ COMMENTI (0)

DonQ Rum distribuito da Ghilardi Selezioni

Resta sempre aggiornato! Iscriviti alla Newsletter

Cola Antitrust Italgrob Coca

Tags/Argomenti:


Annuario Bevitalia Acque Minerali Bibite e Succhi Soft Drinks Acquista

ARTICOLI COLLEGATI:

Ecco Coca-Cola plus Coffee: il gusto dell’inconfondibile bevanda si unisce all’aroma di caffè

15/04/2019 - Prendersi un break quando serve è un piacere unico e irrinunciabile: per ripartire con una pausa arriva Coca-Cola Plus Coffee, una nuova bevanda rinfrescante che unisce l...

In Francia Coca Cola Light cambia nome, e arriva al gusto Mango e Lime

09/04/2019 - Dopo oltre trent'anni in Francia, il marchio Coca-Cola light cambia il suo nome, e con l'occasione propone un nuovo look e presenta due nuove varietà. Adesso la versione ...

Come stanno cambiando i succhi Tropico dopo l’acquisizione di Coca Cola?

12/03/2019 - Come avevamo raccontato qualche mese fa, all'interno della strategia di acquisizioni di Coca Cola in giro per il mondo, c'è stato l'ingresso nel colosso di Atlanta del pr...

Le opportunità di crescita del caffè freddo nel 2019

11/03/2019 - La domanda di caffè freddo è in aumento. Il numero di prodotti sugli scaffali si è gonfiato. Pur rappresentando ancora appena l'1% del mercato termini di volumi effettivi...

Coca-Cola Future Legend: la prima music battle in lattina

21/02/2019 - Coca-Cola dà il via a Future Legend, la prima music battle in lattina che invita i giovani a sognare, offrendo un’opportunità unica per esprimere il loro talento e dando ...

Aggiungi un commento

Se il commenti appena inviati non appaiono subito, si prega di aggiornare la pagina (tasto F5) per eliminare la precedente cache salvata della pagina.
Se il commenti appena inviati non appaiono subito, si prega di aggiornare la pagina (tasto F5) per eliminare la precedente cache salvata della pagina.

2 × 5 =