Pinterest LinkedIn

Il Consiglio di Amministrazione di IVS Group ha approvato il progetto di bilancio al 31 dicembre 2020 (separato e consolidato), la relazione degli amministratori, la nota integrativa al bilancio e il bilancio di sostenibilità. Il Consiglio ha deliberato di proporre all’assemblea di portare a riserva il risultato di esercizio.

 

gestori di Distributori Automatici, produttori di macchine Vending & OCS, fornitori di caffè, bevande ed alimenti per il settore DA si consiglia di scaricare GRATIS la GuidaOnLine Vending & OCS
gestori di Distributori Automatici, produttori di macchine Vending & OCS, fornitori di caffè, bevande ed alimenti per il settore DA si consiglia di scaricare GRATIS la GuidaOnLine Vending & OCS

 

SINTESI DEI RISULTATI 2020

  • Fatturato consolidato pari a Euro 329,9 milioni
  • EBITDA pari a Euro 69,8 milioni.
  • EBITDA Adjusted1 pari a Euro 61,9 milioni.
  • Risultato netto pari a Euro -15,3 milioni (dopo svalutazioni del goodwill per 18,8 milioni).
  • Risultato Netto Adjusted pari a Euro -6,5 milioni (dopo utili di terzi).
  • Indebitamento Finanziario Netto ridotto per Euro 32,2 milioni e pari a Euro 353,8 milioni.
  • Perfezionate 6 nuove acquisizioni per un valore di circa Euro 6,8 milioni.

 

ANDAMENTO DELLA GESTIONE

Il fatturato consolidato del 2020 ammonta a € 329,9 milioni (di cui 284,8 derivanti dall’attività caratteristica del vending), con un calo del 28,7% rispetto ai 462,9 Milioni € del 2019 (di cui 417 nel vending). I ricavi complessivi sono stati fortemente colpiti dagli effetti della pandemia Covid e calano in tutte le aree geografiche: del 30,3% in Italia, del 22,5% in Francia, del 36% in Spagna e del 26,2% in Svizzera. L’andamento della Francia beneficia dell’avvio, sebbene ancora parziale, del contratto sulla Metropolitana di Parigi. In calo del 11,5% il fatturato della CGU Coin, che però include integralmente la controllata Moneynet (consolidata da agosto 2019) attiva nel business dei servizi di pagamento, mentre calano del 26,6% il fatturato di Coin Service nel comparto della moneta metallica e del 53% il fatturato di Venpay nel comparto della monetica digitale

Nel core business del vending il numero totale di erogazioni nel 2020 è stato pari a 607 Mni, da 868 del 2019 (-30,0%). Il calo dei volumi è dovuto agli effetti della pandemia sulle attività economiche e sociali. A pari base di clienti, scendono infatti le ore lavorate nelle aziende, le presenze nelle scuole, università e luoghi di viaggio e quindi, in ultima analisi, i consumi. Il prezzo medio delle erogazioni è sceso a € 46,90 centesimi da 48,08 dell’analogo periodo 2019 (-2,5%). Il calo del prezzo medio non è dovuto ad effettive riduzioni dei prezzi unitari, ma alla differenza nel mix di prodotti venduti e dei luoghi dove avvengono le consumazioni. In particolare, influisce negativamente il calo dei consumi nei luoghi pubblici, caratterizzati da prezzi mediamente più alti rispetto a quelli applicati nel settore corporate o ai consumatori convenzionati, così come la presenza prevalente di personale dipendente, spesso in possesso di chiavi elettroniche e con prezzi inferiori, rispetto ai consumatori esterni occasionali con uso di moneta.

 

Aziende VENDING Dati Excel xls csv tabella campi indirizzo email sito web gestori distribuzione Automatica

 

INDICAZIONI PROSPETTICHE

Durante tutto il difficile 2020, che nell’ultima parte dell’anno ha visto una recrudescenza degli effetti della pandemia, IVS Group ha dimostrato notevoli capacità di resistenza e di generazione di cassa. È prevedibile che tale situazione si protragga per la prima parte del 2021 in tutte le aree di business in cui il gruppo opera, fino a quando le campagne di vaccinazione non produrranno effetti positivi tangibili. IVS Group ha rallentato o sospeso i maggiori programmi di investimento, ma ha accelerato, senza sostenere significativi investimenti, lo sviluppo di nuove attività potenzialmente interessanti, sia nel campo del food delivery, sfruttando la piattaforma logistica e IT del vending, sia in business ancillari, con l’obiettivo di sviluppare e valorizzare, anche tramite partnership, la rete e le competenze di cui il gruppo già dispone.

La crisi da COVID ha innescato cambiamenti profondi nello scenario europeo del vending, in termini di accelerazione del processo di consolidamento e delle modalità di gestione di prodotti e servizi. Le aziende del settore più solide e con le migliori competenze potranno trasformare questi cambiamenti in nuove opportunità di business. IVS ha quindi proseguito l’analisi di possibili combinazioni di crescita per via esterna, anche di dimensioni rilevanti, in Italia e all’estero. L’obiettivo di consolidare maggiori quote di mercato potrà aumentare dei livelli di efficienza operativa del gruppo, rendendo IVS Group sempre più un punto di riferimento nell’ambito del vending e nella filiera del caffè.

 

IVS GROUP

IVS Group S.A. è il leader italiano e secondo operatore in Europa nella gestione di distributori automatici e semiautomatici per la somministrazione di bevande calde, fredde e snack (vending). L’attività si svolge principalmente in Italia (79% del fatturato), in Francia, Spagna e Svizzera, con circa 224.900 distributori automatici e semiautomatici, una rete di 88 filiali e circa 2.900 di collaboratori. IVS Group serve più di 15.000 aziende ed enti, con oltre 600 milioni di erogazioni all’anno

 

+info: www.ivsgroup.it

Tu cosa ne pensi? Scrivi un commento (0)

Banchedati excel csv contatti email aziende beverage e food

Resta sempre aggiornato! Iscriviti alla Newsletter

Scrivi un commento

6 − due =