A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T V W Z
Pinterest LinkedIn

L’introduzione e il rapido sviluppo delle bottiglie in plastica (in PET*, più raramente in PVC*, con tappo a vite richiudibile e “vuoto a perdere”) si è rapidamente diffuso in tutto il settore delle bevande analcoliche, grazie al minor costo di produzione e trasporto delle bottiglie di plastica e alle doti di maggiore leggerezza, manegevolezza e sicurezza.
L’affermazione delle bottiglie in plastica ha portato alla quasi scomparsa delle bottiglie di vetro nel canale alimentare, modificando notevolmente lo scenario competitivo. Inoltre il passaggio dalla tradizionale contenenza da un litro a 1,5 ed ora anche 2 litri, ha favorito l’ulteriore crescita dei consumi domestici. Ma le bottiglie in plastica si stanno rapidamente affermando anche a livello di confezioni monodose o single-serve (da 25, 33 e 50 cl) per il consumo fuori casa.
Le confezioni in plastica in versione più protettiva (multistrato, con effetto barriera, ecc.), cominciano ora ad affermarsi anche per le bevande più delicate e complesse (come i succhi e nettari, le birre e perfino il vino).

vedi anche sezione dizionario -> PACKAGING
vedi anche sezione news -> TECNOLOGIA/PACKAGING
vedi anche sezione documentazione -> PACKAGING

Tu cosa ne pensi? Scrivi un commento (0)

Banchedati excel csv contatti email aziende beverage e food

Resta sempre aggiornato! Iscriviti alla Newsletter