Pinterest LinkedIn

NIO Cocktails, la start up italiana che sta rivoluzionando il modo di bere cocktails, annuncia l’avvio del progetto franchising per rafforzare la presenza nel B2C e diffondere la cultura del bere cocktail in ogni occasione.

“L’avvio del franchising era un passo che volevamo compiere fin dall’inizio e che ora si realizza – commenta Luca Quagliano, CEO e ideatore di NIO Cocktails – Abbiamo utilizzato il web e l’e-commerce per lanciare i nostri cocktail pronti all’uso in Italia e all’estero, con grande soddisfazione. Il prossimo step guarda al presidio dei canali tradizionali, con l’apertura di negozi in franchising in cui le persone potranno riscoprire il mondo dei cocktail e provare l’esperienza d’uso e la qualità di NIO”.

Il flagship store di NIO Cocktails da poco inaugurato in via Tortona 15, nel cuore del design district milanese, farà da modello per l’avvio del progetto franchising. La formula NIO prevede il pagamento solo degli arredi del negozio, senza royalties e senza fee. Il costo di avvio di uno store franchising è di circa 40.000 euro (esclusi i costi fissi della location).

Per l’apertura di un NIO Store in franchising è necessaria la licenza di vendita di prodotti alcolici e una location di circa 25 mq all’interno di centri commerciali di rilievo o in aree shopping particolarmente importanti dei principali capoluoghi.

L’espansione di NIO nel settore retail andrà di pari passo con le attività di comunicazione multicanale che stanno supportando un cambiamento culturale nelle abitudini del bere social: laddove fino a un anno fa andare a cena da amici o invitare qualcuno a casa prevedeva quasi esclusivamente l’acquisto di vino o birra, oggi chiunque può diventare un bartender e offrire un Margarita o un Negroni perfettamente mixati. Questo vale sia per i privati sia per le tante attività economiche che hanno visto in NIO un potenziale partner per aggiungere in catalogo un prodotto – e un’esperienza – altrimenti difficile da offrire (alberghi, ristoranti, negozi, aziende).

Maggiori informazioni e il modulo di contatto sono disponibili sul sito www.nio-cocktails.com

 

NIO Cocktails – short bio

Nio Needs Ice Only - Logo

NIO Cocktails, la start up che sta stravolgendo le abitudini di consumo dei cocktail per renderli accessibili a tutti e in ogni luogo, nasce dalla passione e dall’idea di Luca Quagliano, spirit lover, collezionista di liquori pregiati e imprenditore e degli amici e soci Alessandro Palmarin e Massimo Palmieri.

La proposta NIO comprende una drink list pensata per soddisfare tutti i gusti e tutte le esigenze, composta da una selezione dei cocktail più conosciuti e apprezzati a cui si aggiungono limited edition e proposte stagionali.

I cocktail sono in versione ready to drink, da bere in ogni luogo e in ogni momento con la semplice aggiunta di ghiaccio. Si inseriscono in un fenomeno di lifestyle contemporaneo: il rituale della convivialità, universalmente diffuso e dello stare insieme dall’aperitivo al dopo cena.

I cocktail sono mixati secondo le ricette tradizionali, personalizzate dal tocco inconfondibile di Patrick Pistolesi, mixologist di fama internazionale e socio NIO.

La produzione è Made in Italy, con ingredienti premium, senza l’aggiunta di additivi o conservanti. L’alcolico è contenuto in una busta di plastica alimentare sigillata e inalterabile.

Per ulteriori informazioni:
The FAIRPLAY – Ufficio stampa NIO

Carla Negretti – 347 0639286
Silvana Caroli – 339 6369606
niococktails@thefairplay.it

No.3 London Dry Gin - nuova bottiglia disponibile da Marzo 2020 - esclusiva di Pallini

Resta sempre aggiornato! Iscriviti alla Newsletter

Scrivi un commento

4 + 1 =