Pinterest LinkedIn

© Riproduzione riservata

Arriva da Firenze, per la precisione dal cuore del capoluogo toscano, la ricetta giusta per sorseggiare un rinfrescante aperitivo che ci aiuti a combattere l’anticiclone africano. Si chiama “Mille Bolle” il signature pensato dal Bar Manager di Santa Cocktail Club, elegante cocktail bar fiorentino in Piazza Santa Maria Novella 1, per accompagnare le sere d’estate con la giusta dose… di frizzantezza.

Piuttosto alcolico, citrico e leggermente amaro, con note dolci e fruttate, ma soprattutto speziate, il “Mille Bolle” di Simone Covan fa parte della suggestiva cocktail list di Santa incentrata sui nove cerchi dell’Inferno dantesco. In questo caso, l’omaggio è agli “iracondi” immersi nel fango dello Stige, che si colpiscono continuamente a vicenda con schiaffi, pugni e morsi. Sott’acqua sono posti gli accidiosi, ovvero gli iracondi tristi che non sfogarono la loro rabbia in vita ma covarono dentro di loro il desiderio di rivalsa: essi, nella somma opera dantesca, ripetono una specie di ritornello in cui confessano la loro colpa, facendo gorgogliare la superficie dell’acqua. “Proprio per questo motivo abbiamo rappresentato questo cerchio con un drink di colore rosso come lo Stige, simboleggiando le bolle degli iracondi tramite un cocktail carbonato”, ci spiega proprio Simone Covan presentandoci il suo invitante drink.

La ricetta del signature drink “Mille Bolle”

– Bareksten Botanical Gin
– Bareksten Navy Strength
– ⁠Amaro Santoni
– Medical Cordial*
– CO2

*il Medical Cordial è un cordiale di Aneto, scorze di Pompelmo e radici di China

I due ingredienti centrali del cocktail “Mille Bolle” sono senza alcun dubbio Bareksten Botanical Gin e Bareksten Navy Strength, prodotti di punta della linea norvegese Bareksten Spirits, distribuita in Italia da OnestiGroup. Il prodotto di base proviene dalla distillazione di patate di locali e ogni sforzo è stato realizzato per garantire l’utilizzo di prodotti coltivati in Norvegia. La distillazione è lenta e meticolosa per garantire i migliori risultati, aspetto che si ritrova ovviamente anche nei due gin.

La parte carbonata del cocktail sopracitato, a piacere, può essere inoltre realizzata anche con una tonica targata Double Dutch, azienda anglo-olandese di sodati distribuita sempre da OnestiGroup, lanciata nel 2015 per offrire al mondo della miscelazione internazionale una serie di prodotti di qualità, a basso contenuto di zuccheri e senza aromi artificiali o conservanti.

© Riproduzione riservata

Scheda e news:
Onestigroup SpA

Tu cosa ne pensi? Scrivi un commento (0)

Resta sempre aggiornato! Iscriviti alla Newsletter

Scrivi un commento

12 + sedici =

Per continuare disattiva l'AD Block

La pubblicità è fondamentale per il nostro sostentamento e ci permette di mantenere gratuiti i contenuti del nostro sito.
Se hai disattivato l'AD Block e vedi ancora questo messaggio ricarica la pagina