Pinterest LinkedIn

E’ un mercato in crescita continua quello dei distillati no alcol, dove sempre più contano anche le dimensioni. Per questo Lyre’s, brand australiano leader mondiale nel settore dei distillati analcolici, ha annunciato di aver chiuso il round di finanziamenti di 20 milioni di sterline (quasi 24 milioni di euro al cambio attuale), per crescere ancora. Stellare anche la valutazione dell’azienda equivalente a 270 milioni di sterline (oltre i 319 milioni di euro, al cambio attuale), a conferma della leadership nella categoria no/low alcool.

Bevitalia Bevande Analcoliche Beverfood.com acquista ora o scarica gratis il pdf
Bevitalia Bevande Analcoliche Beverfood.com acquista ora o scarica gratis il pdf

 

Fondata nel 2019, ha raggiunto questo obiettivo finanziario in meno di due anni di trading, durante i quali Lyre’s è entrata in più di 60 paesi e si è assicurata partnership con i più importanti distributori di distillati al mondo e con 50 dei più importanti rivenditori. L’azienda sta lavorando per annualizzare 50 milioni di sterline di ricavi entro dicembre (circa 59 milioni di euro). L’obiettivo di Lyre’s è quello di replicare i distillati più conosciuti e apprezzati in versione non alcolica, conferendo a ciascuno un gusto che sia il più simile possibile a quello dei liquori originali. La linea dei 14 distillati analcolici in bottiglia può coprire ad oggi la ricettazione del 90% dei cocktail più venduti al mondo, completata dal recente lancio di una gamma di cocktail analcolici ready-to-drink.

RPM - Riva Pianeta Mixology - Spazio al Futuro della Mixology - Hospitality Riva del Garda - 21-24 Marzo 2022
RPM - Riva Pianeta Mixology - Spazio al Futuro della Mixology - Hospitality Riva del Garda - 21-24 Marzo 2022

“I Millennials e Generazione Z stanno bevendo meno alcool di qualsiasi generazione precedente, anche se il movimento del bere responsabile va oltre ogni età e barriera culturale. Non stiamo soltanto espandendo la nostra azienda, stiamo facendo crescere l’intera categoria, entrando in territori virtualmente inaccessibili come il Medio Oriente e l’Estremo Oriente” spiega Mark Livings, co-fondatore e CEO Lyre’s. “Il ritmo di crescita a cui stiamo assistendo è eccezionale. Abbiamo iniziato a proporre i nostri prodotti nel 2019 arrivando oggi a vendere una bottiglia ogni 30 secondi. Nel nostro piano attuale, Lyre’s ha l’obiettivo di diventare il più veloce brand indipendente di bevande fino a raggiungere lo status di Unicorn” “.

Nell’ultimo anno le vendite globali fuori dai locali commerciali hanno raggiunto i 3.1 miliardi di dollari nelle categorie no/low alcool, solo nel Regno Unito, si prevede che questa  categoria raggiunga un valore di 1.5 miliardi di dollari nel 2025. Lyre’s continua a guidare la crescita della categoria, per una bassa necessità di capex, forte del fatto di essere stata pioniera in diversi mercati e grazie all’alta scalabilità dei metodi e dei processi produttivi su tutta la gamma. Il round di finanziamenti è stato guidato da un nuovo investitore, D Squared Capital, insieme a quello già esistente, Morgan Creek Capital Management (primo finanziatore di Alibaba, SpaceX, Lyft, Drizly NinjaVan e Allbirds). Gli altri partner già esistenti, che hanno incrementato le proprie posizioni, sono DLF Venture, VRD Ventures, e Maropost Ventures.

I fondi saranno utilizzati principalmente per il marketing, avendo stabilito un’impronta globale in 60 paesi, così come per aumentare significativamente l’organico, creando più di 50 nuovi posti di lavoro nelle vendite, nel marketing, nella produzione, nella logistica, nel finance e nella gestione dell’e-commerce. Lyre’s continuerà anche a co-investire insieme a diversi partner per espandere la capacità di produzione e soddisfare la domanda in tutte le sue richieste nel Regno Unito, Germania, Australia e Stati Uniti. Lyre’s ha inoltre creato una divisione R&D in collaborazione con Döhler, il gigante della tecnologia per il settore bevande, sviluppando una nuova linea di prodotti leader di categoria e garantendo continua innovazione nel settore in modo tale da permettere che i prodotti rimangano i migliori possibili.

L’aumento di capitale segna il punto più alto di un anno di grandi cambiamenti per Lyre’s. Dal 2021 ad oggi l’azienda è entrata in 20 nuovi paesi, alcuni di questi molto difficili da penetrare, come il Medio Oriente e la Cina, aggiungendo quattro nuovi e-commerce e 20 grandi retail listing, realizzando la milionesima bottiglia, e sviluppando sei nuovi prodotti tra cui il Pink London Spirit e cinque bevande ready-to-drink. In Italia Lyre’s ha appena chiuso un accordo con una rete di distribuzione nazionale con D&C, per essere ancora più presente nel nostro mercato

Tu cosa ne pensi? Scrivi un commento (0)